Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
  • Vasco, Bibione e la scommessa vinta

    Per partecipare alla data zero del tour di Vasco a Lignano Sabbiadoro, Vlao e Martimarti sono stati “costretti” a inventarsi un weekend di relax per ammortizzare i km che separano Ancona dal Friuli Venezia Giulia. Per prima cosa, per spezzare il viaggio di andata, hanno deciso di inserire una tappa a Ferrara, la città della Spal, dove sotto il primo vero caldo estivo si sono girati tutto il centro storico già in fermento per l’incombente e attesissimo palio. Dopo essere passati […]

  • La stagione fantacalcistica 2017-18

    E con il campionato di Serie A va in archivio anche la stagione fantacalcistica 2017-2018. Un’annata ricca di soddisfazioni per le compagini anconetane partecipante alla Master League Fantacalcio (link). Dinamo Erceg ed FC Eliechia sono state entrambe promosse, La Dinamo di Vlao approda per la prima volta in serie A e mette in bacheca la seconda promozione in due anni di iscrizione alla lega. FC Eliachia di Rouge passa invece dalla C alla B con un’annata da incorniciare che la decreta prima squadra […]

  • Il Turchiaraduno anconetano

    Rai4 che mette in onda Mediterraneo è stata la scintilla che ha risvegliato il gruppo whatsapp “no kebab Turchia”. Le immagini di Castellorizo e della sua baia hanno rinfrescato i ricordi del viaggio di 5 anni fa (Turchia Discovery) e, in contemporanea, la voglia di organizzare un nuovo raduno dopo quello ormai mitico di Parigi (Turchiaraduno à Paris). Sta volta, visto lo zoccolo duro marchigiano, rafforzato rispetto al 2013 dall’importazione definitiva di Martimarti e dal ritorno alla base di Mariano, la location prescelta […]

  • Bolivia Cile – Il Salar de Ujuni e il vulcano Tunupa

    Oggi è il giorno dei salares, che uno la Bolivia se la immagina così… una tavola di sale dove scorrazzare senza meta… una distesa bianca e un cielo azzurro. In effetti, abbandonata la “riva” si ha proprio la sensazione di essere in mare aperto, non ci sono piste né tanto meno strade, si viaggia puntando qualcosa all’orizzonte e si naviga dritto per dritto fino a raggiungerlo. Non ci sono onde, il sale essiccato dal sole forma i caratteristici esagoni che accostati […]

  • Unicenozza Insensibile Edition

    Dopo i soliti rinvii abbiamo finalmente quagliato. L’Unicenozza si ripropone in veste bavarese con molta carne al fuoco oltre ai salsicciotti teutonici. Non ci vediamo da tempo, e non abbiamo ancora affrontato temi scottanti di attualità. Tramite l’utilissima chat di whatsapp è stato stilato anche un apposito ordine del giorno per cercare di affrontare i fatti salienti capitati dall’ultima cenozza in poi. Una scaletta di 8 punti tra i quali: Scenario politico italiano e ipotesi di governo; Quadro politico internazionale e riverberi […]

Perù: Ballestas, Huacachina, Nazca

Postato da Vlao IL 14 novembre 2012 - 19:12 2 Commenti

Dopo esserci allenati a dovere nell’antica arte inca del limbo facendo i nostri bisogni fisiologici in una toilette sapientemente ricavata in un sottoscala, siamo pronti per imbarcarci nel motoscafo che ci porterà alle Isole Ballestas, le Galapagos dei poveri.

Isole Ballestas - Leone marino

Isole Ballestas – Leone marino

Prima di salire veniamo assaliti da una massa di venditori di cappelli orribili, che ci consigliano l’acquisto onde evitare di ricevere in testa spruzzate di cacca di uccello. Terrorizzati dall’eventualità di sperimentare uno shampoo al guano decidiamo di procedere all’acquisto. Già qui si distinguono Vlao e Dzichegnì che con l’arte della contrattazione, strappano due cappelli a falde large per 20 sol, mentre a Pranpripran, che preferisce procedere autonomamente, ne viene appioppato uno a 15… uno che però, secondo lui, è molto più bello degli altri.

Saliti sull’offshore ci godiamo il paradiso degli animali avvistando: pellicani, pinguini, leoni marini, meduse, stelle marine e altri vertebrati e invertebrati non meglio identificati. Vlao avrebbe voluto lasciare il suo curriculum al guardiano del guano che, nella sua baita fra le scogliere, vigila giorno dopo giorno sui volatili che producono uno straordinario strato di cacca ricercatissimo come concime. Gli dicono che c’è la fila per prendere il suo posto, quindi Vlao desiste e si accontenta del suo anonimo impiego statale.

Deserto intorno all'Oasi di Huacachina

Deserto intorno all’Oasi di Huacachina

Tornati sulla terra ferma siamo pronti per una nuova avventura, ci attende l’oasi di Huacachina. Non ci aspettavamo che in Perù ci fosse un deserto del genere… e in più scorrazzarci sopra a mo di montagne russe con una dunebuggy con motore dodge da 4000 litri è fantastico. Per non rinunciare a niente decidiamo anche di cimentarci con il sandboard e ci gettiamo dalle dune sulle nostre tavole cosparse di sciolina. Passiamo un’ora appassionante sotto un sole cocente e sopra una sabbia finissima ideale per far fuori qualche macchina fotografica. Soddisfatti dell’attività ludica ci rilassiamo nel bar più caro del perù dove ci godiamo l’immancabile Incakola ad un prezzo triplo rispetto al normale.

Non è finita qui… oggi è una supergiornata, nel pomeriggio abbiamo in programma il volo sulle linee di Nazca. E’ dalla mattina che non mangiamo… non vogliamo avere problemi a causa delle peripezie dei piloti. Prima di imbarcarci ci passano sulla bilancia, per equilibrare il carico, e dopo le foto di rito sorridenti prima della partenza ci alziamo leggiadri in volo con il nostro Cessna.

Linee di Nazca - il colibrì

Linee di Nazca – il colibrì

Si comincia coi trapezi, poi l’astronauta… arrivati al colibrì già qualcuno vorrebbe scendere… ma mancano ancora il condor, le mani, il pappagallo… troppi…  non a caso in dotazione ci hanno fornito il sacchetto di carta! Non esistono foto dei partecipanti all’arrivo… ma qualcuno ha capitolato… ma non vi rivelo chi, posso solo dirvi senza ledere la privacy che sono stati un uomo e una donna!

Oggi abbiamo solcato il mare, surfato sul deserto e planato per aria… ormai non ci ferma più nessuno… anche se all’orizzonte comincia a paventarsi l’incubo Soroche, l’ennesima prova che dovremo superare!

PERU’ 2012

Indice

Puntata n.1 Dagli Appennini alle Ande link
Puntata n.2 Ballestas, Huacachina, Nazca sei qui
Puntata n.3 Arequipa link
Puntata n.4 Passo Patapampa, Sillustani, Puno link
Puntata n.5 Lago Titicaca, Taquile, Amantani, Uros link
Puntata n.6 Chinchero, Moray, Maras, Ollantaytambo link
Puntata n.7 Machu Picchu link
Puntata n.8 Ollantaytambo, Pisaq, Cuzco, Lima link
     
Speciale Album fotografico link

Perù: dagli Appennini alle Ande

Postato da Vlao IL 6 novembre 2012 - 23:49 3 Commenti

peru-flag-300

Per Vlao il Perù era essenzialmente Machu Picchu… uno di quei posti che avrai visto 1.000 volte in foto e che una volta che te lo trovi davanti non può che suscitarti un’emozione.

Per il resto aveva le idee un po’ confuse, anche grazie, anzi, sopratutto grazie alla proiezione del nostro amico Eros (link), che con i suoi fotogrammi schizofrenici ha lasciato la mente di Vlao nel panico totale e gli ha permesso, tuttavia, di partire praticamente incontaminato senza avere una idea certa di quello che avrebbe visto.

Sta volta Vlao torna dall’altra parte della barricata e dopo l’esperienza da capitano del Marocco (link) si affida alla guida sapiente del Vigile Vercellese. A completare il gruppo, piccolo ed affiatato, ci sono il Casellante Milanese, gli amici reggiani Zichegni e Pranpripran e ciliegina sulla torta Fiordigransasso a donare un tocco femminile ad un gruppo pieno di hombres.

Già all’aeroporto c’è tutto il tempo per conoscersi, le quattro ore di ritardo a Madrid Barajas esaltano una delle qualità che al gruppo non manca… la pazienza.

Giunti a Lima, Vlao fa la prima scoperta… contro ogni pronostico Lima è sul mare a zero metri di altitudine. Ottimo, bisogna prendere la palla al balzo… è giunto il momento di regolare l’altimetro dell’orologio di Leorol… servirà più in là!

Lima - Plaza des Armas

Lima – Plaza des Armas

Il centro di Lima è quasi europeo, l’unica cosa da segnalare, oltre alla prima Plaza des Armas di una lunga serie, sono gli uomini cambia valute contraddistinti da una casacca gialla, una esse barrata e una mazzetta di Nuovi Soles in mano… caratteristici! Ah dimenticavo… non perdetevi il cambio della guardia alle ore 12:00… con tanto di banda e un’atmosfera che riporta alla mente i fasti della Festa dell’Unità.

Dato che il pranzo/cena passato in aereo non era commestibile… il primo obiettivo degli avventurieri è quello di mettere qualcosa sotto i denti… qualcosa a scelta tra pollo alla brasa, 1/2 pollo alla brasa e 1/4 di pollo alla brasa. In realtà leggendo tra le righe del menù… si trova anche qualcosa di alternativo… un’arte questa che il gruppetto affinerà con il tempo. E’ in questa occasione che Vlao si innamora… dell’Incakola! Una bibita fantastica di un giallo cedratatassoni… con un gusto di bigbabol… e che crea dipendenza peggio dei grattaevinci. Insuperabile!

Il cielo grigio della capitale, non è un gran biglietto da visita metereologico… e già l’incubo Machu Picchu con la nebbia (link) aleggia sul pulmino… ma per quello c’è tempo… domani c’è Nazca però… qualche raggio di luce non ci starebbe male!

continua…

PERU’ 2012

Indice

Puntata n.1 Dagli Appennini alle Ande sei qui
Puntata n.2 Ballestas, Huacachina, Nazca link
Puntata n.3 Arequipa link
Puntata n.4 Passo Patapampa, Sillustani, Puno link
Puntata n.5 Lago Titicaca, Taquile, Amantani, Uros link
Puntata n.6 Chinchero, Moray, Maras, Ollantaytambo link
Puntata n.7 Machu Picchu link
Puntata n.8 Ollantaytambo, Pisaq, Cuzco, Lima link
     
Speciale Album fotografico link

Dente concerto di fine tour

Postato da Vlao IL 4 novembre 2012 - 13:32 2 Commenti
Dente ormai lo conosciamo a menadito, in cinque a bordo (Vlao, Danco e il trittico pesarourbinate capitanato da Petrus) abbiamo quasi 20 presenze ai suoi concerti... e non possiamo che considerarci fan accaniti... non si spiegherebbe altrimenti il motivo per muoversi con 2 biglietti di scorta! Ma l'occasione è unica quanto rara... il concerto di chiusura del tour è tutto particolare. Innanzitutto è a teatro... in secondo luogo è interattivo... infatti nelle settimane precedenti alla data era possibile votare 5 canzoni che si sarebbero volute sentire live. Così è stata la democrazia a determinare la scaletta con i brani a susseguirsi in crescendo ...

Blackout forzato

Postato da Vlao IL 31 ottobre 2012 - 19:11 Aggiungi Commento
Mi scuso con gli assidui frequentatori di questo locale per l'inattesa chiusura forzata durata 15 giorni. Purtroppo dal Perù, nonostante la solerte segnalazione di Danske, non avevo tempi e mezzi per far valere i mie diritti. Solo una volta tornato a casa ho potuto affrontare la spinosa questione che mi è costata la sospensione: Payment Overdue! Si payment... perché ho pagato ben 9,99 dollari annuali per tenere in piedi questo ambaradan! E' da poco tempo che Sixserve non offre più hosting gratuito, e visto che mi sono trovato abbastanza bene con loro, ho deciso di investirvi l'ingente somma. Payment si quindi, overdue ...

Roma-Madrid-Lima

Postato da Vlao IL 10 ottobre 2012 - 15:06 1 Commento
Sta volta la foto in anteprima non la metto mica. Eh si perché non è che porti molto bene visti i precedenti. Quando sono stato in Islanda avevo scelto la foto dell’unica cascata che non abbiamo visto (Prenotato!), in Cambogia avevo messo la foto di Angkor Wat che si rifletteva su una pozza che poi non abbiamo trovato (V-Laos e Cambogia), in India avevo messo il Taj Mahal che si specchiava sulla fontana che quando siamo andati noi era prosciugata (Destinazione Rajasthan), in Marocco un panorama del deserto scintillante al sole e non sotto le nuvole come ce lo siamo poi ...

Maroccoraduno

Postato da Vlao IL 4 ottobre 2012 - 21:39 Aggiungi Commento
Bologna… perfetta meta a metà strada tra Macerata, Firenze, Ancona, Udine, Milano, Alessandria è stata la sede del primo Maroccoraduno della storia. Sfortunatamente l’unica partecipante con residenza in Bo… era ad Amsterdam… per cui l’invasione pacifica non ha potuto usufruire dei servigi della cicerona locale. [caption id="attachment_7093" align="alignright" width="300"] Bologna - Piazza Maggiore[/caption] In realtà tra chi era a Londra, chi raccattava palle al Tardini, chi aveva appuntamenti irrinunciabili, solo 7 sui 12 del Marocco Discovery hanno aderito alla reunion. Una rimpatriata a 2 mesi dal fattaccio che ci ha permesso di rispolverare il viaggio e di scambiarci le foto… a parte quelle di qualcuno così snob… ...

For a minute there, I lost myself

Postato da Vlao IL 26 settembre 2012 - 21:44 4 Commenti
Radiohead live @ Parco delle Cascine - Firenze 23.09.2012 Li avevamo già visti... era il giugno del 2008... ma ci avevano lasciato con l'amaro in bocca. Forse sarà stato per il volume basso... forse sarà stato per l'inizio in pieno giorno... fatto sta che dalla trasferta milanese Vlao, Danco e Danske erano tornati non perfettamente soddisfatti, anche per la mancata foto con Max Gazzè... Ora a 4 anni di distanza hanno avuto una nuova chance... concessa almeno da Vlao e Danco... dato che Danske e il compare di concerti Petrus hanno conigliato mestamente. Peccato per loro, possiamo dire adesso, perchè questa volta ...

Cantiere aperto

Postato da Vlao IL 21 settembre 2012 - 18:34 3 Commenti
In settimana si è aperto il cantiere. Passata la fase progettuale è stata posata la prima pietra. La casa di Vlao... quella vera, non quella web… non è più un miraggio. [caption id="attachment_7100" align="alignright" width="300"] Casa Vlao prima[/caption] Grazie all’ausilio del suo staff, composto dell’architetto Lorybeth e dell’ingegnere Leorol, è stato dato inizio al progetto abitativo che prevede la ristrutturazione totale dell’appartamento di Nonnomario. Un lavoro non da niente visto che prevede lo smaltimento dei vecchi mobili, l’abbattimento muri, il rifacimento degli impianti, la scelta materiali, dell'arredo e mille altre cose di cui si ignorava l’esistenza… La fase progettuale è stata molto impegnativa e ...

Marrakech Discovery. Giorno 8: Marrakech, Casablanca, Roma

Postato da Vlao IL 12 settembre 2012 - 18:57 1 Commento
Diario di bordo – giorno 8 La sveglia è tiranna. Ormai non ci fidiamo più delle tempistiche di Carmelo, ma visto che si tratta dell'ultimo giorno e c'è un aereo che parte, meglio non rischiare. Svegliataccia alle 4.00. La nostra idea di fare tutta una tirata naufraga verso l'una... quando la piazza si spopola, inutile vagare senza meta nella notte... meglio qualche ora di riposto al freddo dell'aria condizionata. [caption id="attachment_7105" align="alignright" width="300"] L'alba per strada[/caption] In camera Vlao ritrova il Chuk norris della maremma... disperso da più di una giornata... chissà che hammam si sarà fatto??? La colazione non prevede le mitiche ...