Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
  • Tuttothai – In bici a Sukothai e poi rotta verso Chiang Mai

    Tuttothai-0360

    Lasciata alle spalle Ayutthaya viaggiamo verso la tappa intermedia di Lopburi con il nostro pulmino full optional munito di sedili in pelle, aria condizionata, connessione bluetooth, impianto surround da 2.000 watt e illuminazione psichedelica. Approfittiamo della sosta al tempio invaso dalle scimmie di Prang Sam Yod per far spulciare per bene Jean e per consentire ai nostri amici Brexit, Matach e LittleLaura, di cambiare le loro sterline in una banca del luogo.

  • Random Post: Euroanalisi #1 – Polonia-Ucraina 2012

    Euro2012-logo-PP20

    Dopo il primo turno di Euro 2012 possiamo tirare un paio di somme. L’Italia con un po’ di sofferenza passa ai quarti grazie a due pareggi: un buon 1-1 con la Spagna (campione del mondo e d’europa) rete illusoria di Di Natale e pareggio a seguire di Fabregas e un altro 1-1 meno buono con la Croazia, Pirlo su punizione e Mandzukic da un metro. La terza partita scorrerebbe via liscia se non fosse per il terrore biscotto (ormai un classico degli Europei […]

  • Tuttothai – Il mercato galleggiante, le cascate di Erawan e le rovine di Ayutthaya

    Tuttothai-damneon-saudak

    Per Vlao non è facile, dopo un lungo viaggio intercontinentale, presentarsi ai compagni proponendo subito, brutalmente, senza pietà una partenza alle sette del mattino. Ma dalla sua ha valide ragioni e, per trasferirle agli altri, decide di avvalersi di una buona cena e di una capatina allo Sky Bar a due passi dall’albergo. La tattica del bastone e della carota porta i suoi frutti e il golden mango che chiude il pasto abbinato alla vista dal terrazzo a picco sulla città fa digerire al […]

  • Ready to go… Thailandia!

    Sanphet-Prasat

    Per un bel viaggetto “invernale” e cosa c’è di meglio che un salto nel sud est asiatico? Thailandia quest’anno è la meta, quella confusionaria di Bangkok, quella storica con i mille templi, quella naturalistica dell’estremo nord, quella brulicante dei mercatini e quella rilassante del Mare delle Andamane. Un mix di colori, suoni e sapori che Vlao e Martimarti non vedono l’ora di affrontare. Con il treno per Roma inizia il viaggio!

  • Arancini di carnevale all’anconetana

    arancini-anconetani-vlao

    Quando Vlao sente parlare di carnevale non pensa come la maggior parte delle persone alle maschere, ai coriandoli e ai carri allegorici… per lui la parola carnevale corrisponde esattamente ad un vassoio pieno di castagnole e di zeppole appena sfornate. Appena le sue orecchie captano nell’aria le sillabe car ne va le istantaneamente la sua mente genera l’odore del fritto, la sensazione dello zucchero in bocca e la soddisfazione del deglutimento tipico degli abbuffamenti carnevaleschi. L’effetto però, puramente psichico, ha la durata limitata di un nanosecondo e il repentino ritorno alla realtà diventa estremamente doloroso.

  • Il trenino del Bernina

    Tenino-del-Bernina-2017-088-big

    Per stemperare la snervante attesa che, come da copione, precede la formazione del gruppo per ogni viaggio in partenza con Avventure del Mondo, Vlao e Martimarti hanno deciso di sfruttare il generoso regalo natalizio di Lorilou e prenotare un weekend a Tirano a base di trenino rosso del Bernina. Una tre giorni in Valtellina alla scoperta dell’affascinante strada ferrata che dai confini italiani porta su su fino a St. Morriz. Un fine settimana fatto di binari che partono da Ancona e si […]

Il viaggiatore di avventure è abituato ad essere itinerante, ed è a suo agio con la migrazione giornaliera da un alberghetto all’altro. Una volta preso possesso della camera posa il bagaglio in un angolo ed estrae solamente la mise per la notte e l’eventuale cambio per il giorno dopo mentre lascia tutto il resto intatto.

Chiang Mai - Doi Suthep

Chiang Mai – Doi Suthep

Dormire due notti nello stesso posto però lo manda in crisi. La smania di fare ordine, di dividere le magliette sporche da quelle pulite, le mutande usate da quelle nuove, i calzetti puzzolenti da quelli profumati, fa si che, per una strana legge della fisica, il volume dei panni inspiegabilmente lievita tanto da rendere lo zaino insufficiente a contenere di nuovo tutto.

E’ questa la sindrome dello smembramento dello zaino, che puntualmente, anche questa volta, colpisce tutto il gruppo nell’atipico soggiorno “prolungato” a Chiang Mai. Nessuno ne parla, ma già a colazione davanti al bacon&eggs o al pancake&banana, si scorge negli occhi dei pax il grosso problema che hanno lasciato irrisolto in camera.

Ma questa è una cosa che andrà risolta in tarda serata, ora è il tempo di affrontare la lunga scalinata che ci porta verso il tempio di Doi Suthep che, grazie ad un provvidenziale succo di passion fruit con tanto di semini incorporati, riusciamo a scalare senza tentennamento alcuno. Vlao non perde l’occasione di contrattare il tour leader free anche per l’ingresso al tempio e, a missione compiuta, da l’ok per la dispersione nel sito che dalla cima della collina domina la vallata.

Completata la visita, recuperiamo le scarpe e torniamo in città non prima di aver fatto una sosta al giardino delle orchidee e alla batterfly farm che, come cosa più interessante, offre un sontuoso buffet dove ci rifocilliamo a dovere.

Vlao's Pad Thai

Vlao’s Pad Thai

Parte del gruppo decide di impiegare il pomeriggio per frequentare una lezione di cucina tailandese. In compagnia di una combriccola statunitense e del simpatico crucco Michael, i novelli cuochi si sono misurati con la preparazione di diversi piatti tipici, dal mitico pad thai, compagno di mille cene, alla sofisticata green curry soup, dai leggendari spring rolls al libidinoso dolce a base di sticky rice e mango.

Con l’aiuto di chef Arty, dopo aver preso confidenza con le strane verdure in vendita al mercato, gli studenti si sono riversati in un’aula degna di Masterchef Thailandia dove per tre ore hanno sminuzzato, tagliato, soffritto, spadellato, spatolato, arrotolato, rosolato ed infine impiattato le loro produzioni, prima di papparsele in una delle cene più buone dell’intero viaggio!

Un simpatica esperienza utile anche per conoscere nuovi strani ingredienti, alcuni dei quali reperibili anche in Italia cercando bene tra gli scaffali dei negozi “etnici” dei peggiori quartieri della vostra città.

Archiviata positivamente la parentesi culinaria è ora di affrontare la parte tosta del viaggio, il temibile trekking. Prima di sudare le proverbiali sette camicie però c’è anche il tempo per divertirsi un po’, una tranquilla passeggiata a dorso d’elefante e uno spassoso rafting sono l’ideale per alzare un po’ il morale della banda prima dello sforzo.

Pitture luminose

Pitture luminose

La sfida a pagaiate tra i tre equipaggi allestiti per l’occasione è senza esclusione di colpi. Ogni bassezza è lecita e,  sotto questo aspetto, Davide dimostra di avere una marcia in più e merita ad honorem il remo d’oro per “essere sceso dal gommone trascinando l’imbarcazione e il resto dell’equipaggio sopra gli scogli in modo da guadagnare posizioni preziose“.

Finita la bagarre in acqua arriva l’ora del vero test fisicoLa costante salita per arrivare allo sperduto villaggio collinare è selettiva, e anche qui lo spirito competitivo del gruppo viene fuori. In un primo momento sembra tutto facile per i baldi giovani del Gruppothai che si staccano e partono a spron battuto, ma alla fine, contro ogni pronostico, a festeggiare saranno i senior MariaGi e Nerino che grazie anche all’esperienza (a metà tragitto appioppano uno zaino ad un ragazzetto che saliva in motorino n.d.rarrivano per primi al villaggio.

Dopo aver aspettato mezz’ora per recuperare la metà del gruppo che ha sbagliato strada cercando di evitare un minaccioso branco di ragazzini accompagnato dal babysitter munito di fucile, possiamo prendere possesso della nostra palafitta dal cui terrazzo ammiriamo la natura lussureggiante che ci circonda e la lontana vallata dove scorre placido il fiume su cui ci siamo sfidati all’ultimo sangue.

Dopo la cena preparata dalla nostra schizzata guida Jo, ci divertiamo a disegnare quadri astratti con le pile prima di coricarci nella nostra camerata per recuperare un po’ di forze… prima che il gallo canti…

TUTTOTHAI 2017

Indice

Episodio 1 Il mercato galleggiante, le cascate di Erawan e le rovine di Ayutthaya link
Episodio 2 In bici a Sukothai e poi rotta verso Chiang Mai link
Episodio 3 Doi Suthep, Masterchef Thailandia e il Trekk Sei qui

Random Post: Numismatico

Postato da Vlao IL 7 maggio 2009 - 22:33 Aggiungi Commento

Chi di voi non ha a casa una qualsiasi sorta di collezione??? Magari rinchiusa in qualche scatola sopra l’armadio… sepolta da tre diti di polvere… e dalla cui bellezza il mondo è ancora ignaro???

Bè io ne ho più d’una… alle classiche e più gettonate collezioni di monete e banconote dei posti più sperduti del globo… affianco una serie di outsider… tralasciando la collezione di farfalle, sempre utile in mille occasioni …posso vantare una gremita selezione di scatole di fiammiferi… e una curiosa raccolta di capsule di spumante.

Pensavo che fossi l’unico malato che quando si brinda butta via lo champagne e si avventa sul tappo, ma a quanto vedo su internet non sono il solo ad avere questa malsana abitudine… Ho addirittura scoperto che esistono raccoglitori appositi per i tappetti dello spumante!  Cioè… capite??? Questa cosa ha mercato! Confortato dall’aver scoperto di non essere più solo… mi sono fiondato nel negozietto specializzato a Chiaravalle… dove ho potuto soddisfare il mio bisogno primario!

Ultimamente anche il Cometa è stato contagiato, no no… niente tappetti per lui… ma un cinquantone gliel’ho fatto spendere per riordinare monete/banconote e accattare il fantastico raccogli sottobicchieri da birra! Abbiamo chiesto anche la teca per la sua collezione di piatti souvenir… ma il Numismatico quando ha saputo che il Cometa ha comprato il piatto Ireland avendo solo visto Dublino… è rabbrividito e non ne ha voluto sapere… impostore ha detto… e ci ha cacciato fuori!

Tuttothai-0360 Lasciata alle spalle Ayutthaya viaggiamo verso la tappa intermedia di Lopburi con il nostro pulmino full optional munito di sedili in pelle, aria condizionata, connessione bluetooth, impianto surround da 2.000 watt e illuminazione psichedelica. [caption id="attachment_6319" align="alignright" width="190"] Lopburi - Prang Sam Yod[/caption] Approfittiamo della sosta al tempio invaso dalle scimmie di Prang Sam Yod per far spulciare per bene Jean e per consentire ai nostri amici Brexit, Matach e LittleLaura, di cambiare le loro sterline in una banca del luogo. Gli impiegati sono un po’ spaesati di fronte a questa arcana valuta, tant’è che per classificarla correttamente confrontano le banconote con quelle fotocopiate nel grande manuale del ...
Tuttothai-damneon-saudak Per Vlao non è facile, dopo un lungo viaggio intercontinentale, presentarsi ai compagni proponendo subito, brutalmente, senza pietà una partenza alle sette del mattino. [caption id="attachment_6298" align="alignright" width="213"] Maeklong railway market[/caption] Ma dalla sua ha valide ragioni e, per trasferirle agli altri, decide di avvalersi di una buona cena e di una capatina allo Sky Bar a due passi dall'albergo. La tattica del bastone e della carota porta i suoi frutti e il golden mango che chiude il pasto abbinato alla vista dal terrazzo a picco sulla città fa digerire al Gruppothai la severa sveglia mattutina. Con questa scelta Vlao si gioca gran parte della sua credibilità, arrivare dopo ...

Ready to go… Thailandia!

Postato da Vlao IL 2 marzo 2017 - 12:00 Aggiungi Commento
Sanphet-Prasat È giunta l'ora di inaugurare il passaporto nuovo, eh si son passati ben 10 anni e, dopo aver accolto una discreta serie di timbri, il vecchio passpartout è andato in pensione sostituito da uno fiammante pieno di pagine da riempire. Per l'inaugurazione quello che ci vuole è un bel viaggetto "invernale" e cosa c'è di meglio che un salto nel sud est asiatico? Thailandia quest'anno è la meta, quella confusionaria di Bangkok, quella storica con i mille templi, quella naturalistica dell'estremo nord, quella brulicante dei mercatini e quella rilassante del Mare delle Andamane. Un mix di colori, suoni e sapori che Vlao e ...

Arancini di carnevale all’anconetana

Postato da Vlao IL 24 febbraio 2017 - 12:48 Aggiungi Commento
arancini-anconetani-vlao Quando Vlao sente parlare di carnevale non pensa come la maggior parte delle persone alle maschere, ai coriandoli e ai carri allegorici... per lui la parola carnevale corrisponde esattamente ad un vassoio pieno di castagnole e di zeppole appena sfornate. Appena le sue orecchie captano nell'aria le sillabe car ne va le istantaneamente la sua mente genera l'odore del fritto, la sensazione dello zucchero in bocca e la soddisfazione del deglutimento tipico degli abbuffamenti carnevaleschi. L'effetto però, puramente psichico, ha la durata limitata di un nanosecondo e il repentino ritorno alla realtà diventa estremamente doloroso. Per evitare di affrontare questo trauma quest'anno in casaVlao si è deciso di azzardare ...

Il trenino del Bernina

Postato da Vlao IL 8 febbraio 2017 - 20:09 Aggiungi Commento
Tenino-del-Bernina-2017-088-big [caption id="attachment_6251" align="alignright" width="300"] Il trenino rosso spicca tra la neve[/caption] Per stemperare la snervante attesa che, come da copione, precede la formazione del gruppo per ogni viaggio in partenza con Avventure del Mondo, Vlao e Martimarti hanno deciso di sfruttare il generoso regalo natalizio di Lorilou e prenotare un weekend a Tirano a base di trenino rosso del Bernina. Una tre giorni in Valtellina alla scoperta dell'affascinante strada ferrata che dai confini italiani porta su su fino a St. Morriz. Un fine settimana fatto di binari che partono da Ancona e si snodano fino alla stazione centrale di Milano da dove, dopo una lieve ...

Top of the Rock ’16

Postato da Vlao IL 18 gennaio 2017 - 17:50 Aggiungi Commento
top-of-the-rock2016 Il 2016 è stato ricco di uscite per gruppi e cantanti tra i preferiti di Vlao. Alcuni di loro hanno rispettato le attese e sono ormai delle garanzie, vedi Radiohead e Mogwai, altri hanno un po' deluso, ma forse erano le aspettative ad essere troppo alte, vedi Bon Iver e in parte James Blake, altri ancora hanno steccato di brutto non meritandosi nemmeno la menzione nella top 10 e Vlao teme che abbiano imboccato irreversibilmente la via del declino, Dente su tutti. La classifica stilata qui sotto, come sempre, è insindacabile e definitiva, Vlao accetta consigli su eventuali sviste, ma non ammette ricorsi al ...

Lenticchiamo in bisca

Postato da Vlao IL 7 gennaio 2017 - 17:30 Aggiungi Commento
bisca-clandenstina Che ne dite di una bella lenticchiata con bisca incorporata per onorare come si deve la befana? Un'ottima idea, senza dubbio, basta infatti una rapida convocazione via whatsup al gruppo "moscioliamo n'altra volta" per far arrivare una valanga di adesioni! Vlao sinceramente sperava in qualche defezione, ma a parte chi si trova dall'altra parte del mondo tutti, ma proprio tutti, danno l'ok e la schiera di commensali arriva in men che non si dica alla doppia cifra. Ma non c'è problema, il pentolone king size c'è, la lenticchia pure e, con la consulenza della tutor Lorybeth, per Martimarti mettere insieme costolette, anzi spuntature, salsicce e gli altri ingredienti è una mera formalità. Nel frattempo Vlao ...

2016 l’anno in blog

Postato da Vlao IL 2 gennaio 2017 - 17:31 Aggiungi Commento
2016 Che bello il 2016... magari tutti gli anni fossero così! Se gli chiedete cosa si ricorderà tra vent'anni dell'anno trascorso, Vlao non ha dubbi. La data storica che entra di diritto negli annali è il 6 marzo 2016, giorno della lunga attraversata che ha portato definitivamente Martimarti ad Ancona.  Martimarti e la nuova residenza: 06.03.2016 sedili abbattuti, serbatoio a metà, Radio Italia a palla, Martimarti coast-to-coast. A quell'epoca il 2016 si prospettava un anno pieno di incognite, con la nuova vita a due da collaudare, con il futuro lavoro per Martimarti da trovare, e tutta una lunga serie di variabili che impedivano di fare pronostici ...