Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
  • Quando il lavoro chiama: Tallin BTSF Course

    tallin-piazza (Large)

    Quando il lavoro chiama Vlao risponde. Dopo il clamoroso forfait di Iannittone, Vlao è stato costretto, suo malgrado, ad accettare il rischiosissimo incarico che lo ha portato in Estonia, a Tallin, per un interessante corso ad ambito europeo su cibi e mangimi di origine non animale. Sebbene la materia fosse più adatta ad un biologo che ad un funzionario doganale, Vlao si è fatto trovare pronto e si è sacrificato per il suo paese andando a rappresentare la repubblica italiana in […]

  • Random Post: EXPO 2015

    expo-disney-foody-600x338_0

    Vlao, accompagnato da Martimarti e Zander, era partito con tante aspettative verso l’esposizione universale di Rho… ma solo con una vaga idea di quello che lo stava aspettando. L’unica certezza era l’ennesimo raduno laotiano che, con l’appoggio logistico dei compagni milanesi, Mrs.Postamat e Mr.Linux, e l’apporto del toscano FulvioAbbestia, non poteva che essere un successo. Il parterre di Cologno Monzese, con la presenza di special guest di tutto rispetto provenienti da viaggi in ogni dove, è stato veramente ricco e variegato così come la cena del […]

  • Lankamale: Kandy, le piantagioni di té e Nuwara Eliya

    Lankamale 2016-339 tempio del dente

    Kandy ci accoglie con una bella giornata, il monsone di ieri è acqua passata… in tutti i sensi. Adesso capiamo perché in questo paese la natura è rigogliosa e gli alberi, che circondano il lago, hanno dimensioni mastodontiche tanto che servirebbe una scolaresca per abbracciarne uno. Sfruttiamo la mattinata per visitare lo Sri Dalada Maligawa vale a dire il tempio in cui viene custodito il dente del sacro buddha. Dopo aver passato la door selection, ci mettiamo in fila pazientemente con i fedeli […]

  • Lankamale: Sigirya, dal no-canfora e Kandy

    Lankamale 2016-314 (Large)

    Continuiamo nel nostro itinerario express con Lalith che ci porta a Sigirya una imponente formazione rocciosa sulla quale sorgeva un palazzo a cui si entrava passando tra le fauci spalancate di un leone di pietra del quale ora non rimangono che le zampe. Ci inerpichiamo sulla roccia sotto il sole cocente, Mrs Postamat rischia il sequestro dello smartphone per aver immortalato senza autorizzazione gli affreschi delle tettone. Purtroppo per noi il vigilante cancella solo le foto incriminate e restituisce lo strumento alla proprietaria che lo trasformerà, […]

  • Lankamale: Aukana, in carro coi buoi e Polonaruwa

    Lankamale 2016-181 (Large)

    Dopo la giornatona di ieri… oggi ci andiamo più soft… Un programma blando ci attende, almeno sulla carta. Si parte con la visita al buddha scolpito nella roccia di Aukana, che Lalith voleva farci saltare sostituendolo con un fake costruito in cemento armato. Noi decidiamo di andare lo stesso e sperperare 750 rupie a testa… anche perché dobbiamo temporeggiare per poter arrivare a Pollonaruwa ad un orario accettabile per visitare il sito con un clima umano. Dobbiamo investire il tempo […]

  • Lankamale: uno-due-tre e via! Anuradhapura

    Lankamale 2016-077.dagoba

    Un gruppo poliedrico come nel migliore stile Avventure. Netta la predominanza dei nordisti con Vlao e Martimarti (ex laziale neo marchigiana) a detenere il titolo dei più meridionali dello stivale. Una ingente concentrazione emilioromagnola, una enclave friulana e la solita spruzzata di milanesi. Alcuni al primo viaggio con AnM, altri convertiti solo da qualche tempo e diversi con una lunga militanza alle spalle. A Vlao non è dato sapere, al momento della partenza, con quali aspettative ognuno dei partecipanti approccerà il viaggio, ma […]

Tutti a vedere l’Amerigo Vespucci

Postato da Vlao IL 23 maggio 2016 - 17:58 Aggiungi Commento

L’Amerigo Vespucci al porto di Ancona

L’attracco dell’Amerigo Vespucci ha scombussolato per 3 giorni Ancona. Un’affluenza al vecchio porto che non si vedeva dalla visita del Papa del 2011 quando il pontefice, ora dimissionario, Benendetto decimo sesto aveva montato il suo palco negli spazi della Fincantieri momentaneamente inutilizzati.

Quella volta i papaboys da tutta Italia si fiondarono nella capitale delle Marche per pregare ed ascoltare il concerto di quel buontempone di Allevi. Questa volta invece c’era una marea di marinai in pellegrinaggio per vedere la punta di diamante della Marina Italiana.

Una valanga di gente, donne, uomini e bambini disposti a fare ore e ore di coda pur di salire sul ponte della nave scuola orgoglio d’Italia.

Amerigo Vespucci – Poppa

Vlao e Martimarti, memori delle infinite attese patite dell’Expo 2015 (link), non hanno titubato più di un secondo per decidere di lasciare la fila ai più volenterosi che, anche a costo di cadere esanimi sotto il sole, hanno atteso anche tre ore per farsi un giretto sul ponte della naveAi meno motivati è bastato invece godersi il veliero dalla banchina, fargli qualche foto con il duomo sullo sfondo e gustarsi un Chinotto al bar dell’arco… costringendo le cameriere a fare lo scontrino.

Si parla di 12.000 visite, un’affluenza da record che in pochi si aspettavano! Saranno stati i 10 anni di assenza dello storico vascello dal molo dorico… ma è sicuro che anche il costo zero della visita ha contribuito ad attirare gli ammiratori…. è certo che con un ticket di 1 euro il 50% dei marchigiani sarebbe rimasto a debita distanza

Ma se una cosa è gratis… bisogna approfittarne… a tutti i costi… l’anconetano è all’avanguardia in questo! Se anche la Jadrolinija organizzasse un tour free nella Zadar andrebbe anch’esso sold-outc’è da scommetterci ad occhi chiusi!

Random Post: Marrakech Discovery. Giorno 7: Marrakech

Postato da Vlao IL 31 agosto 2012 - 15:41 1 Commento

Diario di bordo – giorno 7

*narrazione a cura di Alì Baba

Svegliarsi a Marrakech è un’emozione incredibile, soprattutto se hai dormito 8 ore in una pittoresca stanza marocchinamente arredata dove la temperatura è stata rigidamente imposta da una condizionatore “Made in Fes” senza telecomando: 17 gradi centigradi costringono la maggior parte degli avventurieri a riposarsi sotto un caldo piumone di dromedario alla faccia del resto dell’umanità.

Palazzo Bahia

Palazzo della Bahia

Alle 8:30 siamo tutti in piedi e ci ritroviamo nel cortile dell’albergo per gustare una frugale colazione a base di spugne e burro. Rifocillati nel corpo e nello spirito attendiamo con pazienza certosina l’arrivo della nostra guida e, attoniti, ci accorgiamo che al nostro gruppo manca un elemento fondamentale: Il chuck norris della maremma si è dato alla macchia per protesta contro lo stile capitalistico del viaggio avventura!

Alle ore 9.00 si presenta al portone un tale che vanta discendenze berbere ma che sembra provenire da Napoli tanto buono è l’italiano masticato dal simpatico magrebino. Ci dirigiamo a passo svelto verso la nostra prima meta: il palazzo del Gran Visir meglio conosciuto come il palazzo della Bahia, un grottesco agglomerato architettonico fatto costruire da un trombatore marocchino in epoca non pervenuta per deliziare le sue venti mogli a suon di orchestrine e cene luculliane. La nostra guida cerca di farci ridere con battute dal dubbio gusto ma i 50 gradi all’ombra ci annebbiano il senso dell’umorismo e ci predispongono a malmenare il malcapitato.

Subito dopo veniamo catapultati dalla solerte guida nel vecchio ghetto ebraico per vedere negozi chiusi e venditori di carne imputridita dal sole.
E’ da notare che Vlao in questa circostanza nota da lontano il giovane banchiere in fuga (chuck norris ndr) avventurarsi nel quartiere più malfamato della città, quartiere attiguo a quello ebraico che ci viene vivamente sconsigliato dalla nostra guida dato che chi entra poi ne uscirà sicuramente sodomizzato e spogliato da ogni suo avere. La preoccupazione del gruppo è alle stelle!

cicogna moribonda

Cicogna moribonda

Rapida visita ad un cimitero, o giardino silenzioso, con tanto di cicogna moribonda palesemente inserita da Carmelo per rendere il contesto più drammatico e donare un tocco splatter alle foto della necropoli. A questo punto non poteva mancare una visita obbligata in un pollaio-farmacia dove, per l’ennesima volta, dei falsi erboristi del deserto cercano di venderci pozioni contro l’impotenza e creme per l’acne giovanile. Nessuno compra nulla e la guida un po’ si incazza.

E’ ora di pranzo e cerchiamo un kebabbaro che possa rifilarci un panino a base di topo ma scopriamo con disappunto che il Marocco non disponde di kebabbari (l’unico disponibile sarà quello di Urbino ma questa è un’altra storia…). Ci infiliamo in una pizzeria araba dove consumiamo pizzette e bibite gassate. E’ da notare come la protesta che serpeggia tra le fila degli avventurieri si possa palesare anche soltanto con l’acquisto di una bottiglia di acqua minerale. Gandhi non avrebbe saputo fare di meglio. Il gruppo digerisce il pranzo a suon di rutti e fa finta di nulla per non venire alle mani.

A questo punto ci si divide. Le ragazze corrono a cercare un bagno turco dove farsi massaggiare la pelle mentre Vlao, Barbara, Paola Veg e Alì Babà si perdono nei vicoli del mercato per acquisti sconsiderati da riportare in Italia. Nota di colore: Alì conosce Michael Jackson e Lady Gaga in una bancarella di profumi chimici e animali defunti. Fotografie testimoniano l’avvenuto incontro.

Michael Jackson

Michael Jackson

Dopo aver raccattato saponi, abat-jour, cuscini e ninnoli cinesi ci ritroviamo con tutte le ragazze che, estasiate, ci raccontano della meravigliosa esperienza dell’Hammam: profumi e massaggi hanno donato loro un’ora di puro relax. Sembrano aver recuperato 10 anni di vita.
Vlao e Alì, titubanti, si fanno convincere e si gettano di corsa alla ricerca del tanto decantato hammam pubblico di Marrakech…

continua…

non perdetevi la prossima puntata dedicata interamente al famigerato hammam pubblico di Marrakech!

Prossimamente sui vostri schermi… (link)

MARRAKECH DISCOVERY 2012

Indice

Giorno 1 Casablanca, Rabat, Meknes link
Giorno 2 Meknes, Moulay Idriss, Volubilis, Fes link
Giorno 3 Fes, Ifrane, Gole dello Ziz link
Giorno 4 Gole dello Ziz, Merzouga, Erg Chebbi link
Giorno 5 Erg Chebbi, Rissani, Gole di Todra e Dades link
Giorno 6 Gole di Dades, Ait Ben-Haddou, Marrakech link
Giorno 7 Marrakech sei qui
puntata speciale L’hammam link
Giorno 8 Marrakech, Casablanca, Roma link

Quando il lavoro chiama: Tallin BTSF Course

Postato da Vlao IL 18 maggio 2016 - 15:29 Aggiungi Commento
tallin-piazza (Large) Quando il lavoro chiama Vlao risponde. [caption id="" align="alignright" width="310"] Tallin - Piazza Raekoja[/caption] Dopo il clamoroso forfait di Iannittone, Vlao è stato costretto, suo malgrado, ad accettare il rischiosissimo incarico che lo ha portato in Estonia, a Tallin, per un interessante corso ad ambito europeo su cibi e mangimi di origine non animale. Sebbene la materia fosse più adatta ad un biologo che ad un funzionario doganale, Vlao si è fatto trovare pronto e si è sacrificato per il suo paese andando a rappresentare la repubblica italiana in un corso di addestramento per veterinari. Giunto nella capitale estone, il nostro delegato ha colto la ...
Lankamale 2016-339 tempio del dente Kandy ci accoglie con una bella giornata, il monsone di ieri è acqua passata… in tutti i sensi. Adesso capiamo perché in questo paese la natura è rigogliosa e gli alberi, che circondano il lago, hanno dimensioni mastodontiche tanto che servirebbe una scolaresca per abbracciarne uno. [caption id="" align="alignright" width="300"] Fedeli al tempio del dente[/caption] Sfruttiamo la mattinata per visitare lo Sri Dalada Maligawa vale a dire il tempio in cui viene custodito il dente del sacro buddha. Dopo aver passato la door selection, ci mettiamo in fila pazientemente con i fedeli in attesa di poter ammirare l'antica reliquia. Con i gomiti alti, per tenere a ...

Lankamale: Sigirya, dal no-canfora e Kandy

Postato da Vlao IL 19 aprile 2016 - 17:17 Aggiungi Commento
Lankamale 2016-314 (Large) [caption id="" align="alignright" width="300"] La caratteristica roccia di Sigiriya[/caption] Continuiamo nel nostro itinerario express con Lalith che ci porta a Sigirya una imponente formazione rocciosa sulla quale sorgeva un palazzo a cui si entrava passando tra le fauci spalancate di un leone di pietra del quale ora non rimangono che le zampe. Ci inerpichiamo sulla roccia sotto il sole cocente, Mrs Postamat rischia il sequestro dello smartphone per aver immortalato senza autorizzazione gli affreschi delle tettone. Purtroppo per noi il vigilante cancella solo le foto incriminate e restituisce lo strumento alla proprietaria che lo trasformerà, di li a poco, in un micidiale attrezzo di tortura. Arrivati in cima, attraverso ...

Lankamale: Aukana, in carro coi buoi e Polonaruwa

Postato da Vlao IL 8 aprile 2016 - 14:13 Aggiungi Commento
Lankamale 2016-181 (Large) Dopo la giornatona di ieri… oggi ci andiamo più soft… [caption id="" align="alignright" width="300"] Polonaruwa particolare[/caption] Un programma blando ci attende, almeno sulla carta. Si parte con la visita al buddha scolpito nella roccia di Aukana, che Lalith voleva farci saltare sostituendolo con un fake costruito in cemento armato. Noi decidiamo di andare lo stesso e sperperare 750 rupie a testa… anche perché dobbiamo temporeggiare per poter arrivare a Pollonaruwa ad un orario accettabile per visitare il sito con un clima umano. Dobbiamo investire il tempo rimanente in qualche maniera... le idee sono diverse… abolita la possibilità di una cavalcata a dorso di elefante, ...

Lankamale: uno-due-tre e via! Anuradhapura

Postato da Vlao IL 1 aprile 2016 - 15:03 Aggiungi Commento
Lankamale 2016-077.dagoba Un gruppo poliedrico come nel migliore stile Avventure. Netta la predominanza dei nordisti con Vlao e Martimarti (ex laziale neo marchigiana) a detenere il titolo dei più meridionali dello stivale. [caption id="" align="alignright" width="300"] Sri Lanka - Anuradhapura[/caption] Una ingente concentrazione emilioromagnola, una enclave friulana e la solita spruzzata di milanesi. Alcuni al primo viaggio con AnM, altri convertiti solo da qualche tempo e diversi con una lunga militanza alle spalle. A Vlao non è dato sapere, al momento della partenza, con quali aspettative ognuno dei partecipanti approccerà il viaggio, ma la scelta dell’itinerario con tanto di scalata notturna all’Adam’s Peak, opzione in realtà obbligatoria per ...

Martimarti e la nuova residenza

Postato da Vlao IL 9 marzo 2016 - 15:53 1 Commento
TRASLOCO-paragrafo Sedili abbattuti per far posto agli scatoloni pieni di robe da riporre negli armadi della nuova dimora. Serbatoio a metà come non si vedeva da anni. Radio Italia solo musica italiana a tutto volume. E’ così che la Martimicra ha affrontato la lunga attraversata che l’ha portata nelle Marche. Un coast to coast sotto una pioggia torrenziale che ha condotto Martimarti, con il suo carico a seguito, alla sua nuova residenza. Il primo bastimento carico di… è arrivato al porticciolo di Torrette in data 06.03.2016. Vlao, in fremente attesa del fatidico giorno, ha provveduto anticipatamente a svuotare una quota di armadio e ...

Repetita Iuvant: Diritto Commerciale

Postato da Vlao IL 24 febbraio 2016 - 17:29 4 Commenti
WCENTER 0REDADFGHZ - illustrazione testa cervello ingranaggi intelligenza pensiero macro  -  masterfile  - Vlao ha riportato alla luce, dallo strato di polvere che lo ricopriva nello scantinato, il mitico bigliettone. Un manoscritto dei tempi dell'università che racchiude tutto il sapere necessario per diventare dottori in economia. [caption id="" align="alignright" width="280"] Il cervello di Nicorouge in funzione[/caption] Un libro sacro ad anelli che raccoglie il sunto dei volumi essenziali da conoscere a menadito per superare i più temibili esami economico giuridici. Sono passati anni, ma Vlao sfogliando queste pagine, ben conservate ancora oggi, ricorda chiaramente i giorni passati a trasportare il sapere dai libri sistematicamente fotocopiati dal mafioso (link) a questi delicati fogli rigorosamente a quadretti, riempiti in un carattere stampatello degno dei migliori amanuensi. Su ...

Stepchild Adoption Paralization Program

Postato da Vlao IL 18 febbraio 2016 - 19:09 Aggiungi Commento
Same sex, lesbian lifestyle A Vlao non va di entrare in ambito politico, anche se gli piacerebbe sapere quanti casi ci siano in Italia di persone che utilizzerebbero sta benedetta Stepchild Adoption. [caption id="" align="alignright" width="300"] L'onorevole Malan: il simpaticone[/caption] In pratica dovrebbe manifestarsi la situazione nella quale un/una omosessuale voglia adottare il figlio che il/la propria compagno/a ha avuto con qualcun altro quando ancora non gli pizzicavano le recchie. Ad occhio e croce non si direbbe siano in molti ad essere in questa situazione e alla fine della storia si tratterebbe solo di garantire maggiori diritti ad un bambino che si trova in una situazione particolare… quindi perché no ci ...