Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
  • Una capatina alle Tremiti – Part II

    tremiti-san-domino-porto

    Il consiglio pre-partenza del Cometa è stato proprio azzeccato e la giornata VIP è passata in relax in compagnia di una dozzina di coinquilini tra cui diversi sub semiprofessionisti, tutti invaghiti delle Cressi Rondine di Leorol.

  • Random Post: Moletas Boy – Remember

    denti

    Fuori concorso alla Mostra Internazionale di Arte Cinematografica di Venezia il film italiano più atteso e acclamato degli ultimi anni. Dopo Moletas Boy (link), ambientato nelle spiaggie assolate del Brasile campione di incassi nel 2006 e Moletas Boy – Dejavù (link), il sequel ambientato nel torbido ambiente del calcetto, esce con grande aspettativa da parte di pubblico e critica il terzo volume (altro che Kill Bill..) Moletas Boy – Remember girato questa volta in terra spagnola.   Il budget speso per le riprese è degno di […]

  • Euroanalisi #2: Portugao Meravilhao

    Portugao-Meravilhao

    Questo europeo 2016 è andato avanti un po’ come la filastrocca della fiera dell’est finché non venne il Portogallo… che bruciò la Francia… che picchiò la Germania… che morse l’Italia… che si mangiò la Spagna… che come seconda al girone passò.

  • Una capatina alle Tremiti – Part I

    IMG-20160701-WA0005

    Per staccare un po’ la spina mica bisogna per forza cambiare fuso orario. Vlao contravvenendo al suo dogma, secondo cui per fare una vacanza servono come minimo 6 ore di aereo, sta volta ha deciso è accontentarsi di 2 ore e mezzo di macchina.

  • Euroanalisi #1: France 2016

    Euro2016

    Il periodo calcistico italiano non è dei migliori, basta leggere la lista dei convocati ad EURO 2016 per accorgersi che dopo il miracoloso e ormai lontano mondiale 2006 la cantera azzurra ha sfornato zero campioni. Non parlo di fenomeni, ma almeno di calciatori degni di portare la maglia numero 10 che per questa edizione è finita sulle spalle di Thiago Motta! Il nostro CT capelluto non ha potuto far altro che chiamare per la kermesse francese una truppa di onesti […]

  • Lankamale: Adam’s Peak, l’impresa e l’orfanotrofio degli elefanti

    Lankamale 2016-543 (Large)

    Ore 02.00 a.m. siamo pronti per l’impresa… di quelle da raccontare ai nipotini… 5.000 scalini ci attendono per raggiungere la vetta dell’Adam’s Peak o Sri Pada che dir si voglia.

Lankamale: Maldive e la barca Marina

Postato da Vlao IL 27 luglio 2016 - 18:48 1 Commento

Aeroporto di Male – Maldive. Il gruppo scatta scatta atterra in perfetto orario su una striscia di asfalto circondata dall’Oceano Indiano. Appena l’aviogetto della SriLankan Air Lines tocca terra si presenta subito la “simpaticissima” corrispondente Zareena a prendere in ostaggio il gruppo su di un natante fino a che non viene perfezionato il pagamento.

La nostra ancora

Con un rigoroso rito le banconote americane, di ultima emissione senza segni, strappi e scritte, passano di mano in mano, prima le conta Vlao, che le passa al cassiere Lidlman che le controlla a sua volta per poi trasmetterle a Zareena che le esamina attentamente e le trasferisce al suo scagnozzo che le riconta per la quarta volta. Quando tutto quadra, dopo aver sostituito qualche banconota sporca di sangue, la signora se ne va senza nemmeno un saluto lasciandoci in dote dieci casse d’acqua e la promessa di qualche birra.

Il taxi acquatico ci porta alla nostra barca, la Marina. Durante il tragitto ci illudiamo più volte che possa essere uno degli yacht ormeggiati e un paio di volte rabbrividiamo sfiorando bagnarole poco accoglienti… alla fine decidiamo di chiudere gli occhi e di affidarci al destino….

Tutto sommato… poteva andarci peggio… Saliamo a bordo e facciamo conoscenza con l’equipaggio che si occuperà di noi per la prossima settimana. Il Capitano, Aman e i tre scagnozzi di cui uno dovrebbe essere il nostro cuoco.

Dato che si è fatto tardi, siamo costretti a passare la notte ormeggiati al porto e rinviare il nostro primo bagno. Siamo un po’ dispiaciuti, ma non ci abbattiamo più di tanto, decidiamo di occupare il tempo che manca alla cena con un rapido giro sulla terra ferma alla ricerca delle birre! Il tour ci conferma che qua sono mussulmani di quelli tosti… non riusciamo a trovare nemmeno una lattina alcolica di contrabbando! Ci rassegniamo ad attendere quelle promesse da Zareena.

Il nostro primo bagno!

Finalmente iniziamo la nostra esplorazione dell’arcipelago che in qualche giorno ci porterà all’atollo di Felidhoo e ritorno. La velocità di navigazione è pari a quella di Thiago Motta quando giostra nel centrocampo azzurro e non capiamo perché il Capitano tenga costantemente d’occhio l’orizzonte visto che il panorama cambia al ritmo di crescita di un bonsai.

Per fortuna Vlao allieta l’atmosfera facendo sorbire al gruppo tutta la sua fornita playlist di mp3, ricca di composizioni di Dente, Colapesce e Vasco Brondi, in modo che la navigazione scorra via senza intoppi, tra giochi di carte e dormite rilassanti.

Giunti al primo stop, però, tutti in piedi, prendiamo confidenza con pinne, maschera e boccaglio e ci immergiamo entusiasti tra i coralli ricchi di colori e brulicanti di vita.

Questo sarà solo il primo di una lunga serie di bagni, infatti il programma delle prossime giornate è semplice e chiaro e prevede in ordine: sveglia, colazione, bagno, pranzo, bagno, té coi biscotti, bagno, cena.

Vlao, prende la palla al balzo, chiude la cassa comune, si dimette irrevocabilmente da coordinatore, si tappa il naso e si butta in acqua! Plufff!

LANKAMALE 2016

Indice

Episodio 1 Uno-due-tre e via! Anuradhapura link
Episodio 2 Aukana, in carro coi buoi e Polonaruwa link
Episodio 3  Sigirya, dal no-canfora e Kandy link
Episodio 4 Kandy le piantagioni di té e Nuwara Eliya link
Episodio 5 Adam’s Peak, l’impresa e l’orfanotrofio degli elefanti link
Episodio 6  Maldive e la barca Marina Sei qui
Extra Photo Album link

Random Post: Derby si, ma tra chi???

Postato da Vlao IL 17 aprile 2011 - 14:54 Aggiungi Commento

Devo confessarvi che non ho gran feeling con gli sport indoor… posso solo dirvi che non vedevo una partita di volley, basket, palla a mano, o palla avvelenata dai tempi di educazione fisica alle scuole medie. E a questi sport minori l’unica cosa che associo immediatamente è la puzza di polvere barra plastica che ti rimane in mano quando provi a giocarci.

Fatto sta che quando Bartelt mi ha proposto la partecipazione all’evento cestistico 2011, il derby marchigiano ad Ancona, è riuscito stimolare la mia curiosità. A dire il vero nemmeno al Palarossini c’ero mai stato e questa mi è sembrata subito una buona occasione per visitare il palazzetto ed aggiungere un’altro sport tra quelli a cui ho assistito live.

Così abbiamo raggruppato un po’ di gente motivatissima, ho preso i biglietti in prevendita, e io, Bartelt, Zander, Sasù, l’Avvocata e Baletta ci siamo fiondati in curva per tifare… non so bene chi.

Dovete sapere che la pallacanestro è uno sport molto strano, non è come il calcio dove le squadre hanno il nome delle città che rappresentano (a parte qualche caso di megalomania, tipo Internazionale), qui i nomi li cambiano ogni anno e per identificare una squadra servono quattro cinque epiteti. Quindi solo per il derby marchigiano si trovavano di fronte Sutor, Montegranaro, Fabi, Shoes, Scavolini, Pesaro, e Siviglia. Scegliere quindi per chi parteggiare era un po’ come azzeccare un terno al lotto!

montegranaro - pesaroAlla fine, più il caso che la ragione, ci ha appioppato un biglietto a testa per la Curva B che, abbiamo scoperto, accoglieva il tifo organizzato di Scavolini, Pesaro e Siviglia.

Nonostante la netta minoranza dei “nostri” nel palasport, il tifo si è fatto sentire, e anche grazie all’andamento della partita i suturini, così almeno venivano chiamati i tifosi in giallo blu, si sono presto ammutoliti… Alla fine mi pare di aver capito che abbiamo espugnato 66 a 56. Olè!

Tutto sommato è stata una bella esperienza, certo il basket è il basket… ma il pallò è il pallò… e l’emozione di un gol vale quella di cento canestri… ma la bolgia del palarossini è stata folkloristica!

Chi sa che il prossimo anno non ci siano altre occasioni per riabbracciare questo sport minore… si vocifera che i suturini potrebbero trasferirsi ad Ancona… nel qual caso non si esclude una rimpatriata al Palarossini… però nella curva giallo blu questa volta!

 

Una capatina alle Tremiti – Part II

Postato da Vlao IL 14 luglio 2016 - 19:08 1 Commento
tremiti-san-domino-porto ...segue [caption id="" align="alignright" width="300"] Veduta del porto di San Domino[/caption] Il secondo giorno di permanenza alle Tremiti ha coinciso con la crociera per l’arcipelago, ma non a bordo di quei barconi da scafista che si aggirano in loco, ma membri dell'equipaggio di un bel peschereccio ristrutturato munito di tutti i confort, nonché del materiale atto ad imbastire un bel pranzo di pesce. Il consiglio pre-partenza del Cometa è stato proprio azzeccato e la giornata VIP è passata in relax in compagnia di una dozzina di coinquilini tra cui diversi sub semiprofessionisti, tutti invaghiti delle Cressi Rondine di Leorol. Sotto la supervisione della baby guida undicenne, isolana d.o.c., abbiamo circumnavigato San ...

Euroanalisi #2: Portugao Meravilhao

Postato da Vlao IL 11 luglio 2016 - 19:56 Aggiungi Commento
Portugao-Meravilhao [caption id="" align="alignright" width="319"] Portogallo campione[/caption] Alla fine con grande sorpresa, il Portogallo si aggiudica il torneo a discapito dei transalpini padroni di casa grazie ad un gol ai supplementari del più classico dei panchinari, il centravanti spilungone Eder… non l’”italiano” chiaramente… che con un tiro da 40 metri al 110° scippa la coppa ai francesi. Impresa vera e propria quella di Ronaldo e soci, capaci di aggiudicarsi il torneo vincendo una sola partita nei tempi regolamentari. Grazie anche al tabellone super sbilanciato sono arrivati difatti in finale dopo 3 pareggi nel girone, un 1-0 alla Croazia ai supplementari, un 4-6 ai ...

Una capatina alle Tremiti – Part I

Postato da Vlao IL 5 luglio 2016 - 16:41 1 Commento
IMG-20160701-WA0005 Per staccare un po’ la spina mica bisogna per forza cambiare fuso orario. Vlao contravvenendo al suo dogma, secondo cui per fare una vacanza servono come minimo 6 ore di aereo, sta volta ha deciso è accontentarsi di 2 ore e mezzo di macchina. [caption id="" align="alignright" width="300"] L'invitante acqua delle Tremiti[/caption] Un fine settimana di mare ci voleva per far rilassare Martimarti alle prese con i tre lavori che ha sotto mano, ma nello stesso tempo puntando a sud c'era il rischio di perdere la faccia raggiungendo la cosiddetta “zona Salento” di Barteltiana memoria. Per fortuna però nel tragitto, con un raptus improvviso, Vlao si ...

Euroanalisi #1: France 2016

Postato da Vlao IL 23 giugno 2016 - 18:37 Aggiungi Commento
Euro2016 Il periodo calcistico italiano non è dei migliori, basta leggere la lista dei convocati ad EURO 2016 per accorgersi che dopo il miracoloso e ormai lontano mondiale 2006 la cantera azzurra ha sfornato zero campioni. Non parlo di fenomeni, ma almeno di calciatori degni di portare la maglia numero 10 che per questa edizione è finita sulle spalle di Thiago Motta! Il nostro CT capelluto non ha potuto far altro che chiamare per la kermesse francese una truppa di onesti mestieranti del pallone in grado di garantire, se non altro, il passaggio del primo turno, impresa tutt'altro che titanica dato che risulta ...
Lankamale 2016-543 (Large) Ore 02.00 a.m. siamo pronti per l’impresa… di quelle da raccontare ai nipotini… 5.000 scalini ci attendono per raggiungere la vetta dell’Adam’s Peak o Sri Pada che dir si voglia. [caption id="" align="alignright" width="200"] Adam's Peak o Sri Pada a scelta[/caption] Un luogo sacro meta di pellegrinaggio per induisti, buddisti, musulmani e cristiani… una marea di fedeli che ne scalano la cima per ammirare l’impronta da 1,8 metri che, a seconda delle proprie credenze, è attribuibile a Buddha, a Shiva Adipadham o ad Adamo. La strada all’inizio è pianeggiante, dal basso vediamo le luci che salgono le pendici e ci accorgiamo subito ...

Tutti a vedere l’Amerigo Vespucci

Postato da Vlao IL 23 maggio 2016 - 17:58 Aggiungi Commento
vespucci-ancona porto (Large) [caption id="" align="alignright" width="320"] L'Amerigo Vespucci al porto di Ancona[/caption] L’attracco dell’Amerigo Vespucci ha scombussolato per 3 giorni Ancona. Un’affluenza al vecchio porto che non si vedeva dalla visita del Papa del 2011 quando il pontefice, ora dimissionario, Benendetto decimo sesto aveva montato il suo palco negli spazi della Fincantieri momentaneamente inutilizzati. Quella volta i papaboys da tutta Italia si fiondarono nella capitale delle Marche per pregare ed ascoltare il concerto di quel buontempone di Allevi. Questa volta invece c'era una marea di marinai in pellegrinaggio per vedere la punta di diamante della Marina Italiana. Una valanga di gente, donne, uomini e bambini disposti a fare ore ...

Quando il lavoro chiama: Tallin BTSF Course

Postato da Vlao IL 18 maggio 2016 - 15:29 Aggiungi Commento
tallin-piazza (Large) Quando il lavoro chiama Vlao risponde. [caption id="" align="alignright" width="310"] Tallin - Piazza Raekoja[/caption] Dopo il clamoroso forfait di Iannittone, Vlao è stato costretto, suo malgrado, ad accettare il rischiosissimo incarico che lo ha portato in Estonia, a Tallin, per un interessante corso ad ambito europeo su cibi e mangimi di origine non animale. Sebbene la materia fosse più adatta ad un biologo che ad un funzionario doganale, Vlao si è fatto trovare pronto e si è sacrificato per il suo paese andando a rappresentare la repubblica italiana in un corso di addestramento per veterinari. Giunto nella capitale estone, il nostro delegato ha colto la ...
Lankamale 2016-339 tempio del dente Kandy ci accoglie con una bella giornata, il monsone di ieri è acqua passata… in tutti i sensi. Adesso capiamo perché in questo paese la natura è rigogliosa e gli alberi, che circondano il lago, hanno dimensioni mastodontiche tanto che servirebbe una scolaresca per abbracciarne uno. [caption id="" align="alignright" width="300"] Fedeli al tempio del dente[/caption] Sfruttiamo la mattinata per visitare lo Sri Dalada Maligawa vale a dire il tempio in cui viene custodito il dente del sacro buddha. Dopo aver passato la door selection, ci mettiamo in fila pazientemente con i fedeli in attesa di poter ammirare l'antica reliquia. Con i gomiti alti, per tenere a ...