Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
  • Deutschland weekend

    Berlino-2014-026 (Large)

    A Vlao i tedeschi non sono mai andati troppo a genio, con quella lingua che sa proprio di nazista… non è che li digerisce troppo. Vlao insulta Claudia Schiffer ogni volta che dice “è tedesca” e per uscire dal parcheggio multipiano si affida alla tecnologia teutonica che, con un solo pulsante, le permette di discendere con la sua Mokka una rampa che si potrebbe fare comodamente a folle con un triciclo. Pensateci bene, le pubblicità del made in deutschland sono tra le più odiose… pensate agli […]

  • Random Post: Trenta per 3

    thirty

    Era uno di quegli appuntamenti a cui non si poteva mancare… uno di quegli eventi unici nel calendario, dei quali ci si può vantare per anni… e che verranno per sempre rinfacciati agli assenti (più o meno giustificati)… Il trenta per 3 di Nico, Bartelt e Brus rimarrà negli annali come il Woodstock culinario per eccellenza. Una maratona gastronomica partita nella tarda mattinata di Domenica 26 Settembre 2010 e conclusasi solo dopo il tramonto… molto dopo il tramonto per alcuni… Dopo una serie di peripezie affrontate lungo il percorso di […]

  • Irlandairlanda – Episodio 5: Connemara e Donegal

    Irlanda 2014-0891 (Large)

    Ed ecco a voi la shower. Dopo anomale giornate di sole è il momento per fare conoscenza con una delle piogge tipiche del paese del trifoglio. Come sanno bene Vlao e Martimarti bastano 200 metri di passeggiata sotto questa pioggerellina per diventare fradici dalla testa ai piedi. Caratterizzata da finissime quanto fitte goccioline a forma di ago, questa vera e propria doccia vaporosa, riesce ad inzuppare i vestiti in profondità andando ad intaccare persino gli indumenti intimi. rendendo necessario il cambio d’abito […]

  • Castagnata alternativa

    castagne

    L’intenzione era di quelle buone… non c’è che dire… una bella spedizione in cerca di castagne con tanto di partenza mattutina, guanti e sacchette al seguito. Punto Plus, tra i più intraprendenti, si era anche preoccupato di procurarsi pass speciali per il castagneto privato. Gli altri, più o meno motivati, non si sono tirati indietro ed hanno aderito di buon grado all’iniziativa allettati, più che altro, dal lauto pranzo promesso. Tutto bello sulla carta, ma le cose sono subito cominciate ad […]

  • Irlandairlanda – Episodio 4: Cliff of Moher, Isole Aran

    Irlanda 2014-0596 (Large)

    Con tanto di attraversamento fiordo in traghetto ci si sposta verso il nord. Già dalla visita a Loop Head, con il suo scenografico faro, si comincia a prendere confidenza con le prime scogliere a picco sul mare che, con loro grandiosità, iniziano gradualmente a richiamare attenzione. Attenzione che raggiunge il culmine con la spettacolarità delle Cliff of Moher un luogo fantastico che si aggiudica prepotentemente una nomination come miglior posto d’Irlanda. Vlao e Martimarti si avvicinano alla agognata meta con la paura di trovarsi […]

  • Irlandairlanda – Episodio 3: Killarney, Dingle, Ring of Kerry

    Irlanda 2014-0341

    L’unica cosa di bello che offre Kinsale è la possibilità di una foto in posa con il cartello che insegna la Wild Atlantic Way la strada costiera che da sud raggiunge l’estremo nord dell’Irlanda costeggiando la sponda oceanica dell’isola. La linea zigzagante su sfondo blu e cartello marrone farà da leitmotiv a tutto il tragitto che da Cork porterà la Clio rubino in Donegal. Nel mezzo tanti chilometri tra torbiere e pascoli disseminati di pecore dai manti multicolore, su stradine […]

Irlandairlanda – Episodio 6: Irlanda del Nord

Postato da Vlao IL 10 December 2014 - 17:31 Aggiungi Commento

Pare strano, ma bastano cento metri di strada per capire che L’Irlanda del Nord è un’altra cosa rispetto all’Eire. Scordatevi i paesini minuti e gli spazi verdi pecoreggianti. Qua siamo in Regno Unito come ci fa capire la regina sulle banconote. Anche se il passato burrascoso e la lotta tra nazionalisti e unionisti è ormai alle spalle in realtà si notano ancora dei residui già dai nomi delle città… Derry o Londonderry?

Mussenden Temple

Con la viabilità granbretagnese Martimarti si sente a suo agio, prende il comando e imposta la rotta verso Mussenden Temple dimora romantica del… Vescovo di Derry. Il tempio a strapiombo sulla scogliera è molto pittoresco e la residenza abbandonata alle sue spalle crea un’atmosfera particolare. Purtroppo il sole qui è un miraggio e le previsioni sono discordanti… che lavoraccio fare il metereologo in Irlanda!

Vlao e Martimarti sono comunque sicuri di mettere la spunta anche sul trekking sulla Causeway Coast, anche al costo di finirlo fradici!

La notte prima dell’impresa la passano a Portrush, pittoresca cittadina di pescatori che li accoglie con un biglietto ed un numero… quello che contraddistingue la gente in fila per sedersi a mangiare! Ve lo dicevo che qui non è Irlanda!

La mattina di buonora, dopo aver saccheggiato la colazione del Mandalay B&B, si parte verso il trekk. Raggiunto l’Information Point dei Giant’s Causeway ed esaminata la cartina, Vlao e Martimarti decidono di recarsi in macchina a Dunseverick Castle e da li percorrere a ritroso il lungo sentiero sul ciglio della costa. Come al solito in nostri anticipano la massa e quando tirano il freno a mano nel parcheggio, spicca solo il rosso della Clio tra il breccino!

Causeway Coast

Zainetto in spalla si avviano lungo il tracciato che, serpeggiando tra i vari promontori a picco sul mare, li condurrà all’agognata meta. Fortunatamente il cielo grigio mano a mano che la giornata avanza si schiarisce. Dopo innumerevoli soste fotografiche e infinite chiacchiere col professore bergamasco unico essere vivente incontrato sulla via del ritorno, eccezion fatta per i ragni, si raggiunge finalmente la penisola basaltica.

Scesi sul livello del mare Vlao comincia a sbizzarrirsi a immortalare questi curiosi esagoni che compongono la penisola. Queste strane mattonelle a forma di culo di matita sembrano un ricercato pavimento, ma in realtà sono formazioni naturali generate dal repentino raffreddamento di una colata lavica datata milioni di anni fa.

All’unanimità, con due voti favorevoli e zero contrari, i Giant’s Causeway vengono candidati a miglior posto d’Irlanda del Nord e si batteranno con le Cliff of Moher nello scontro per la corona di più bel posto del viaggio.

Giant’s Causeway

Salutato il professore e scattate millesettecento foto giunge l’ora di recuperare l’auto. Vlao e Martimarti decidono di tornare in bus al parcheggio così da aggiungere anche quest’ultimo tra gli innumerevoli mezzi utilizzati nel tour.

Adesso è l’ora della prova di forza per Martimarti, attraversare il ponte di corda di Carrick-a-Rede, ma ormai per metterla in crisi occorre ben altro. Superato senza problemi l’ostacolo c’è ancora un ulteriore obiettivo da raggiungere prima dell’ultima notte a Belfast, un obiettivo che corrisponde alle coordinate +55° 8′ 11.40″, -6° 23′ 3.51 sapientemente memorizzate sul navigatore.

The Dark Hedges è una stradina di campagna dove spettrali alberi creano una sorta di galleria resa celebre da alcune scene di The Game of Thrones. Anche qua la massa arriva con ritardo e Vlao ha il tempo di immortalare la location deserta. Bel posto… che rimarrà sempre nella memoria per l’odore particolare.

Una mezza giornata a Belfast, il tour dei murales e un po’ di shopping è quello che rimane prima del ritorno a Dublino. La pioggia, che ha graziato Vlao e Martimarti per gran parte del soggiorno, ora li saluta nel viaggio di ritorno verso l’aeroporto. L’ultimo cimitero dalle croci mastodontiche Monasterboice e un’Irish Breakfast fuori tempo massimo a Drogheda sono i restanti due pezzi da attaccare ad un puzzle perfettoIrlandairlanda 2014!

 

IRLANDAIRLANDA 2014

Indice

Episodio 1 Il prologo e Dublino link
Episodio 2 Glendalough, Kilkenny, Cashel, Cork link
Episodio 3 Killarney, Dingle, Ring of Kerry link
Episodio 4 Cliff of Moher, Isole Aran link
Episodio 5 Connemara e Donegal link
Episodio 6 Irlanda del Nord sei qui
 Extra Photo album  link

Random Post: Top of the Books ’09

Postato da Vlao IL 21 February 2010 - 20:49 2 Commenti
Siccome non bisogna perdere le buone abitudini, anche se con un po’ di ritardo vi segnalo il best of delle mie letture 2009. Un anno non prolifico come il 2008, ma sufficientemente ricco per formare un’ottimo podio.
 
Cronaca di una morte annunciata di Gabriel Garcia Marquez
Di solito se qualcuno ti racconta la fine di un romanzo o di un film si merita di essere mandato a quel paese… in questo casò però la situazione è un po’ diversa visto che è lo stesso autore a dirti, già dal titolo, che Santiago Nasar è destinato a tirare le quoia. Il problema in questo caso non si pone perchè l’importante non è come andrà a finire ma tutto quanto il resto.
 
Il Cinese di Henning Mankell
Comincio a pensare che in Svezia ci sia una sorta di incentivo statale agli scrittori, a patto che facciano libri da 600 pagine. Ormai il formato mattone è caratteristico dei romanzi svedesi, avrei potuto consigliarvi “Uomini che odiano le donne” il primo del trittico del carpentiere di Stieg Larsson, ma mi sembrava un po’ troppo inflazionato. Così vi segnalo questo. E vi assicuro che immergervi in questo thrillerone ambientato tra America, Africa, Svezia, Inghilterra, Danimarca e soprattuto Cina… non vi annoieà. E poi al limite lo potrete sempre usare a complemento dell’ultimo tavolo IKEA quello con uno zampo più corto di 600 pagine.
 
Castelli di rabbia di Alessandro Baricco
Baricco è un mito, potete dire che scrive pagine e pagine di niente… ma dovete anche ammettere che lo fa maledettamente bene…
Se la vostra intenzione è di vagare senza meta perdendovi in un incrocio di storie e di personaggi memorabili, siete nel posto giusto. Vi assicuro pure che troverete come minimo una frase da salvare tra le citazione preferite.

Deutschland weekend

Postato da Vlao IL 25 November 2014 - 16:54 Aggiungi Commento
Berlino-2014-026 (Large) A Vlao i tedeschi non sono mai andati troppo a genio, con quella lingua che sa proprio di nazista... non è che li digerisce troppo. Vlao insulta Claudia Schiffer ogni volta che dice “è tedesca” e per uscire dal parcheggio multipiano si affida alla tecnologia teutonica che, con un solo pulsante, le permette di discendere con la sua Mokka una rampa che si potrebbe fare comodamente a folle con un triciclo. Pensateci bene, le pubblicità del made in deutschland sono tra le più odiose... pensate agli slogan crauti... das auto... wir leben autos... oppure il massimo  “supremazia tecnologica tedesca”… secondo voi con questo motto Vlao comprerà mai pneumatici Continental? ...

Irlandairlanda – Episodio 5: Connemara e Donegal

Postato da Vlao IL 11 November 2014 - 17:47 Aggiungi Commento
Irlanda 2014-0891 (Large) [caption id="" align="alignright" width="300"] Slieve League - belvedere[/caption] Ed ecco a voi la shower. Dopo anomale giornate di sole è il momento per fare conoscenza con una delle piogge tipiche del paese del trifoglio. Come sanno bene Vlao e Martimarti bastano 200 metri di passeggiata sotto questa pioggerellina per diventare fradici dalla testa ai piedi. Caratterizzata da finissime quanto fitte goccioline a forma di ago, questa vera e propria doccia vaporosa, riesce ad inzuppare i vestiti in profondità andando ad intaccare persino gli indumenti intimi. rendendo necessario il cambio d’abito in corsa per evitare la probabile polmonite. L’unico modo per difendersi è chiudersi in ...

Castagnata alternativa

Postato da Vlao IL 3 November 2014 - 20:02 Aggiungi Commento
castagne L’intenzione era di quelle buone... non c’è che dire… una bella spedizione in cerca di castagne con tanto di partenza mattutina, guanti e sacchette al seguito. Punto Plus, tra i più intraprendenti, si era anche preoccupato di procurarsi pass speciali per il castagneto privato. Gli altri, più o meno motivati, non si sono tirati indietro ed hanno aderito di buon grado all’iniziativa allettati, più che altro, dal lauto pranzo promesso. Tutto bello sulla carta, ma le cose sono subito cominciate ad andare storte, già dall’appuntamento! Infatti, grazie al Cometa, che si presenta munito di bicicchie negli occhi e in colpevole ritardo, la partenza ...

Irlandairlanda – Episodio 4: Cliff of Moher, Isole Aran

Postato da Vlao IL 28 October 2014 - 17:07 1 Commento
Irlanda 2014-0596 (Large) Con tanto di attraversamento fiordo in traghetto ci si sposta verso il nord. Già dalla visita a Loop Head, con il suo scenografico faro, si comincia a prendere confidenza con le prime scogliere a picco sul mare che, con loro grandiosità, iniziano gradualmente a richiamare attenzione. [caption id="" align="alignright" width="300"] Cliff of Moher - da sopra[/caption] Attenzione che raggiunge il culmine con la spettacolarità delle Cliff of Moher un luogo fantastico che si aggiudica prepotentemente una nomination come miglior posto d'Irlanda. Vlao e Martimarti si avvicinano alla agognata meta con la paura di trovarsi di fronte ringhiere antiprecipizio che tengano a debita distanza gli avventori dal vuoto. E ...
Irlanda 2014-0341 [caption id="" align="alignright" width="300"] Penisola di Dingle - Inch beach[/caption] L’unica cosa di bello che offre Kinsale è la possibilità di una foto in posa con il cartello che insegna la Wild Atlantic Way la strada costiera che da sud raggiunge l’estremo nord dell’Irlanda costeggiando la sponda oceanica dell’isola. La linea zigzagante su sfondo blu e cartello marrone farà da leitmotiv a tutto il tragitto che da Cork porterà la Clio rubino in Donegal. Nel mezzo tanti chilometri tra torbiere e pascoli disseminati di pecore dai manti multicolore, su stradine perfettamente asfaltate con limiti di velocità inverosimili. Il primo approccio con la costa ...
Irlanda 2014-0236 Specchietto crinato, sfregio laterale destro, sfregio laterale sinistro, abrasione posteriore. L'esperienza insegna, prima cosa quando si ritira una macchina a noleggio è... controllare i danni non riportati nel contratto! Poi si può passare alla seconda, girare la chiavetta... anzi ormai siamo moderni... ON/OFF... sarà questo il tasto per partire? Wrrooooom! [caption id="" align="alignright" width="300"] Glendalough[/caption] Ora il problema più urgente da risolvere è quello di appiccicare il Tomtom da qualche parte. Il vetro inclinato della Clio sembra declinare l'invito e l'unica posizione plausibile è ventosarlo sulla super radio mp3. "Cacchio... così però non possiamo navigare nella chiavetta della colonna sonora! Una soluzione potrebbe ...

Il labirinto di mais

Postato da Vlao IL 7 September 2014 - 19:23 Aggiungi Commento
mais E' vero non capita proprio spesso, ma almeno questa volta il Cometa ha avuto una buona idea e bisogna dargliene atto. Era dall'anno scorso che si parlava del labirinto nel mais creato vicino a Senigallia, ma per varie motivazioni la sua visita era miseramente saltata andando a cumularsi al cospicuo mucchio delle idee incompiute. Quest'anno invece è bastato che il Cometa lanciasse l'esca per creare un gruppo importante di individui pronti a districarsi nell'intricato dedalo di stradine tracciate tra le pannocchie. Zander, Sasu, Baletta, Vlao, Martimarti e Bratz, oltre che al principale promotore, hanno deciso di partecipare alla speciale serata dedicata all'horror. La notte di paura prevedeva ...

Irlandairlanda – Episodio 1: Il prologo e Dublino

Postato da Vlao IL 1 September 2014 - 18:55 Aggiungi Commento
Irlanda prova-4 (Large) 2 Biglietti Aerlings, 1 Renault Clio rosso rubino, 2700 chilometri contro mano, 1 guida Lonely Planet, 1 navigatore Tomtom in aggiunta a quello integrato, 11 prenotazioni Booking.com, 1 Groupon per le isole Aran, 10 irish breakfast, 35 uova al tegamino, 2 Kg di more selvatiche, 30 litri di birre scure, 2 irish coffee, 10.000 pecore colorate, 2.000 mucche, 1.000 cavalli, 10 cerbiatti, 1 delfino, 1 scoiattolo, zero puffin... [caption id="" align="alignright" width="300"] Dublino by night[/caption] Mettete il tutto in 13 giorni e girate bene, aggiungete solo un bel sole e 2 giorni di pioggia, Vlao e Martimarti quanto basta e voilà… il gioco è fatto! Questa è la ricetta di Irlandairlanda. Un super ...