Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
  • Australia Pt.7 – Canguri e spese pazze l’ultimo giorno a Melbourne

    Chi l’avrebbe mai detto che il modo migliore per vedere i canguri sia recarsi ad un golf club? Invece è proprio così, la Lonely Planet non mente, ed è così che Vlao e Martimarti, a bordo di una macchinina elettrica, hanno provato l’emozione di avere un incontro ravvicinato con questi bipedi saltellanti. Vagando per le 18 buche, tra un green ed un bunker hanno potuto stalkerare una nutrita famiglia di canguri, avvistando anche la mamma col marsupio occupato. Ora si che […]

  • #Covid19: due settimane di quarantena

    Far passare due settimane di quarantena non è poi così facile, qualcosa bisogna inventarsi… Vlao e Martimarti, rinchiusi tra le quattro mura domestiche insieme a Nespola, si sono impegnati in vari campi con alterne soddisfazioni SERIE TV finalmente c’è tempo in abbondanza per una full immersion che consenta di non perdere il filo del racconto The Man in the High Castle. Archiviata anche la stagione 2 di questa serie tratta da un romanzo di P.K.Dick, scrittore tra i più presenti […]

  • Cronache del Coronavirus

    Saranno stati i primi di febbraio quando Vlao coglie la notizia di un virus che sta mietendo vittime in una città sperduta della Cina, Wuan. Città per modo di dire, in realtà è una metropoli di 11 milioni di abitanti, che i cinesi stanno mettendo in quarantena per arginare il rischio contagio. Video di strade deserte, posti di blocco per entrare ed uscire dalla zona, ospedali in costruzione con decine di ruspe in movimento sincronizzato. Sembra un film. Alcuni ipotizzano […]

  • Top of the Rock ’19

    Per iniziare il nuovo anno discografico per prima cosa bisogna tirare le somme di quello passato. Per questo Vlao non si esime nemmeno questa volta nello stilare la sua personalissima classifica che contiene gli album nati nel 2019 e che gli hanno tenuto compagnia negli ultimi 12 mesi. 10 posizioni per riassumere quel che di nuovo ha colpito il suo orecchio, da vecchi marpioni tornati alla ribalta, a nuove band tutte da scoprire, una classifica più rock rispetto alle ultime […]

  • Il podio acquisti memorabili 2019

    E’ tempo di classifiche e, mentre ancora dovete attendere qualche giorno per l’immancabile chart musicale, in quest’epoca di consumismo sfrenato ho deciso di rendere ufficiale il podio degli acquisti memorabili dell’anno trascorso. Non c’è un criterio univoco per l’assegnazione dell’agognato premio, infatti alcuni oggetti si sono meritati la menzione per il loro incomparabile rapporto qualità/prezzo, altri per la loro innegabile utilità e altri ancora per il loro fantasmatico costo, ma ognuno dei tre eletti ha il merito di aver segnato indelebilmente […]

Sigur Ros live @ Ferrara sotto le stelle 2013

Postato da Vlao IL 30 Luglio 2013 - 19:06 4 Commenti

kveikurEra il 24 Novembre del 2005 quando Vlao e Danske inauguravamo quella che poi sarebbe stata una lunga serie di trasferte concertistiche.

Meta era il Teatro Saschall a Firenze dove suonavano quella che era la più grande scoperta musicale su cui si fosse mai imbattuto Vlao… i Sigur Ros. Rimasto folgorato dal suono inusuale di Agaetis Byrjun, Vlao non poteva fare a meno di ascoltare a ruota libera (  ), il secondo disco degli islandesi. Il terzo disco Takk… usciva proprio in quell’anno e sdoganava definitivamente Jonsi & C. per un pubblico più ampio. Danske curioso per natura non poteva non appoggiare Vlao in questa prima trasferta anche se nutriva forti dubbi sui testi in hopelandic.

Sigur-Ros-Italia-2013-300_zps7f562362

A quell’epoca non c’era questo blog e non esiste quindi una recensione ufficiale dell’evento, ma la memoria dei due non fa fatica a riportare alla luce lo scenario in cui i 4 si esibirono. Il tendone da circo del teatro, il palco coperto da una tenda e le sole ombre ad accompagnare le arrampicate sonore. Indimenticabile.

Da quel giorno l’amore di Vlao per i Sigur è sempre cresciuto e non a caso questo blog si chiama Vidrar Vel Til Loftarasa. Era il 13 Luglio del 2008 quando Vlao trascinava ai Giardini di Boboli (FI) anche i genitori, Lorybeth e Leorol, per farli assistere alla performance degli islandesi. Location particolare per un concerto rock con posti a sedere che, però, si addicono perfettamente alla musica cinematografica dei Sigur Ros, almeno fino all’apice del concerto, il finale con Untitled #8 che Vlao e Leorol non possono non seguire da sotto il palco (link).

borraccia-valtari-300_zps90650a36

Untitled #8, o Popplagið per gli amici, è la classica chiusura per tutti i loro concerti ed è stato così anche questa volta 28 Luglio 2013. A quasi otto anni dalla prima spedizione, Vlao e Danske non ci hanno pensato 2 volte a sobbarcarsi gli ormai classici km che li separano dal Ferrara Sotto le Stelle. Peccato per le defezioni di Danco e Petrus, sarebbe stato bello condividere anche con loro 1 ora e 3/4 di spettacolo, con gli undici elementi sul palco che spaziavano tra i vari album compresi gli ultimi nati Valtari e Kveikur.

Purtroppo per Vlao, niente Vidrar Vel Til Loftarasa in scaletta… poco male… sarà per la prossima volta, intanto però è contento lo stesso portandosi a casa la borraccia di Valtari.

Non posso che chiudere il post come il concerto, con le emozioni dei 14 minuti di Popplagið… per chi ha la voglia e la pazienza di arrivare fino in fondo.

Tutto Nepal – Il trekking parte 1

Postato da Vlao IL 25 Luglio 2013 - 17:34 Aggiungi Commento

Sta mattina ci si sveglia presto, ma c’è una buona ragione… dobbiamo ancora reclutare uno sherpa in aggiunta alla nostra guida Jay e a Gancia che sono già con noi da ieri.

Birethanti - Si inizia...

Birethanti – Si inizia…

Lungo il tragitto che ci porta a Birethanthi, partenza del trekk, Babu si ferma ad un semaforo  dove c’è un po’ di gente e viene ufficialmente indetto il concorso per un posto da sherpa per un trekking di 4gg sul comprensorio dell’Annapurna.

Si presentano cento aspiranti portatori, candidati che hanno dagli otto agli ottantacinque anni. Dopo un breve test di logica e una serie di domande di attualità rimangono solo 3 i papabili.

A questo punto interviene Jay che sceglie quello più attrezzato ad affrontare l’impresa. La scelta ricade su Jamal che sbaraglia la concorrenza grazie al suo completo tecnico pantalone, camicia e spadrillas ai piedi che surclassano per tenuta e impermeabilizzazione gli infradito sfoggiati da Gancia e dagli altri contendenti.

Completata la squadra è ora di partire, scarichiamo gli zainoni sulle spalle dei poveri ragazzi e affrontiamo la nostra razione giornaliera di salita. All’inizio il sentiero va su dolce, come al solito, poi si comincia a prendere confidenza con i gradoni che saranno i nostri compagni di avventura per i prossimi chilometri.

Ulleri - Vista dalla suite imperiale

Ulleri – Vista dalla suite imperiale

Decidiamo saggiamente di allungare la prima tappa per alleggerire la seconda, così ci sorbiamo una dose di salita in più e facciamo uno sforzo per raggiungere prima del tramonto Ulleri dove ci cibiamo e ci fermiamo per la notte.

Con un nepali dal bath e una birrozza saziamo il nostro stomaco, che comunque si era già chiuso automaticamente alla vista della sbobba che Cremadiriso si prepara in una scodella. Lei dice che quella roba l’abbiamo mangiata tutti da piccoli… io in verità non me ne ricordo, ma forse ho rimosso… per fortuna!

Serve una bella dormita per essere pimpanti domani mattina, così, dopo una piccola visita alla metropoli che ci ospita e un’amichevole di volley Italia-Nepal (persa mestamente), ci accomodiamo nelle nostre stanze. Fantastica la suite imperiale dotata di finestre sui quattro lati oltreché di spifferi dai quattro lati che fanno svolazzare le tende come le bandierine dello stupa di Bodhnath.

Ci svegliamo con una triste notizia. Piove. Contro le previsioni della noleggiatrice di stecche ci attende una scarpinata sotto l’acqua battente. Ci organizziamo come meglio possiamo, super utilizzati saranno i sacchi dell’immondizia con buona pace dell’estetica.

Rifugio per la strada

Rifugio per la strada

Scaloni e scaloni a non finire fino a raggiungere Ghorepani. L’acqua moltiplica il coefficiente di difficoltà del tracciato e le notizie della possibile neve che potrebbe impedirci di completare il tragitto rendono il morale un po’ basso. A seguito di un breve briefing con Jay decidiamo di dividerci, Namastase e Cremadiriso preferiscono tornare indietro per la strada già percorsa, mentre il resto del gruppo, stoico, prosegue rinunciando però alla salita a Poon Hill visto il tempo avverso.

Con le idee più chiare si conclude la giornata in bellezza con la meritata cena e con Vlao che stupisce tutti con effetti speciali indovinando, con il solo ausilio dell’olfatto, la marca del dentifricio degli ospiti che a turno fanno i gargarismi e sputano nel lavandino alle sue spalle.

TUTTO NEPAL 2013

Indice

Puntata n.1 La partenza link
Puntata n.2 La valle di Kathmandu link
Puntata n.3 Il Mercedes 608d, il rafting e Pokhara link
Puntata n.4 Il trekking parte 1 sei qui
Puntata n.5 Il trekking parte 2 link
Puntata n.6 Bandipur, Chitwan e Kathmandu link
Extra il foto album link
Speciale il trailer link

La grande traversata: Castelluccio – Forca di Presta

Postato da Vlao IL 3 Luglio 2013 - 15:41 2 Commenti
Ma che bravi Vlao, Iannittone e Zander… sono passati di categoria... E+. [caption id="attachment_6977" align="alignright" width="300"] Monte Redentore 2.448 m.[/caption] Proprio l’E+ aveva scoraggiato in molti, ma non i nostri prodi che, dopo l’esordio con il CAI alla Gola della Rossa, hanno raddoppiato con la traversata da Castelluccio a Forca di Presta. Un percorso che si snoda all’interno del parco nazionale dei Monti Sibillini, un totale di 16 km di lunghezza e 1.200m di dislivello. Dati questi che hanno indotto, con la collaborazione del + vicino alla vocale, al conigliamento di molti pretendenti. Meglio così, in fin dei conti era giusto che alle 6:15, alla partenza da ...

Cantiere chiuso!

Postato da Vlao IL 28 Giugno 2013 - 14:21 2 Commenti
[caption id="attachment_6980" align="alignleft" width="300"] Casa prima, casa forse e casa ora[/caption] Cantiere Chiuso! Eh si ormai è fatta... in realtà è un pezzetto che è fatta... ma tra Safari Australe Ovest, dettagli e scuse varie i tempi si sono un po’ allungati. E' passato un bel po' di tempo dalla posa della prima pietra (cantiere aperto), ma adesso il progetto è stato portato a termine e quello che c’era sulla carta ora è possibile toccarlo con mano. Come dimostrano le foto è tutto vero, niente inganni. Una bella soddisfazione! Hanno già trovato posizione il lucchettone marocchino e il Mahajong, qualche libro, qualche cd… posate, piatti e bicchieri ...

Marche Endurance Lifestyle 2013

Postato da Vlao IL 17 Giugno 2013 - 21:04 2 Commenti
[caption id="attachment_4234" align="alignright" width="300"] Marche Endurance Lifestyle 2013[/caption] La tattica è questa (link): inviti il principe ereditario del Dubai Sheik Hamdan Bin Mohammed Al Maktoum a fare una corsa a cavallo per la Riviera del Conero, lui arriva monta sul suo baio mezzo sangue arabo di classe e corre per otto ore e 120 km come un forsennato. Si ferma ogni tanto a guardare il panorama mozzafiato e rimane estasiato dalla bellezza dei luoghi, "molto meglio questo di quelle cazzo di dune" pensa. Gli altri concorrenti, tutti figuranti al soldo dell'imprenditoria locale, cercano in ogni modo di non sorpassarlo, c'è chi finge di ...
Che spettacolo il nostro pulmetto! Un Mercedes-benz 608d di origine e provenienza Germania portato via terra da una spedizione di figli dei fiori negli anni 70 e rimasto in Nepal a prestare servizio turistico. Quanti chilometri abbia, nessuno lo sa di certo, il contachilometri come minimo è arrivato a 999.999 e ha ricominciato a contare da capo almeno due volte. [caption id="attachment_4231" align="alignright" width="300"] Babu e il Mercedes 608d[/caption] Babu è l’unico autiere in grado di domarlo, si sente a suo agio con la guida a sinistra, non proprio comoda data la circolazione all’inglese dei nepalesi, ed è ormai una cosa unica con il suo mezzo. Lo ...

Tutto Nepal – La valle di Kathmandu

Postato da Vlao IL 31 Maggio 2013 - 15:40 Aggiungi Commento
The o caffè, uovo sodo, omelette o scramble egg, patate arrosto cipolla e peperoni, succo orange o mango, toast e marmellata, yogurt con frutta. E' così che si parte di slancio a Bakthapur... fanculo ai cinque cereali! E mi raccomando, vedete di non variare troppo il menù! Le tempistiche nepalesi sono quelle che sono, e non serve nemmeno ordinare la colazione la sera per guadagnare tempo, tanto poi il tipo si presenta la mattina chiedendo conferma di quanto scritto di proprio pugno qualche ora prima. L'unica soluzione per ottimizzare i tempi è prendere tutto senza distinzioni, dolce/salato, caldo/freddo, commestibile/non commestibile! Gli ...

Fotocontest: il mio 2° podio

Postato da Vlao IL 22 Maggio 2013 - 20:38 Aggiungi Commento
Ero fuori e quasi quasi non me ne accorgevo! Saranno i concorsi a squadre che mi portano bene, infatti il mio secondo podio va di nuovo a favore del mio team I Sonnolenti! Il contest sta volta era dedicato al Risveglio della Terra, alla primavera, alla natura, alle piante e agli elementi che entrano nel loro pieno vigore. Sta volta ho portato a casa un bel bronzo 122 punti in scrutinio e 182 in finale tutto grazie ad uno spettacolare paesaggio islandese. Una distesa sconfinata di lupini fioriti, una mare celeste, blu e lilla che arriva fino alla tipica altura islandese ricoperta di ...

Tutto Nepal – la partenza

Postato da Vlao IL 16 Maggio 2013 - 18:31 Aggiungi Commento
Non abbiamo avuto problemi a riconoscerci, Aprile non è un mese ricco di partenze e a Roma davanti al banco Cotav... c'eravamo solo noi!  Borsone, zaino e guida del Nepal, pronti per il lungo viaggio verso Kathmandu. Vlao per il primo giorno ha previsto la visita degli aeroporti di Frankfurt e Delhi due costruzioni di epoca post coloniale brulicanti di vita e di scorci suggestivi. Alle hall spaziali del primo, ricche di affollatissime prese carica cellulari, seguono gli infiniti corridoi del secondo, con file su file di poltrone dotate di ogni confort compreso l'omino aspirapolvere sempre in mezzo ai piedi. Paesaggi ...