Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
  • Birrificio Artigianale Il Doganiere

    Visto il momento attuale che prevede l’abolizione dei viaggi, Vlao si è trovato in difficoltà nello spendere il suo tempo libero, niente itinerari da pianificare, escursioni da organizzare, viaggi da capitanare… e così, approfittando di un azzeccato regalo per il suo quarantennio, si è buttato a capofitto sulla pratica dell’homebrewing, ovvero della birrificazione casalinga! Un hobby che in realtà nasconde un mondo in esponenziale sviluppo in cui Vlao si è addentrato in punta di piedi da perfetto niubbo. Ha vagato […]

  • Random Post: Il pianista

    Tecnologia avanzata in parlamento…   un sofisticato strumento da 550 mila euro permetterà di votare solamente ai deputati e ai senatori che si presenteranno a Montecitorio e a Palazzo Madama muniti dei propri polpastrelli…   tre piccioni con una fava   I pianisti che non potranno più affittare le proprie falangi ai compagni di banco… i politici verranno censiti meglio dei rom… colmeremo il gap tecnologioco che ci divide da paesi del calibro di Albania, Brasile e Messico…   Se non fosse che il […]

  • Top of the Rock ’20

    Il 2020, anche non essendo un anno da annoverare tra i migliori, non può andare in pensione senza la classifica musicale di Vlao. Nonostante il nostro paladino abbia un po’ perso il vizio di aggiornare le pagine del blog, ci sono tradizioni che meritano di non essere abbandonate. Anche perché nei mesi di lockdown la musica non è mancata in casa Vlao ed anzi, proprio le lunghe sessioni di puzzle in compagnia di Martimarti, hanno influenzato pesantemente la classifica annuale, […]

  • Weekend in Chianti – Il Pagellone

    Passata la fase acuta dell’epidemia bisogna ricominciare a muoversi! E con il primo weekend fuori ritornano anche, a grande richiesta, le immarcescibili pagelle! Sede del ritiro spirituale, un agriturismo nella campagna toscana dotato di tutti i confort, con tanto di piscina e cene “fusion” servita in terrazza. Il Weekend in Chianti, ideato e diretto da Martimarti ha coinvolto una serie di personaggi che si sono distinti per indubbie qualità ed eterogenee abilità. Ma ora veniamo al dunque e analizziamo nel dettaglio […]

  • #Covid19: sette settimane di quarantena

    Buongiorno a tutti da Vlao.it, la reclusione continua, nonostante si vedano i primi spiragli di luce, ancora la vita normale è sostituita da quella sotto Covid19 (qui a destra in una foto di repertorio) Qui, nella casa, Martimarti ha ormai sfondato quota 50 giorni di “ferie forzate”, in pratica sta facendo un corso accelerato di pensionamento, mentre Vlao è diventato un esperto di smartworking e fa un salto al porto solo di tanto in tanto. Da questa situazione, quella che viene […]

  • Australia Pt.7 – Canguri e spese pazze l’ultimo giorno a Melbourne

    Chi l’avrebbe mai detto che il modo migliore per vedere i canguri sia recarsi ad un golf club? Invece è proprio così, la Lonely Planet non mente, ed è così che Vlao e Martimarti, a bordo di una macchinina elettrica, hanno provato l’emozione di avere un incontro ravvicinato con questi bipedi saltellanti. Vagando per le 18 buche, tra un green ed un bunker hanno potuto stalkerare una nutrita famiglia di canguri, avvistando anche la mamma col marsupio occupato. Ora si che […]

Top of the Rock ’21

Postato da Vlao IL 11 Gennaio 2022 - 21:14 Aggiungi Commento

L’attività di Vlao sul blog latita da un po’, ma la classifica Top of the Rock di fine anno è una tradizione che si protrae dal lontano 2007 e va onorata sempre anche per l’appena conclusosi 2021.

A ruota delle 10 posizioni la consueta playlist Spotify che potete ascoltare per ripercorrere i migliori momenti musicali dell’anno trascorso secondo i rinomati padiglioni auricolari di Vlao.

Top of the Rock edizione 2021

Istruzioni per l’uso: se cliccate sulle copertine o sul titolo dei dischi andate direttamente alle rispettive recensioni fatte su Ondarock (il mio sito di riferimento), se volete un assaggio di musica invece cliccate sul video linkato o andate alla playlist Spotify a fine classifica.

1. Arlo Parks – Collapsed in Sunbeams

Penso che sia la prima volta che una cantante donna troneggia nella classifica annuale di Vlao, bisognerebbe andare a ricontrollare ma credo proprio che Arlo Parks , pseudonimo di Anaïs Oluwatoyin Estelle Marinho, abbia infranto per prima questo tabù. La cantautrice britannica con il suo Collapsed in Sunbeams si è meritata il primato, certificato anche dalle statistiche di ascolto fornite dai social musicali fruiti da Vlao. Un disco di esordio veramente promettente per una classe 2000 che ha il futuro dalla sua parte. 

VIDEO: Hope

2. Villagers Fever Dreams

Ecco in seconda posizione un altro gruppo menzionato per la prima volta in charts nonostante non sia una compagine di primo pelo, avendo già alle spalle più di 10 anni di carriera. Gli irlandesi Villagers irrompono direttamente sul podio del 2021 con Fever Dreams un album che a Vlao ha ricordato, come stile, autori a lui cari (vedi Andy Shauf, Jim Guthrie) e che contiene perlomeno 3-4 canzoni tormentone che hanno caratterizzato il 2021 vlaoviano.

VIDEO: The First Day

3. Black Country, New Road – For the First Time

Un’altra nuova scoperta a completare il trittico di testa 2021. I Black Country, New Road si sono meritati il terzo gradino del podio grazie ad un ottimo album di esordio. For the First Time, infatti, è la prima opera in studio per i ragazzi inglesi, canzoni lunghe e articolate, chitarra, sassofono, basso, violino, strilli e sonorità che riportano alla mente gli Slint per 40 minuti da non sottovalutare. Vlao li avrebbe visti volentieri live ad Ancona, se non fosse stato per il covid che ha fatto saltare per ben due volte l’appuntamento. Per l’occasione si sarebbe portato appresso Leorol, l’unico permeabile da questa musica non proprio accessibilissima data l’ormai deriva mainstream dei compianti Danco e Danske. E invece sarà per la prossima.

VIDEO: Science Fair

4. Mogwai – As the Love Continues

Ecco, questo invece è un grande classico, ogni disco dei Mogwai è una garanzia. Nessun sconvolgimento di stile, anche As the Love Continues rimane nel solco dei precedenti lavori lasciando in dote altre perle da aggiungere alla lunga produzione della band. Sono ormai diventati dei mostri sacri e il loro sound è sempre saldamente riconoscibile. Fedeli alla linea così come Vlao

VIDEO: Dry Fantasy

5. IosonouncaneIra

Ecco l’unico italiano in gara, ma qui di italiano c’è ben poco. Un disco mastodontico, 110 minuti, 16 canzoni, difficile da digerire. E’ chiaro che sia qualcosa di unico nel panorama musicale mondiale oltre che nostrano. L’impresa che vi pone davanti Iosonouncane è qualcosa che merita attenzione, Ira è un progetto dalle mille facce che richiede dedizione e che saprà ripagarvi dell’impegno profuso nella sua impegnativa decifrazione.

VIDEO: Hiver

6. BadBadNotGood – Talk Memory

Uno stile particolare per i BadBadNotGood che mischiano il rock con il jazz creando un mix alternativo. Provate ad ascoltare Talk Memory e sarete trasportati in nuovi territori che amplieranno i vostri orizzonti. Sicuramente una nomination particolare per lo standard delle segnalazioni di Vlao.

VIDEO: Love Proceeding

7. Low – Hey What

Continua l’evoluzione dei Low, con Hey What si spingono sempre più avanti. La texture della copertina è come se fosse l’interferenza da cui escono le canzoni, rumori ruvidi e grezzi che si dissolvono per lasciare spazio alle parole e alle note. Un gruppo in perenne evoluzione che non delude mai.

VIDEO: White Horses

8. Arab Strap – As Days Get Dark

Vlao si ricorda di aver visto gli Arab Strap live al Lazzaretto ad Ancona, in una serata in cui suonavano anche i mitici Giardini di Mirò. Non so quanti anni siano passati da quel di, sarà stato il 2005 come minimo e da allora i nostri sembravano essere spariti dalla circolazione. Invece dopo 16 anni eccoli ancora con nuova musica. Ce ne ha messo di tempo il duo scozzese a ritrovare l’ispirazione e As Days Get Dark è il risultato.

VIDEO: The Turning of Our Bones

9. Sufjan Stevens & Angelo De Augustine – A Beginner’s Mind

Uno a cui l’ispirazione non manca mai è il sempre molto produttivo Sufjan Stevens che, ai suoi molteplici album strumentali, quest’anno abbina anche questo disco cooperativo con Angelo De Augustine con cui vira verso il folk che lo ha reso celebre. A Beginner’s Mind riesce a regalare una manciata di buone canzoni che lo rendono meritevole di nomina in classifica. Vlao però è sempre in attesa del discone… che sa che prima o poi arriverà e si prenderà la posizione n. 1, questo non è il caso.

 VIDEO: Back to OZ

10. The Notwist – Vertigo Days

Ritorno alla ribalta anche per i The Notwist che dopo il classico Neon Golden, finito con pieno merito nella classifica del decennio (anni 90 vs anni zero), avevano perso qualche colpo. Con Vertigo Days ritornano in quota facendo ben sperare per future produzioni di livello.  

VIDEO: Where You Find Me

 

 

ARCHIVIO: Le top of the rock degli anni passati

2007 2008 2009 2010
2011 2012 2013 2014
2015 2016 2017 2018
2019 2020

 

Finalmente il mare… il mare delle Andamane!

La sciarpa multicolor

La sciarpa multicolor

Facciamo subito a prendere confidenza con Klong Nin Beach la nostra lunga spiaggia. Ci facciamo immediatamente un tuffo e poi pensiamo alla cena. Di pad thai non ne vogliamo più sentir parlare, abbiamo imparato la ricetta nel corso da masterchef e lo riproporremo a casa a suo tempo, ora siamo più attratti dal pesce!

Vlao e Fernet vanno in avanscoperta e si prendono la responsabilità di negoziare per il gruppo. Cercando tra i vari ristoranti scelgono quello il cui banco ittico ha meno mosche degli altri. Dopo una lunga trattativa con il grigliatore i due raggiungono un accordo per un menu a base di pesci dai colori stranigamberoni e patate lesse.

E’ vero, il servizio lascia un po’ a desiderare, ma per un lutto improvviso, questa la spiegazione ufficiale, il grigliatore ha dovuto lasciare la carbonella nel momento topico e lo staff, di conseguenza, si è trovato un po’ in difficoltà. Il ritardo però ci ha fatto godere a pieno dello spettacolo del mangiatore di fuoco, un classico della riviera che ci ha allietato durante la lunga attesa.

Nel primo giorno di mare decidiamo di affittare un’imbarcazione locale, di quelle con la prua “vichinga” e la sciarpa arcobaleno intorno al collo. Il nostro equipaggio ci porta ad ammirare quattro isolette vicine a Ko Lanta e, dopo un’ora di navigazione e con le orecchie che ci fischiano, siamo pronti a vestire i panni dei palombari e con maschera e boccaglio scendiamo sotto il livello del mare in cerca della fauna locale.

La spiaggia di Ko

La spiaggia di Ko Ngai

Per pranzo attracchiamo a Ko Ngai e, sulla sua sabbia stile Maldive, ci rifocilliamo in attesa della visita alla spiaggia nascosta, una caletta accessibile solo percorrendo a nuoto una buia grotta lunga 80 metri la Emerald Cave.

Arrivati sul posto, seguiamo in fila indiana la nostra guida munita di torcia cercando di nuotare in avanti anche se il nostro giubbetto arancione ci permetta movimenti più goffi del solito. Sbucati in fondo al tunnel ci si para davanti una vista da cartolina siamo circondati da rocce per 360°, siamo in una specie di cratere marino accessibile solo in via subacquea. Uno spettacolo!

Torniamo alla base più affamati che mai, non abbiamo voglia di fare molta strada, ma visto che il bancopesce del nostro resort non è rassicurante, decidiamo di spostarci più a nord, in un ristorante tipico che successivamente denomineremo la topaia per ovvie ragioni. A fine pasto Vlao, contro ogni tradizione, non chiede nemmeno il tourleaderfree pur di non ritardare la procedura di evacuazione.

Parcheggi affollati a Phi Phi Island

Parcheggi affollati a Phi Phi Island

Dobbiamo bere per dimenticarci della cena e per questo concludiamo la serata in grande stile sorseggiando cocktail a base di litchi, passion fruit e mango ad una caratteristica festa jamaicana. Jean, in grande spolvero, crea scompiglio con la mossa del televisore e con i suoi balli improbabili rischia più volte l’incolumità prima che la serata volga lentamente al termine.

Per il secondo giorno di mare è d’obbligo soddisfare, almeno in parte, i nostri amici brexit con la visita a pipi.. fifi… paipai… insomma Phi Phi Island, che dir si voglia. Con un occhio alla cassa comune, scartiamo l’opzione motoscafo privato e decidiamo di spostarci con il primo traghetto disponibile. Sul vascello abbiamo la fortuna di incontrare un certo Pippoinzaghi che ci prenota una barchetta tutta per noi per una visita personalizzata.

Con la nostra bagnarola ci dirigiamo verso Koh Phi Phi Lee dove facciamo tappa all’inflazionatissima Maya Beach, una spiaggia tanto bella quanto affollata resa famosa dal film con Di Caprio. Nonostante tutto troviamo una spiaggetta laterale vivibile e riusciamo goderci un po’ questo luogo paradisiaco rovinato un’eccessiva popolarità. Per la via del ritorno facciamo altre sostebagno e passiamo a salutare le scimmie ammaestrate di Monkey beach osservandole mentre scolano bottiglie di coca come se niente fosse.

Risaliamo sul ferry boat che ci porta verso casa in perfetto orario per consentire a Martimarti di imbastire una sorta di beach volley a bagno maria. Fatte le squadre ci sfidiamo fino a che il sole non si tuffa nel mare come nella più bella delle cartoline.

Un’altra memorabile giornata volge al termine… cenetta in spiaggia, Singha ghiacciata e tutti pronti per le nuove avventure che ancora ci aspettano

TUTTOTHAI 2017

Indice

Episodio 1 Il mercato galleggiante, le cascate di Erawan e le rovine di Ayutthaya link
Episodio 2 In bici a Sukothai e poi rotta verso Chiang Mai link
Episodio 3 Doi Suthep, Masterchef Thailandia e il Trekk link
Episodio 4 Chiang Rai, il White Temple e tutti al mare link
Episodio 5 Il mare delle Andamane, Ko Lanta e Phi Phi Sei qui
Episodio 6 Ko Rok e il treno notturno link
Episodio 7 e per finire Bangkok link
 Extra Foto Album  link

Birrificio Artigianale Il Doganiere

Postato da Vlao IL 14 Febbraio 2021 - 11:41 Aggiungi Commento
Visto il momento attuale che prevede l'abolizione dei viaggi, Vlao si è trovato in difficoltà nello spendere il suo tempo libero, niente itinerari da pianificare, escursioni da organizzare, viaggi da capitanare... e così, approfittando di un azzeccato regalo per il suo quarantennio, si è buttato a capofitto sulla pratica dell'homebrewing, ovvero della birrificazione casalinga! Un hobby che in realtà nasconde un mondo in esponenziale sviluppo in cui Vlao si è addentrato in punta di piedi da perfetto niubbo. Ha vagato tra siti, blog, libri in pdf, ha studiato parecchio tra forum e youtube, tra approcci scientifici e altri più empirici. Alla fine ...

Top of the Rock ’20

Postato da Vlao IL 15 Gennaio 2021 - 18:48 Aggiungi Commento
Il 2020, anche non essendo un anno da annoverare tra i migliori, non può andare in pensione senza la classifica musicale di Vlao. Nonostante il nostro paladino abbia un po' perso il vizio di aggiornare le pagine del blog, ci sono tradizioni che meritano di non essere abbandonate. Anche perché nei mesi di lockdown la musica non è mancata in casa Vlao ed anzi, proprio le lunghe sessioni di puzzle in compagnia di Martimarti, hanno influenzato pesantemente la classifica annuale, stranamente costellata di cantanti italiani. Queste sono le prime 10 posizioni che si sono delineate durante l'anno cosiddetto del Covid, tra new ...

Weekend in Chianti – Il Pagellone

Postato da Vlao IL 9 Luglio 2020 - 14:53 Aggiungi Commento
Passata la fase acuta dell'epidemia bisogna ricominciare a muoversi! E con il primo weekend fuori ritornano anche, a grande richiesta, le immarcescibili pagelle! Sede del ritiro spirituale, un agriturismo nella campagna toscana dotato di tutti i confort, con tanto di piscina e cene "fusion" servita in terrazza. Il Weekend in Chianti, ideato e diretto da Martimarti ha coinvolto una serie di personaggi che si sono distinti per indubbie qualità ed eterogenee abilità. Ma ora veniamo al dunque e analizziamo nel dettaglio chi si è espresso nel migliore dei modi e chi invece ha deluso le aspettative proprio sul più bello. Martimarti 8,5: Capogruppo della ...

#Covid19: sette settimane di quarantena

Postato da Vlao IL 28 Aprile 2020 - 16:39 Aggiungi Commento
Buongiorno a tutti da Vlao.it, la reclusione continua, nonostante si vedano i primi spiragli di luce, ancora la vita normale è sostituita da quella sotto Covid19 (qui a destra in una foto di repertorio) Qui, nella casa, Martimarti ha ormai sfondato quota 50 giorni di "ferie forzate", in pratica sta facendo un corso accelerato di pensionamento, mentre Vlao è diventato un esperto di smartworking e fa un salto al porto solo di tanto in tanto. Da questa situazione, quella che viene maggiormente turbata, è Nespola che accusa il drastico aumento della presenza umana tra le mura domestiche e sta escogitando di nascosto un piano ...
Chi l'avrebbe mai detto che il modo migliore per vedere i canguri sia recarsi ad un golf club? Invece è proprio così, la Lonely Planet non mente, ed è così che Vlao e Martimarti, a bordo di una macchinina elettrica, hanno provato l'emozione di avere un incontro ravvicinato con questi bipedi saltellanti. [caption id="attachment_8542" align="alignright" width="300"] I marsupiali per eccellenza[/caption] Vagando per le 18 buche, tra un green ed un bunker hanno potuto stalkerare una nutrita famiglia di canguri, avvistando anche la mamma col marsupio occupato. Ora si che i nostri possono considerarsi soddisfatti. Ormai il viaggio sta giungendo alla fine ed elencando tutto ...

#Covid19: due settimane di quarantena

Postato da Vlao IL 25 Marzo 2020 - 17:58 Aggiungi Commento
Far passare due settimane di quarantena non è poi così facile, qualcosa bisogna inventarsi... Vlao e Martimarti, rinchiusi tra le quattro mura domestiche insieme a Nespola, si sono impegnati in vari campi con alterne soddisfazioni SERIE TV finalmente c'è tempo in abbondanza per una full immersion che consenta di non perdere il filo del racconto The Man in the High Castle. Archiviata anche la stagione 2 di questa serie tratta da un romanzo di P.K.Dick, scrittore tra i più presenti nella libreria di Vlao. Parla di un futuro distopico dove la guerra mondiale è stata vinta da Germania e Giappone che si sono ...

Cronache del Coronavirus

Postato da Vlao IL 13 Marzo 2020 - 15:04 Aggiungi Commento
Saranno stati i primi di febbraio quando Vlao coglie la notizia di un virus che sta mietendo vittime in una città sperduta della Cina, Wuan. Città per modo di dire, in realtà è una metropoli di 11 milioni di abitanti, che i cinesi stanno mettendo in quarantena per arginare il rischio contagio. Video di strade deserte, posti di blocco per entrare ed uscire dalla zona, ospedali in costruzione con decine di ruspe in movimento sincronizzato. Sembra un film. Alcuni ipotizzano di un agente patogeno uscito dai laboratori cinesi, altri parlano di un virus inviato direttamente da Trump per risolvere la guerra dei dazi, ...

Top of the Rock ’19

Postato da Vlao IL 15 Gennaio 2020 - 17:50 Aggiungi Commento
Per iniziare il nuovo anno discografico per prima cosa bisogna tirare le somme di quello passato. Per questo Vlao non si esime nemmeno questa volta nello stilare la sua personalissima classifica che contiene gli album nati nel 2019 e che gli hanno tenuto compagnia negli ultimi 12 mesi. 10 posizioni per riassumere quel che di nuovo ha colpito il suo orecchio, da vecchi marpioni tornati alla ribalta, a nuove band tutte da scoprire, una classifica più rock rispetto alle ultime edizioni nelle quali Vlao forse si era ammorbidito troppo. Ecco a voi la Top of the Rock 2019 ed a seguire la relativa ...