Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
  • Australia Pt.4 – Territori del nord, swag e crazy animals

    Il volo Airnorth verso Darwin prevede un folkloristico scalo in uno sperduto aeroporto in mezzo alla vegetazione con ben due gate, uno per scendere e uno per risalire poco dopo. Giusto il tempo di una sosta toilet per battezzare la penisola di Gove e via. Espletate le necessità fisiologiche Vlao e Martimarti giungono a Darwin dove, in attesa di aggregarsi ad un tour organizzato per la visita dei parchi Kakadu e Litchfield, alloggiano in un lussuoso hotel a gestione cinese con […]

  • Orinatoi, boccali truccati ed altre amenità

    Sicuramente capiterà anche a voi di vedere, mentre navigate su internet o su Facebook, pubblicità calibrate in base ai vostri gusti, o meglio in base alle vostre ricerche. A volte capita che questi consigli per gli acquisti si spingano un po’ oltre fino a segnalarvi articoli dei quali non conoscevate nemmeno l’esistenza. Vlao, per esempio, si imbatte spesso nel banner pubblicitario di Aliexpress, sito cinese dal quale è possibile acquistare una moltitudine di gadget alcuni dei quali indubbiamente geniali. Tra le proposte […]

  • Australia Pt.3 – Coccodrilli, casuari e crociere Vip

    E’ giunta l’ora di ripartire, direzione Cape Tribulation. A bordo di una scattante Hyundai Accent, l’auto più brutta del pianeta dopo la Fiat Duna, la strada che si addentra nella foresta pluviale scorre via veloce. Perlomeno fino ad incontrare il fiume Daintree dove è inevitabile la sosta chiatta per attraversarlo da una sponda all’altra. Vlao e Martimarti approfittano della pausa per godersi una rilassante crociera alla ricerca dei coccodrilli che proliferano in zona. Così, a bordo di un avveniristico natante elettrico, accompagnati dal capitano, dal […]

  • Vlao e la Google Maps Timeline

    Non so se è arrivata anche a voi una mail da Google Maps Timeline con la cronologia del 2018… in pratica il gigante di Mountain View ha pedinato per tutto l’anno il vostro cellulare e quindi, di conseguenza, voi stessi e ha riassunto quello che avete fatto negli ultimi 365 giorni. Chiaramente tutto a seguito di un vostro più o meno esplicito consenso. I dati raccolti sono interessanti, io ho scoperto di aver visitato 105 luoghi, 39 città e 3 […]

  • Top of the Rock ’18

    Mentre il panorama musicale italiano è invaso dalla musica trap Vlao rimane fedele alla sua linea rock e non si fa contagiare dalle mode (orribili) del momento. Mode alle quali si sono conformati esperti musicali del calibro di Danco e Danske che, nonostante la loro veneranda età, non si rendono ancora conto di essere scaduti qualitativamente a livelli pattumieristici, ma perlomeno, saggiamente aggiungo io, evitano ormai da anni di postare le loro classifiche di fine anno per non correre il rischio […]

Vasco, Bibione e la scommessa vinta

Postato da Vlao IL 30 Maggio 2018 - 14:43 Aggiungi Commento

Per partecipare alla data zero del tour di Vasco a Lignano Sabbiadoro, Vlao e Martimarti sono stati “costretti” a inventarsi un weekend di relax per ammortizzare i km che separano Ancona dal Friuli Venezia Giulia.

La città della Spal

Per prima cosa, per spezzare il viaggio di andata, hanno deciso di inserire una tappa a Ferrara, la città della Spal, dove sotto il primo vero caldo estivo si sono girati tutto il centro storico già in fermento per l’incombente e attesissimo palio.

Dopo essere passati a salutare l’estense Alice, reduce thailandese, i due si sono divorati la prima pizza di una lunga serie e si sono mimetizzati nella movida del Venerdì degustando cocktail locali come il Si salvia chi può o l’Apelle Mule.

Il sabato mattina, dopo aver percorso parte delle mura cittadine, i nostri si sono messi in viaggio verso Bibione la ridente cittadina balneare scelta come base strategica per assistere al concerto di Lignano.

Un luogo non proprio congeniale ai gusti di Vlao che già disprezza gli stabilimenti di Palombina, figuriamoci una fabbrica di turismo come questa…

Dalle foto dall’alto Bibione è una fila interminabile di ombrelloni disposti geometricamente a quadrati, una spiaggia infinita che divide gli hotel dall’acqua e un assembramento di persone che sudano al sole.

Gli ombrelloni di Bibione

Vlao e Martimarti pensavano che a Maggio fosse ancora presto per andare al mare a queste latitudini e si erano già preparati il piano b a base di terme.

Però una volta raggiunto l’hotel, Concordia come la nave di Schettino, si sono trovati catapultati in piena estate e, facendo buon viso a cattivo gioco, non hanno esitato un istante a sfruttare la spiaggia tanto bistrattata, i lettini e l’annesso ombrellone.

Contorniati da una marea di tedeschi e austriaci i nostri si sono sentiti subito in vacanza e, anche se il mare non è poi tutto sto gran che, alla fine hanno apprezzato molto il soggiorno riuscendo a sfruttare al massimo i sevizi offerti dall’hotel, come la bicicletta a noleggio gratuita per percorrere la lunghissima pista ciclabile e la piscina riscaldata abbinata a stravacco sui lettini, birra e noccioline.

L’unica nota dolente riscontrata è stato il cibo, i ristoranti presenti in quantità lungo il viale principale sono prettamente teutonic-oriented, ed è normale trovare nel menù piatti abominevoli come la pizza all’ananas al posto di un più allettante spaghetto alle vongole.

Addirittura Vlao si è dovuto sorbire la telecronaca della finale di Champions Liverpool-Real Madrid in tedesco! La cosa però ha portato fortuna dato che, grazie alla sua scommessa, risultato secco 3-1 per i Blancos salvato al 90° da un invasore che ha fermato Ronaldo davanti al portiere, gli Unifriends, che allo stesso tempo si riunivano al Mulligan, hanno risanato il bilancio Snai.

Vasco 2018 – Data zero Lignano

A concludere il weekend poi è arrivata la ciliegina sulla torta. Il concerto di Vasco, non quello della Centrale Elettrica, ma quello di Vita Spericolata che ha allestito un super mega show, con tanto di coriandoli e fiamme di fuoco, nel quale ha ripercorso la sua ormai ultra quarantennale carriera.

Grazie ai biglietti VIP rimediati da Martimarti, con tanto di posto riservato, c’è stato anche il tempo, prima di entrare allo stadio Tehil, di mangiare la terza pizza in tre giorni in un ristorante pergiunta dalle sembianze italiane.

La visuale dalla tribuna è stata ottima e Vlao e Martimarti, come tutti i 26.000 spettatori della data zero del tour 2018, sono rimasti soddisfatti dal sessantaseienne Blasco che è arrivato indenne fino alla fine sfruttando sapientemente gli assoli dei suoi musicisti per ricaricarsi un po’ dietro le quinte.

Con l’ultima notte al Concordia si è chiuso il weekend alternativo, solita abbondante colazione e via verso casa, non tralasciando una sosta rifocillante a Comacchio per gustare finalmente un piatto di spaghetti con le vongole come si deve!

Alla faccia dei tedeschi!

La stagione fantacalcistica 2017-18

Postato da Vlao IL 23 Maggio 2018 - 14:57 Aggiungi Commento

E con il campionato di Serie A va in archivio anche la stagione fantacalcistica 2017-2018Un’annata ricca di soddisfazioni per le compagini anconetane partecipante alla Master League Fantacalcio (link).

Dinamo Erceg ed FC Eliechia sono state entrambe promosse, La Dinamo di Vlao approda per la prima volta in serie A e mette in bacheca la seconda promozione in due anni di iscrizione alla lega.

FC Eliachia di Rouge passa invece dalla C alla B con un’annata da incorniciare che la decreta prima squadra del torneo per fantamedia. Per entrambe il secondo posto nel girone da 12 squadre non basta a festeggiare il titolo di serie, ma garantisce comunque la qualificazione ai gironi della prossima Champions League.

Oltre che in campionato le due formazioni hanno fatto una fantastica annata anche in coppa portando a casa due ambitissimi trofei.

La Dinamo Erceg infatti si è aggiudicata la MLF Cup vinta in una rocambolesca finale finita solo ai rigori r ad oltranza per giunta. Fatale l’errore dal dischetto di Rugani 5.5 per Rhoan the Brave e la freddezza dagli undici metri di Stoian che con il suo 6,5 in pagella ha regalato il primo trofeo in bacheca alla squadra di Vlao che si riscatta dopo la finale di Junior League dell’anno scorso persa ai rigori, e contro ogni pronostico, nel derby con FC Eliachia.,

FC Eliachia, dalla sua, si conferma regina di coppe e aggiunge come secondo trofeo al suo personale palmarès una bella Europa LeagueUn percorso brillante ha portato la compagine allenata da Rouge alla finale unica contro i Tori Brianzoli. Nella partita più importante della stagione la squadra però non è andata oltre ad un misero 64,5 che clamorosamente le è bastato per alzare la coppa visto il penoso 53 racimolato dai tori.

Il blocco Lazio formato da Ciro Immobile, capocannoniere di serie A con 29 goal, Stefan De Vrij, difensore da 6 goal, e Senad Lulic sono il comune denominatore che ha spinto in alto Dinamo Erceg e FC Eliachia, ma sono tanti i nomi che meritano di essere festeggiati per aver contribuito fattivamente alle splendide cavalcate stagionali.

Ora il meritato riposo estivo, con il mondiale senza Italia e il calciomercato d’Agosto che ridisegnerà la Serie A, c’è ancora parecchio tempo per scegliere le riconferme e preparare l’asta di settembre dove chissà se verranno coinvolti anche Bartelt e Zander reduci del mitico Torneo12 e rimasti fermi ai box per questa stagione…

Dinamo Erceg

FC Eliachia

1-Handanovic (INT)  1- Allison (ROM)
2-Toloi (ATA)  2- Koulibaly (NAP)
3- De Vrij (LAZ)  3- De Vrij (LAZ)
4- Miranda (INT)  4- Castan (CAG)
5- Parolo (LAZ)  5- Chiesa (FIO)
6- Veretout (FIO)  6- De Roon (ATA)
7- Lulic (LAZ)  7- Lulic (LAZ)
8- Castro (CHI)  8- Barberis (CRO)
9- Immobile (LAZ)  9- Immobile (LAZ)
10- Inglese (CHI)  10- Insigne (NAP)
11- Lapadula (GEN)  11- Paloschi (SPA)
12- Padelli (INT) 12- Meret (SPA)
13- Castan (CAG) 13- De Silvestri (TOR)
14- Felipe (SPA) 14- Felipe (SPA)
15- Stoian (CRO) 15- Giaccherini (CHI)
16- Padoin (CAG) 16- Padoin (CAG)
17- Farias (CAG) 17- Birsa (CHI)
18- Kowncki (SAM) 18- Defrel (ROM)

Il Turchiaraduno anconetano

Postato da Vlao IL 15 Maggio 2018 - 16:22 Aggiungi Commento
Rai4 che mette in onda Mediterraneo è stata la scintilla che ha risvegliato il gruppo whatsapp "no kebab Turchia". Le immagini di Castellorizo e della sua baia hanno rinfrescato i ricordi del viaggio di 5 anni fa (Turchia Discovery) e, in contemporanea, la voglia di organizzare un nuovo raduno dopo quello ormai mitico di Parigi (Turchiaraduno à Paris). [caption id="attachment_7739" align="alignright" width="300"] Ancona e il suo porto[/caption] Sta volta, visto lo zoccolo duro marchigiano, rafforzato rispetto al 2013 dall’importazione definitiva di Martimarti e dal ritorno alla base di Mariano, la location prescelta è stata Ancona. Già nella serata di venerdì i treni provenienti dal nord hanno scaricato ...
Oggi è il giorno dei salares, che uno la Bolivia se la immagina così… una tavola di sale dove scorrazzare senza meta... una distesa bianca e un cielo azzurro. [caption id="attachment_7716" align="alignright" width="300"] Scorrazzando per il salar[/caption] In effetti, abbandonata la “riva” si ha proprio la sensazione di essere in mare aperto, non ci sono piste né tanto meno strade, si viaggia puntando qualcosa all’orizzonte e si naviga dritto per dritto fino a raggiungerlo. Non ci sono onde, il sale essiccato dal sole forma i caratteristici esagoni che accostati l’uno all’altro creano una fantascientifica pavimentazione su cui le jeep sfrecciano senza lasciare segno. La luce ...

Unicenozza Insensibile Edition

Postato da Vlao IL 19 Aprile 2018 - 17:40 Aggiungi Commento
Dopo i soliti rinvii abbiamo finalmente quagliato. L’Unicenozza si ripropone in veste bavarese con molta carne al fuoco oltre ai salsicciotti teutonici. Non ci vediamo da tempo, e non abbiamo ancora affrontato temi scottanti di attualità. Tramite l’utilissima chat di whatsapp è stato stilato anche un apposito ordine del giorno per cercare di affrontare i fatti salienti capitati dall’ultima cenozza in poi. Una scaletta di 8 punti tra i quali: Scenario politico italiano e ipotesi di governo; Quadro politico internazionale e riverberi di guerra fredda; Analisi Real Madrid – Juventus e proiezioni Champions; Live Serie A e pronostici di classifica; Status economia marchigiana ...

Per le langhe ad assaggiar vino

Postato da Vlao IL 30 Marzo 2018 - 15:08 Aggiungi Commento
Come sommelier Vlao è un po’ scarso, le sue conoscenze si limitano a distinguere il vino rosso da quello bianco e poco più. Può dire se un vino gli piace o no, ma il suo standard è rappresentato dal Piersanti da 1,65 a bottiglia del Tuodi, non proprio il top a detta di chi se ne intende. Martimarti invece ha un livello più elevato e preferisce l’acqua ai vini per poveri con cui si rifornisce Vlao. Quando però a tavola sono presenti determinate bottiglie, Pecorino, Ribolla Gialla, un bel Rosso Conero, non disdegna un bel bicchierozzo. Il weekend nelle langhe proposto da Mrs ...
La portita Martinita, è così che comincia sempre la giornata, con Palermo che fa presente a Martimarti che ha chiuso con troppo garbo lo sportello del Land Cruiser. [caption id="attachment_7569" align="alignright" width="300"] L'Italia Perdida[/caption] I nostri autisti vivono in simbiosi con il loro mezzo e non hanno bisogno di spie o avvisi elettronici per capire qualsiasi anomalia, basta il loro attento orecchio. Questi gipponi rudi e crudi non sono abituati alla grazia della gente di città, affrontano di tutto lungo il loro percorso, sassi, sabbia, acqua, fango, vento, freddo, caldo… e superano qualsiasi cosa senza battere ciglio e i nostri driver li conoscono a memoria, buon ...

Il nevò del 2018: se viene da mare tacca

Postato da Vlao IL 1 Marzo 2018 - 19:50 Aggiungi Commento
Se viene da mare tacca… questo detto anconetano, unito alle previsioni della discesa del gelido Burian dalla Siberia, avevano indotto la sindaca Mancinelli a proclamare la chiusura delle scuole con diversi giorni di anticipo. Secondo il meteo la neve sarebbe dovuta scendere non più tardi del pomeriggio di domenica, anche a bassa quota,  ma, nonostante le danze propiziatorie di Martimarti, nemmeno un fiocco si è posato a terra nel weekend. Quando il lunedì mattina Vlao si è svegliato speranzoso e invece, dalla finestra, ha avvistato solo un velo di neve sopra i tetti, la delusione è stata cocente. Dalla successiva rassegna giornaliera dei social, ...
[caption id="attachment_7449" align="alignright" width="300"] Il geyser di El Tatio[/caption] Camminare sull’asfalto è una sensazione che ci mancava da un po’, il Cile è un altro pianeta rispetto alla Bolivia, qua incontriamo anche dei turisti cosa che fino ad ora ci era capitata di rado. Nei cunicoli salati della Valle della Luna bisticciamo con dei francesi che non hanno capito il significato di senso unico… il tramonto ce lo dobbiamo dividere con altre decine di spettatori… e per mangiare dobbiamo prenotare, a meno di non decidere di svaligiare un baracchino che smercia hot dog gourmet! In compenso i luoghi che visitiamo sono fantastici quanto quelli boliviani… ...