Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
  • Top of the Rock ’18

    Mentre il panorama musicale italiano è invaso dalla musica trap Vlao rimane fedele alla sua linea rock e non si fa contagiare dalle mode (orribili) del momento. Mode alle quali si sono conformati esperti musicali del calibro di Danco e Danske che, nonostante la loro veneranda età, non si rendono ancora conto di essere scaduti qualitativamente a livelli pattumieristici, ma perlomeno, saggiamente aggiungo io, evitano ormai da anni di postare le loro classifiche di fine anno per non correre il rischio […]

  • 2018 l’anno in blog

    Anno “particolare” questo 2018 che ci ha appena salutato. Per Vlao rimarrà senz’altro tra quelli più importanti della vita in quanto contenitore di un giorno speciale e irripetibile, quel 29 Settembre che ha riunito in un solo luogo tutti gli amici e i parenti per festeggiare le nozze con Martimarti. 29 Settembre 2018 – Un giorno memorabile Una festa coi contro fiocchi che ha portato a cascata il viaggio di nozze in Australia del quale, su queste pagine, potete leggere il […]

  • Australia pt.2 – Dal fish market alla barriera corallina

    Il terzo giorno di Sydney inizia con la pioggia che fortunatamente cessa dopo la, ormai classica, sontuosa colazione nel baretto accanto all’hotel. La visita al botanic garden rivela gradevoli sorprese come la mostra delle piante carnivore e l’avvistamento del Kokaburra lo strano uccello di cui prima solo Bratz e il Cometa conoscevano l’esistenza. Dal parco la vista sull’Opera House con lo sfondo dell’Harbour Bridge è mozzafiato e, solo dopo una serie interminabile di scatti e autoscatti, Vlao e Martimarti decidono di abbandonare […]

  • London ’18 – Turchiaraduno

    Porca vacca sono passati dieci anni dalla trasferta londinese del 2008 (link)! Della vecchia guardia solo Vlao e il Cometa sono rimasti, tutta la restante formazione è stata rivoluzionata, ma quello che non è cambiato è il risultato, sempre positivo, con i tre punti in trasferta. Oggi come allora… eccovi la pagella ufficiale:   Le PAGELLE del TURCHIARADUNO LONDINESE Italian Sister 8+: La vera mente pensante della squadra. E’ da lei che partono gran parte delle azioni. E’ lei che […]

  • Australia pt.1 – Airport security e le attrattive di Sydney

    Quando uno pensa all’Australia cos’è la prima cosa che gli viene in mente? Esatto, i megacontrolli all’aeroporto! Dove i bagagli degli avventori provenienti da tutto il mondo vengono vivisezionati minuziosamente alla ricerca della più piccola traccia di prodotti che possano essere pericolosi per l’ecosistema australiano. Proprio per questo, quando Vlao e Martimarti sono sbarcati a Sydney erano già pronti psicologicamente a subire le angherie della dogana rese celebri da trasmissioni tipo Airport Security. Scesi cautamente dal volo AirIndia, senza nemmeno fregare la copertina […]

Vlao editore: Collana viaggi nel mondo – Irlanda

Postato da Vlao IL 30 Dicembre 2015 - 15:08 Aggiungi Commento


Mappa irlanda2 (Custom)E’ da un po’ in silezio stampa… ma Vlao non è rimasto mani in mano, anzi. Risale alle ultime settimane la sua ultima produzione cartacea… il fotolibro dell’Irlanda infatti è uscito dalle stampanti Blurb proprio nel mese di dicembre.

Un anno e passa di distanza dal giorno del ritorno dalle avventure nell’isola smeraldo. Tutto questo tempo passato, forse eccessivo diranno in molti, è comunque stato fondamentale per l’ottima riuscita del progetto.

Vlao non si è limitato a sistemare, selezionare e impaginare le foto ma, come nelle sue ultime creazioni in cellulosa, ha incluso anche l’ormai tradizionale resoconto di viaggio, un simpatico accorgimento che rende ancora più ricco e piacevole lo sfogliamento delle pagine.

Dopo Marrakech Discovery e Tutto Nepal questo è il terzo fotolibro in tutti i sensi. Foto perché raccoglie le immagini più significative del viaggio e lo documenta visivamente, libro perché racconta il suo svolgimento fissando anche quegli episodi che magari sfuggono all’occhio della macchina fotografica.

Il viaggio in Irlanda è stato un viaggio fai da te che Vlao ha progettato e portato a termine in coppia con Martimarti. Sicuramente avrete avuto modo di leggere su queste pagine alcune delle puntate uscite tra Settembre e Dicembre 2014 (link). Ma se per puro caso non lo avete fatto, magari questo potrebbe essere un ottimo modo per ripassarle in maniera alternativa.

Vi riporto qui di seguito l’anteprima del libro che potete spaginare anche a tutto schermo, inoltre ho creato una pagina ad hoc dove potete trovare tutti i fotolibri editi by Vlao… guardate su in alto, vicino ai fotoalbum… lì c’è il nuovo Vlao’s Bookstore (link).

Chiaramente il prossimo tomo sarà dedicato alla Namibia, le foto ci sono già, la storiella pure… basta solo che Vlao trovi un po’ di ispirazione e qualche pomeriggio da dedicare all’impaginazione

Speriamo di non risentirci a Natale 2016 per la nuova uscita!

 

Reunion lariana

Postato da Vlao IL 11 Dicembre 2015 - 16:52 Aggiungi Commento
Como natalizia

Como natalizia

Supponendo che una fotografia stampata possa pesare 10 grammi, dal raduno namibiano di Como saremmo tutti tornati a casa con 80 kg di foto a testa. Per fortuna, con l’avvento del digitale, le foto pesano soltanto pochi kilobyte e si possono trasportare comodamente in una minuscola chiavetta usb.

La tecnologia ha facilitato di gran lunga il trasporto, ma non ha fatto niente per ridurre i tempi. Anzi, il gran numero di scatti consentiti dalle macchine digitali ha impedito a diversi avventurieri non solo di “sistemare” le foto, ma anche di selezionarle. Un’impresa titanica per molti e soprattutto per Blabladaniele che si è complicato ulteriormente la vita portando in viaggio la Gopro che ha aggiunto alla sua overdose di immagini anche qualche altra ora di video.

Con tutto il materiale prodotto nei 17 giorni di Namibia si sarebbe potuta organizzare una proiezione lunga l’intera durata del raduno lariano che Squiz e Chiaralan hanno organizzato riunendo, nella loro accolgiente dimora, una buona parte del gruppo di questa estate.

Rifugio Venini 1.576 metri slm

Rifugio Venini 1.576 metri slm

L’organizzazione dei comaschi, invece, ha opportunamente dedicato più tempo a mangiate e gite turistiche piuttosto che alla proiezione dei ricordi, che comunque hanno avuto anche loro un ampio spazio.

In quel ramo del lago di Como che non volge a mezzogiorno gli otto superstiti del Namibia Discovery, oltre che divorarsi l’impossibile, tra cui tutto quello che avevano portato in dono, hanno beneficiato anche di un tour alla scoperta delle meraviglie nascoste del luogo. Grazie alla magistrale guida di Chiaralan, gli ospiti hanno potuto apprezzare chicche, come il palazzo a forma di transatlantico e un altro a quadrati occupato dalla Finanza, che sarebbero sfuggite colpevolmente ai visitatori a digiuno di architettura.

Tra una passeggiata per i vicoli medievali agghindati a festa con tanto di neve olografica e una passeggiata su una scala che non si capiva se era in salita o in discesa… c’è stata anche la giornata dedicata alla montagna.

Panorama dal Monte Galbiga

Panorama dal Monte Galbiga

Una scappatella sul cucuzzolo del Monte Galbiga dove, dopo una piacevole camminata immersi tra scorci panoramici, il rifugio Venini ci ha proposto il meglio della tradizione culinaria locale, pizzoccheri e polenta al brasato!

Una tregiorni intensissima che ha riportato alla luce ricordi del viaggio estivo che rischiavano di andar persi come lacrime nella pioggia ed ha riacceso, prepotentemente, la voglia di nuove avventure anche a quei pochi, a dir la verità, che non hanno ancora prenotato un nuovo viaggetto nell’immediato futuro.

Con i saluti finali e lo scambio delle immancabili foto del raduno si è concluso con pieno successo il primo meeting ufficiale del Namibia Discovery 2015 con la speranza di rivedersi presto da qualche parte o in giro per il mondo.

Candy Crush Regularis

Postato da Vlao IL 4 Dicembre 2015 - 15:41 1 Commento
La popolazione mondiale è divisa a metà… c’è chi gioca a Candy Crush e chi non ci gioca. Il problema è che la metà che gioca rompe le palle all’altra metà che non gioca pregandola di giocare. Questo fa si che le due fazioni si trovino in conflitto. Davanti alla necessità di sbloccare i livelli successivi, i giocatori non possono fare altro che interpellare il più ampio numero di amici su Facebook, tra i quali saranno molti quelli che ricambieranno con un insulto ogni volta che ricevono una notifica dall’odiata applicazione. La soluzione b sarebbe quella di pagare fior fior di denari ...

Namibia Discovery – L’epilogo

Postato da Vlao IL 24 Novembre 2015 - 15:33 Aggiungi Commento
[caption id="attachment_6635" align="alignright" width="300"] L'ultimo accampamento[/caption] Cavolo, bisogna smontare la tenda… ma è l’ultima volta, è ufficiale. Tra qualche giorno ci mancherà questo rituale, cava i picchetti, scoperchia la tenda, smonta i tubi telescopici, piega ben bene, infilza tutto dentro l’apposito sacchetto. Ci mancheranno anche le canzoni gospel che Nuno ci mette in loop per le prime ore del mattino e che noi accettiamo di buon grado pur di evitare il cd di musica africandeephouse che i nostri driver si passano giornalmente. Per l’ultimo tratto di strada che porta fino a Windhoek Vlao, Martimarti e il ministro delle finanze sono fortunati, il cd ...

Namibia Discovery – Solitaire e Sesriem

Postato da Vlao IL 12 Novembre 2015 - 18:50 Aggiungi Commento
[caption id="attachment_6636" align="alignright" width="300"] Solitaire city[/caption] Solitaire, già il nome è tutto un programma. Un paesino di 92 anime, così almeno recita il cartello posto al suo ingresso. Un piazzale disseminato di auto d’epoca in decomposizione, una pompa di benzina e una pasticceria in mezzo al niente. Uno scalo fondamentale per chi da Swakopmund o Windhoek va verso Sesriem. Tappa forzata, nonché rinomata per la squisita torta di mele che il gruppo non si lascia sfuggire e divora voracemente lasciando le briciole agli uccellini presenti. La sosta mangereccia fuori cassa comune, meglio specificare, è l’unica prima di entrare nel parco del Sesriem. Anche qui, ...

La carne rossa fa male???

Postato da Vlao IL 29 Ottobre 2015 - 18:47 3 Commenti
[caption id="attachment_6644" align="alignright" width="207"] Il mitico chef Dario Cecchini con la carne incriminata[/caption] Notiziona! La carne rossa è cancerogena! Anzi per essere precisi è probabilmente cancerogena, mentre se volete stare sul sicuro dovete andare su quella lavorata. Cancerogena al 100% al pari di arsenico, amianto e tabacco! Salsicce, wurstel, pancetta, mortadella e prosciutto vi stanno piano piano uccidendo. E se non siete diventati vegetariani, o meglio vegani, per compassione per quegli animali che vengono squartati e macinati per trasformarsi nei vostri piatti preferiti, questa sarà una motivazione in più. Perché se non ve ne frega degli animaletti, magari vi importerà di voi stessi. ...

Namibia Discovery – Swakopmund e Sandwich Harbour

Postato da Vlao IL 20 Ottobre 2015 - 16:50 Aggiungi Commento
[caption id="attachment_6648" align="alignright" width="300"] Swakopmund[/caption] La ridente cittadina di Swakopmund ci accoglie con le sue vie orizzontali e le sue vie verticali. Finalmente incontriamo un po’ di gente, di negozi e di turisti. Alloggiamo nel caratteristico Municipal Rest Camp dove, nelle nostre casette da 4 persone, ci concediamo il lusso di sdraiarci per ben due notti in un letto come si deve. Senza nulla togliere al materassino autogonfiante del Lidl… un materasso lana e molle è un’altra cosa. Ci sfiora l’idea di passare queste quarantotto ore sdraiati sul comodo giacilio, invece ci rimbocchiamo le maniche e ci riversiamo in quattro e quattr’otto per le vie del centro. Questa è ...

Namibia Discovery – Skeleton Coast e Spitzkoppe

Postato da Vlao IL 6 Ottobre 2015 - 15:39 Aggiungi Commento
Salutiamo gli himba e continuiamo la nostra discesa verso sud direzione Spitzkoppe. [caption id="attachment_6652" align="alignright" width="300"] Skeleton Coast[/caption] Dobbiamo macinare chilometri… la Skeleton Coast è lontana ed in più ci trasciniamo dietro Jambo Tartaruga che, ogni 10 km, ci costringe a fermarci ad aspettarlo. Per fortuna le rassicurazioni del meccanico specializzato di Opuwo tranquillizzano il nostro driver facendo si che la sua marcia si faccia più fluida. Facciamo uno scalo tecnico a Palmwag dove alloggiamo in una specie di oasi dove campeggiamo a diretto contatto con la natura. Così tanto a contatto che, mentre ci sistemiamo, notiamo un elefante che gironzola nel campeggio sradicando arbusti. I ...

Trentacinque per 3

Postato da Vlao IL 29 Settembre 2015 - 15:53 1 Commento
Come passa il tempo… era una volta che si festeggiava il 30 per 3 con una non-stop culinaria entrata negli annali e conclusa con la mitica cuccumona di filottranese memoria (Trenta per 3). [caption id="attachment_6657" align="alignright" width="300"] Tomahawk... la costata del cowboy[/caption] Cinque anni in più si accusano… e nessuno se la sentirebbe adesso di affrontare quella maratona. Però è giusto festeggiare con una cena rifocillante il passaggio di lustro dei tre prodi Nico, Bartelt e Vlao. La location scelta sta volta è una fattoria ai confini dell’antico borgo di Montignano che accoglie i commensali con mucche finte, polli e cigni veri e soprattutto con una ...