Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
  • Australia Pt.5 – Red Center, Melbourne e la penguin parade

    Ad Alice Spring Vlao e Martimarti cambiano compagni, ma non cambiano stile di viaggio, anzi… La nuova guida è un pazzo scatenato che sveglia la ciurma alle 5 di mattina a suon di rock and roll, che cucina sulla brace code di canguro, e che inchioda per strada se vede una bella lucertola da fotografare. Tutto questo rende il soggiorno ancor più interessante non bastassero i paesaggi super spettacolari che regalano Uluru e Kata Tjuta. Tra trekking, albe e tramonti […]

  • Il Belgio dalla A alla Zeta

    Dopo una lunga attesa, finalmente ecco a voi il riassunto alfabetico del nostro breve viaggetto in Belgio, 21 lettere per esprimere quello che ci hanno lasciato questi 7 giorni in giro per il paradiso dei birraioli.   IL BELGIO DALLA A ALLA ZETA   ➡ A come Atomium monumento simbolo dell’Expo del ’58 che regala ancora oggi quel retrogusto spaziale tanto anni 60. ➡ B come Bicchieri, da birra, bellissimi e uno diverso dall’altro, che solo grazie all’opera persuasiva di Mr.Linux non sono stati oggetto di razzia, […]

  • Australia Pt.4 – Territori del nord, swag e crazy animals

    Il volo Airnorth verso Darwin prevede un folkloristico scalo in uno sperduto aeroporto in mezzo alla vegetazione con ben due gate, uno per scendere e uno per risalire poco dopo. Giusto il tempo di una sosta toilet per battezzare la penisola di Gove e via. Espletate le necessità fisiologiche Vlao e Martimarti giungono a Darwin dove, in attesa di aggregarsi ad un tour organizzato per la visita dei parchi Kakadu e Litchfield, alloggiano in un lussuoso hotel a gestione cinese con […]

  • Orinatoi, boccali truccati ed altre amenità

    Sicuramente capiterà anche a voi di vedere, mentre navigate su internet o su Facebook, pubblicità calibrate in base ai vostri gusti, o meglio in base alle vostre ricerche. A volte capita che questi consigli per gli acquisti si spingano un po’ oltre fino a segnalarvi articoli dei quali non conoscevate nemmeno l’esistenza. Vlao, per esempio, si imbatte spesso nel banner pubblicitario di Aliexpress, sito cinese dal quale è possibile acquistare una moltitudine di gadget alcuni dei quali indubbiamente geniali. Tra le proposte […]

  • Australia Pt.3 – Coccodrilli, casuari e crociere Vip

    E’ giunta l’ora di ripartire, direzione Cape Tribulation. A bordo di una scattante Hyundai Accent, l’auto più brutta del pianeta dopo la Fiat Duna, la strada che si addentra nella foresta pluviale scorre via veloce. Perlomeno fino ad incontrare il fiume Daintree dove è inevitabile la sosta chiatta per attraversarlo da una sponda all’altra. Vlao e Martimarti approfittano della pausa per godersi una rilassante crociera alla ricerca dei coccodrilli che proliferano in zona. Così, a bordo di un avveniristico natante elettrico, accompagnati dal capitano, dal […]

Stepchild Adoption Paralization Program

Postato da Vlao IL 18 Febbraio 2016 - 19:09 Aggiungi Commento

A Vlao non va di entrare in ambito politico, anche se gli piacerebbe sapere quanti casi ci siano in Italia di persone che utilizzerebbero sta benedetta Stepchild Adoption.

L'onorevole Malan: il simpaticone

L’onorevole Malan: il simpaticone

In pratica dovrebbe manifestarsi la situazione nella quale un/una omosessuale voglia adottare il figlio che il/la propria compagno/a ha avuto con qualcun altro quando ancora non gli pizzicavano le recchie.

Ad occhio e croce non si direbbe siano in molti ad essere in questa situazione e alla fine della storia si tratterebbe solo di garantire maggiori diritti ad un bambino che si trova in una situazione particolare… quindi perché no ci sarebbe da dire. Ma pare che questa posizione, che a Vlao sembra ovvia, non sia una posizione comune e anzi faccia infuriare parecchio tutti i contrari… mah…

Vabbè, a parte questa curiosità politica, Vlao si è sempre domandato che cosa c’è scritto nei migliaia di emendamenti che ormai sempre più spesso paralizzano i lavori parlamentari. Chi non si ricorda il caso dei mitici 7.000 emendamenti contro la riforma del Senato presentati della Lega che, se fossero stati stampati su carta, avrebbero raso al suolo una foresta equatoriale? Beh anche sta volta i nostri beneamati parlamentari si sono dati da fare con ben 700 proposte per paralizzare i lavori.

L'onorevole Giovanardi: il burocrate

L’onorevole Giovanardi: il burocrate

Vlao pensava che almeno avessero creato un programma tipo quelli che girano su Facebook, che ne so, il generatore automatico di versi di Vasco Brondi (link) utilità cioè in grado di formulare emendamenti a raffica con un semplice click. Invece Vlao si è reso conto che tutto il lavoro di ostruzionismo è fatto a mano con perizia e dedizione dai nostri stimati parlamentari… o per lo meno da quelli tra loro più ingegnosi. Leggendo in giro si è accorto che stiamo parlando di chicche che, purtroppo, troppe volte passano inosservate e che, invece, è giusto mettere in risalto e abbinare agli impareggiabili autori.

Il mitico Malan entra nella storia della Repubblica perchè propone di sostituire al comma 2 le parole “è istituito il registo delle unioni civili tra persone dello stesso” con un più semplice “si fa” in modo da avere una nuova formulazione che recita testualmente: “presso gli ufficio dello stato civile di ogni comune si fa sesso“… un genio… oppure propone, in un’altra delle sue creazioni, di sostituire al comma 3 la parola “leggi” con “scommesse sportive” o le parole “unione civile tra” con “società in accomandita semplice formata dache simpaticone.

L'onorevole Calderoli: fate voi...

L’onorevole Calderoli: fate voi…

L’illustre Giovanardi, invece, preferirebbe sostituire il primo comma con un altro che recita così “due persone dello stesso sesso costituiscono un’amicizia civilmente rilevante quando dichiarano di voler fondare tale unione a mezzo reciproca raccomandata con ricevuta di ritorno in plico” o di creare un comma 1-bis che preveda che “ai fini dell’applicazione dell’articolo 143 codice civile, le persone dello stesso sesso decidono chi delle due assumerà il ruolo di ”marito” e chi il ruolo di ”moglie”.” Non c’è che dire… un vero e proprio burocrate.

La premiata ditta Centinaio, Stefani, Arrigoni, Calderoli, Candiani, Comaroli, Consiglio, Crosio, Divina, Stucchi, Tosato, Volpi a seguito di lunghe sessioni di brain storming (tempeste di cervelli) intenderebbe invece sostituire le parole “un’unione civile” con qualsiasi cosa a scelta tra: “un’unione solidale“, “una associazione senza scopo di lucro reciproco“, “un’unione renziana“, “un’associazione con scopo di assistenza reciproca“, “una società economica per la gestione di abitazione“. Un’ampia scelta… per accontentare tutti.

Vlao non può fare a meno di immaginare le facce di questa gente che si sconpiscia dalle risate mettendo in piedi questa pantomima

che bel mestiere il parlamentare.

Occhio alla bolletta Infostrada t’inchiappetta!

Postato da Vlao IL 8 Febbraio 2016 - 18:58 Aggiungi Commento

wind-infostrada (Custom)Mi era già capitato di accorgermi che a Infostrada facessero i furbi… o meglio gli gnorri. Un paio di anni fa, quando in tv pubblicizzavano l’ADSL vera 20 mega per tutti i nuovi abbonati, mi era venuto un dubbio… “non è che anche io, vecchio abbonato, posso usufruire dello stesso trattamento riservato ai nuovi?“.

Cercando in rete tra i forum di settore avevo scoperto che in realtà era previsto il passaggio gratuito dal piano 8 mega al piano 20 mega per tutti i clienti adsl, ma che questo passaggio non era automatico, ma bensì a richiesta. Se infatti non ci si attivava attraverso il servizio clienti la linea adsl rimaneva bloccata a 8. Così con una semplice chiamata, con le ordinarie attese, ho ottenuto gratuitamente l’aumento della velocità che, anche se non raggiunge i teorici 20 mega, è sensibilmente migliorata rispetto a prima.

A quel punto avevo avvertito anche Leorol che addirittura pagava 3 euro in più al mese per avere la linea più veloce quando ormai l’opzione era diventata gratis per tutti. Anche lui, rinegoziando l’offerta pagando una piccola, nemmeno tanto, penalità per il cambio di piano ha potuto evitare di sganciare di più per una cosa gratuita per tutti.

Questa è storia, ma adesso ci risiamo. Con le classiche modifiche unilaterali di contratto, scritte in corsivo e a carattere 2, mi sono ritrovato addebitati in bolletta costi per servizi non da me richiesti.

A Vlao i conti non portano!

A Vlao i conti non portano!

Se siete clienti Infostrada date un occhiata alle ultime bollette anche voi, dovreste avere un addebito di circa due euro (1,64 + IVA per la precisione) per il servizio InVista, l’utilissimo servizio che vi permetterebbe di vedere dal vostro telefono di casa il numero del chiamante, sempre che abbiate un telefono in grado di visualizzarlo un numero, altrimenti pagate e basta.

In più, se non bastasse, potete vedervi addebitato anche un costo (0,49 + IVA) per ricevere, abbinato al conto telefonico, anche l’elenco dettagliato delle chiamate ricevute e effettuate relative al vostro numero. Informazioni magari anche utili, ma che sappiate avete comunque a disposizione online gratuitamente entrando nell’area clienti.

Certo, direte voi, sono solo una manciata di euro, ma moltiplicateli un po’ per tutti i clienti e per tutte le mensilità e immaginatevi quanto fatturato si possa creare con una piccola, ingannevole, modifica contrattuale. Tutto di guadagnato per Wind dato che solo una minima parte di clienti parsimoniosi come me si sbatterà per disattivare il tutto tramite il 155 e i suoi odiosi messaggi automatici.

Auguriamoci che i soldi recuperati con queste pratiche truffaldine siano investiti nel miglioramento dei servizi, ma è sempre più probabile che vengano invece intascati punto e basta, perciò io ho disabilitato il tutto per non foraggiare Infostrada senza motivo… voi invece fate un po’ come vi pare

All we can eat – Dad Wok edition

Postato da Vlao IL 26 Gennaio 2016 - 15:55 Aggiungi Commento
Sti cinesi ne sanno una più del diavolo. Hanno capito che per prendere per la gola gli italiani non basta più il pollo alle mandorle e gli involtini plimavela. I vecchi ristoranti con tanto di tavolino girevole e pietanze cinesi europeizzate sono ormai superati. Per sfondare nel mondo della ristorazione italica, ormai saturo di ristoranti casarecci, bistrot di tendenza e classiche pizzerie, si sono inventati un nuovo vincente metodo di abbuffamento. Soddisfando la mitica locuzione, se magna bè e se spende pogo, portata alla ribalta dallo storico ristorante “i cavalli” di spaccaossiana memoria, si sono ritagliati una buona quota di ...

Top of the Rock ’15

Postato da Vlao IL 20 Gennaio 2016 - 16:56 1 Commento
Ed ecco a voi la tanto attesa classifica dei migliori dischi dell'anno passato secondo le raffinate orecchie di Vlao. Una classifica con diversi nomi nuovi che quest'anno si sono presi la ribalta inaspettatamente, anche stante la mancanza di pubblicazioni da parte dei gruppi più amati da Vlao che sarebbero finiti tra i primi dieci di diritto, anche solo per meriti sportivi. Una classifica che comprende cantautori, stranieri e italiani, tracce di post rock, spruzzi di elettronica nonché, addirittura, alcune derive danzerecce di solito avulse da queste pagine. Sperando di aprire gli orizzonti a qualcuno di voi o perlomeno di incuriosirvi quel tanto ...

Tutti al macello

Postato da Vlao IL 10 Gennaio 2016 - 19:02 Aggiungi Commento
Vlao non ha un rapporto molto regolare con il teatro... diciamo che l'ultima volta che ha visto un palcoscenico da vicino risale alla recita della quinta elementare... ma, con l'imperdibile occasione di assistere allo spettacolo Tutti al Macello messo in scena da Ali Baba mitico compagno avventuriero dello storico Gruppo Imodium (link), ha deciso di riavvicinarsi con curiosità a questa arte. [caption id="attachment_6616" align="alignright" width="210"] Tutti al macello - La locandina[/caption] In realtà, secondo noi, l'ha fatto per fare il figo con Martimarti... "Amorino ti porto a teatro a vedere lo spettacolo di un mio partecipante"... Vlao ha così provveduto a far opzionare alla sua dolce metà due posti ...

2015 l’anno in blog

Postato da Vlao IL 7 Gennaio 2016 - 16:12 Aggiungi Commento
Anno nuovo, vita nuova... dice il detto... che potrebbe anche essere valido parlando del 2016 appena iniziato. Ma per adesso limitiamoci a seguire le sane tradizioni ormai consolidate. E da quando anno è anno il primo post di Gennaio è dedicato all'anno in blog, il consueto best of degli ultimi 365 giorni, una sorta di compilation dei post migliori registrati indelebilmente nelle pagine wordpress di questo blog. Come al solito, il rileggere gli avvenimenti capitati, le innumerevoli scoperte avvenute e le diverse imprese portate a termine, lascia un sorriso stampato sulla faccia di Vlao che si tramuta però repentinamente in uno sguardo serio quando si cala nel ruolo di selezionatore... Come un commissario tecnico di ...

Vlao editore: Collana viaggi nel mondo – Irlanda

Postato da Vlao IL 30 Dicembre 2015 - 15:08 Aggiungi Commento
E’ da un po’ in silezio stampa… ma Vlao non è rimasto mani in mano, anzi. Risale alle ultime settimane la sua ultima produzione cartacea… il fotolibro dell’Irlanda infatti è uscito dalle stampanti Blurb proprio nel mese di dicembre. Un anno e passa di distanza dal giorno del ritorno dalle avventure nell’isola smeraldo. Tutto questo tempo passato, forse eccessivo diranno in molti, è comunque stato fondamentale per l’ottima riuscita del progetto. Vlao non si è limitato a sistemare, selezionare e impaginare le foto ma, come nelle sue ultime creazioni in cellulosa, ha incluso anche l'ormai tradizionale resoconto di viaggio, un simpatico accorgimento che rende ancora più ...

Reunion lariana

Postato da Vlao IL 11 Dicembre 2015 - 16:52 Aggiungi Commento
[caption id="attachment_6627" align="alignright" width="195"] Como natalizia[/caption] Supponendo che una fotografia stampata possa pesare 10 grammi, dal raduno namibiano di Como saremmo tutti tornati a casa con 80 kg di foto a testa. Per fortuna, con l’avvento del digitale, le foto pesano soltanto pochi kilobyte e si possono trasportare comodamente in una minuscola chiavetta usb. La tecnologia ha facilitato di gran lunga il trasporto, ma non ha fatto niente per ridurre i tempi. Anzi, il gran numero di scatti consentiti dalle macchine digitali ha impedito a diversi avventurieri non solo di “sistemare” le foto, ma anche di selezionarle. Un'impresa titanica per molti e soprattutto per Blabladaniele ...

Candy Crush Regularis

Postato da Vlao IL 4 Dicembre 2015 - 15:41 1 Commento
La popolazione mondiale è divisa a metà… c’è chi gioca a Candy Crush e chi non ci gioca. Il problema è che la metà che gioca rompe le palle all’altra metà che non gioca pregandola di giocare. Questo fa si che le due fazioni si trovino in conflitto. Davanti alla necessità di sbloccare i livelli successivi, i giocatori non possono fare altro che interpellare il più ampio numero di amici su Facebook, tra i quali saranno molti quelli che ricambieranno con un insulto ogni volta che ricevono una notifica dall’odiata applicazione. La soluzione b sarebbe quella di pagare fior fior di denari ...