Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
  • Bolivia Cile – La lunga rotta verso Sucre e le miniere di Potosì

    Sopra i tetti del monastero di San Filippo Neri - Sucre

    La meta sta volta l’ha scelta Vlao, dopo aver visitato paesi turistici, come Thailandia e Maldive, aveva proprio voglia di visitare una zona dove non ci fosse troppa gente. Niente città, niente siti storici, niente stranieri, niente di niente. Solo natura, panorami, ampi spazi e colori. Tra i paesi candidati alla fine l’ha spuntata la Bolivia, un pallino di Vlao, che da tempo sognava di calpestare i mitici salares. Martimarti ha appoggiato la scelta e l’idea è stata condivisa anche […]

  • Il processo di disintegrazione calcistico

    pallone-sgonfio

    Continua il processo di disintegrazione delle squadre di calcio tifate da Vlao. Dopo l’ennesimo fallimento estivo dell’Ancona, sprofondata dalla serie C alla prima categoria, Vlao pensava di aver toccato il fondo in ambito pallonaro. Il dover pensare che i biancorossi, quest’anno, si trovassero ad affrontare corazzate del calibro di Borgo Minonna, Portuali, e San Biagio è stata una bella tortura. Ma vedere addirittura perdere i dorici in tv con Le Torri Castelplanio (n.d.r. Vlao non ha ancora  abbastanza pelo sullo stomaco per presentarsi allo stadio e tifare Mastronunzio & C.) è […]

  • Xiaomi Mi Vacuum: la governante cinese

    xiaomi robot

    Un nuovo acquisto tecnologico in casa Vlao. Dopo aver contaminato le Marche di cellulari Xiaomi (link) ed essere diventato rappresentante non ufficiale del marchio cinese, con il benestare convinto di Martimarti, è arrivo in casa un ulteriore gadget tecnologico made in PRC. Sta volta l’aggeggio viene in aiuto alla gestione domestica e, nell’idea degli acquirenti, va a sostituire o comunque a dare man forte al mitico e sempre efficace Dirty Devil (link). Si tratta del Mirobot Vacuum un robot aspirapolvere di ultima generazione, gestibile completamente online […]

  • Plata o plomo? Narcos

    pablo-escobar-of-narcos

    I consigli audiovisivi di Leorol vanno presi con il beneficio d’inventario, dato il ritmo con cui si divora film, uno barra due al giorno, è facile che nel suo repertorio finiscano produzioni di dubbia qualità. Possiamo dire che negli anni i sui criteri di selezione si sono ammorbiditi e se prima si limitava ai film da tre pallini in su… ora è facile che si imbatta in lungometraggi da due, una o addirittura zero palline. Per ovviare a questa inesorabile perdita […]

  • Tuttothai – e per finire Bangkok!

    Corse sfrenate tra le vie di Bangkok

    Il taxiboat dei poveri ferma a pochi passi dal nostro hotel e ne approfittiamo per avvicinarci al palazzo reale. La pioggia caduta in mattinata, trasformata in vapore acqueo dal primo sole, rende la giornata ostica anche a turisti grintosi come noi. A complicare le cose ci pensa la security all’entrata del palazzo che applica la door selection in maniera inflessibile sbattendo la porta in faccia a Matach, Vlao e Davide ed ai loro osceni pantaloncini. Espulsi senza appello, i tre sono […]

Pubblicato #3

Postato da Vlao IL 4 febbraio 2015 - 16:26 Aggiungi Commento

Mi ero scordato, ma ormai non fa più sensazione… è consuetudine. Le avventure di Vlao sono finite per la terza volta nella rivista ufficiale di Avventure nel Mondo. Infatti se andate a pagina 134 del libricino 2/2014 (si… 2014, ma è uscito da poche settimane) potete rileggervi comodamente in cartaceo il racconto semiserio del viaggio in Nepal!

Sono proprio incoscienti questi di Avventure, perché pensandoci bene non sono sicuro che le peripezie di Vlao siano una bella pubblicità per l’associazione. Il precedente articolo (link), infatti, ha provocato telefonate allarmate a coordinatori di mia conoscenza da parte di partecipanti che volevano essere rassicurati dopo aver letto un taccuino di viaggio sul Perù in cui si parlava di gomme tagliate, truffatori e quanto altro di peggio ci poteva essere…

Ma voi, assidui frequentatori, lo sapete che quello che scrive Vlao è da prendere con le pinze e mai alla lettera, ma se questo terrorismo psicologico serve a scremare un po’ i partecipanti dei viaggi, non sempre avventurosi come da decalogo, ben venga! Autoselezione per prima cosa…. in perfetto stile Avventure.

a breve il link downloadable…

pubblicato #1 pubblicato #2  pubblicato #3
Marrakech Discovery Perù breve Tutto Nepal
download download download
AnM-1-2013 1-2014-500_zpsc879b8e0 nepal-anm300

Top of the Rock ’14

Postato da Vlao IL 21 gennaio 2015 - 17:06 2 Commenti
Dopo un lungo ed ingiustificato pazientare ecco a voi la…
Top of the Rock edizione 2014
 
Non ditemi che non conoscete nemmeno un disco… lo so già e vi dico in anticipo che ve ne dovete vergognare.
A parte gli scherzi, spero che i miei consigli possano aprirvi nuovi orizzonti… azz… che presuntuoso 🙂
 
 Ora Danske tocca a te… ormai Danco è fuori dai giochi.

Istruzioni per l’uso (visto che ci ho messo ore a mettere tutti i link) se cliccate sulle copertine o sul titolo dei dischi andate direttamente alle rispettive recensioni fatte su Ondarock (il mio sito di riferimento), se cliccate sui nomi degli artisti andate sulla loro biografia (se esistente), se infine cliccate sulla canzone in coda ai commenti potete vederne un video. Grazie per l’attenzione!

antlers_200 1. The Antlers – Familiars

Sono gli Antlers ad aggiudicarsi il primo posto del 2014. Una band che era sfuggita dai radar Vlaoviani fino a quest’anno, ma che aveva già fatto un capolavoro Hospice. Meno triste del già citato, ma comunque veleggiante nella malinconia, Familiars non è un album per tutte le stagioni, ma preso al momento opportuno regala ottime sensazioni. The Antlers – Palace

alt-j-180 2. Alt-J – This Is All Yours

Sono stati per un po’ di tempo in ballottaggio per il primo posto poi, dato che avevano già vinto nel 2012 con An Awesome Wave era giusto dare spazio ad altri per una sana alternanza. Questo secondo album è la conferma della caratura importante degli Alt-J che consente loro di creare un sound personale che permette di riconoscerli all’istante sia per la voce che per gli arrangiamenti. Se il secondo album è il più difficile nella carriera di un artista… possiamo dire che adesso andiamo in discesa! Alt-J – Hunger Of The Pine

rsz_damon-albarn-everyday-robots_180 3. Damon Albarn – Every Day Robots

Con il suo gruppo, per chi non lo sapesse i Blur, Vlao non se l’era filato più di tanto. Pertanto il terzo posto in classifica per Damon Albarn non è dato dagli indiscussi meriti pregressi. L’album merita, forse non avrà un pezzo che svetta sugli altri, ma la qualità è più che buona in tutta la sua durata, cosa che facilità l’ascolto in loop. Damon Albarn – Lonely Press Play

mogwai_160  4. Mogwai – Rave Tapes

Siamo sempre qui a dire le solite, loro ci sono sempre, non sbagliano un disco e Vlao è ancora a quota zero concerti. La prossima volta… lo giuro… ce lo mando a forza… anche da solo! Un po’ di elettronica in questo nuovo lavoro, che si aggiunge alla solita superba maestria. e poi… che figata di copertina! Mogwai – The Lord is Out of Control

 loscil-9_160  5. Loscil –  Sea Island 

Quel basso profondo che fa tremare tutto mi piace assai, e le lunghe composizioni di Loscil che fluiscono lente ed inesorabili mi catturano sempre. Forse questo è il disco che si avvicina di più al suo migliore Plume. Certo canzoni come Rorschach o Motoc sono irraggiungibili ma Sturgeon Bank ci va vicino! Loscil – Sturgeon Bank

 Asgeir-In-the-Silence1_160  6. Ásgeir – In The Silence 

Un disco che mi piace… se non fosse per quel carattere molto sigurrossico in copertina… e per quello scimmiottamento di Bon Iver latente in diversi pezzi… avrebbe meritato di più. Non capisco ancora se Ásgeir Trausti Einarsson possa dare veramente qualcosa in più o preferisca navigare in acque già salpate. Ma è il primo album… diamogli fiducia.  Ásgeir – Going Home

 mono-160  7. Mono – The Last Dawn/Rays Of Darkness

Questi giapponesi fanno di quel postrock che esplode e che spacca tutto. Questa volta però hanno diviso la loro produzione in due album, il primo The Last Dawn con i pezzi calmi, e il secondo Rays of Darkness con quelli al limite del fragore. Così a seconda di come vi va potete scegliere la versione Mono che più vi aggrada senza rischiare di essere aggrediti a tradimento dalle tempeste strumentistiche estreme. Penso proprio che vederli dal vivo debba essere molto emozionate. MONO – Where We Begin

 costellazioni_160  8. Le Luci della Centrale Elettrica – Costellazioni

Era difficile vedere un futuro per Vasco dopo i primi due dischi… con chitarra e urli non si va tanto lontani… Per fortuna invece ha trovato un nuovo sbocco e, ampliando la band, è riuscito a svariare un po più sul tema. Forse i testi non hanno più l’impatto innovativo di una vota… ma questo Costellazioni contiene un bel pugno di belle canzoni. Un buon lavoro per lui, promossoLe luci della centrale elettrica – Le Ragazze Stanno Bene

 perfume-genius-160  9. Perfume Genius –  Too Bright

Un album discontinuo quello del genio del profumo con sprazzi di buona musica e cadute di tono. Non si capisce se è carne o pesce… è un po’ come il suo aspetto fisico… lascia un po’ dubbiosi… Secondo me il ragazzo non si è espresso al massimo… può dare di più, ma per adesso almeno una citazione se la merita e poi… il singolo spacca! Perfume Genius – Queen

 bonnie-160  10. Bonnie Prince Billy –  Singer’s Grave A Sea Of Tongue

Bonnie principe Billy non è uno che si risparmia in quanto ad uscite discografiche, 16 dischi solisti dal 98… non sono pochi. E’ difficile stragli dietro e così Vlao ha saltato qualche turno, ma quando lo ha rispolverato l’ha ritrovato sempre lì… una certezza come al solito. Intramontabile Billy! . Bonnie ‘Prince’ Billy – Quail and Dumplings

ARCHIVIO: Le top of the rock degli anni passati  2007200820092010201120122013 

2014 l’anno in blog

Postato da Vlao IL 12 gennaio 2015 - 19:20 Aggiungi Commento
2014 Qui il tempo passa che uno manco se ne accorge... si è già dileguata la befana da una settimana e ancora Vlao deve fare la classifica dei dischi del 2014. Ma occorre andare per ordine perchè il post riassuntivo del meglio dell'anno bloggistico non può mica uscire a Febbraio! Anche quest’anno ne ha combinate di cose Vlao. Alcune per sua scelta e altre no e, tra quelle appartenenti a questa seconda categoria, come non segnalare il cambio di mansioni, con il passaggio dalla contabilità alla prima linea e il conseguente addio alla ricevitoria.  Bye bye ricevitoria: Ora per Vlao è il momento di scendere in campo... Per ...

Nuovo anno sulla neve

Postato da Vlao IL 6 gennaio 2015 - 18:27 4 Commenti
Ciaspolata pantani di accumuli Una grossa dimestichezza con la neve Vlao non ce l'ha mai avuta. [caption id="attachment_6779" align="alignright" width="300"] Strada interrotta a forca di Presta[/caption] Da anconetano puro sangue gliene basta un centimetro per gridare al nevò! (link) Per questo pensare al capodanno in montagna era un po' strano per lui. L'anno scorso si era parlato tanto di ciaspolata, ma alla fine, visto il zero sulla casella neve, era tutto saltato miseramente. Il fine anno sui Sibillini perciò era partito un po' così, in sordina, come alternativa al solito cenone capodannesco. La titubazione generale ha fatto si che alla fine solo Vlao e Martimarti azzardassero la prenotazione del bungalow ...

Derby di Natale

Postato da Vlao IL 22 dicembre 2014 - 19:06 2 Commenti
ancona ascoli 3 Vlao aveva detto che non sarebbe riandato alla stadio fino a quando non fosse stato esonerato Cornacchini. Ma anche Vlao ne dice di catzate se è vero come è vero che ha subito risposto presente alla convocazione di Bartelt, coinvolgendo anche Rouge fuori dal gioco da un po’ di tempo. [caption id="attachment_6783" align="alignright" width="300"] Ancona - Ascoli 2-1: tutti pronti![/caption] Bè il derby di Natale era un’occasione immancabile per assistere ad una partita con la P maiuscola di quelle per le quali vale la pena di esultare per un goal come mai capitato da quattro anni a questa parte, eccezion fatta per la mitica partita di ...

Irlandairlanda – Episodio 6: Irlanda del Nord

Postato da Vlao IL 10 dicembre 2014 - 17:31 4 Commenti
Irlanda 2014-1072 (Large) Pare strano, ma bastano cento metri di strada per capire che L'Irlanda del Nord è un'altra cosa rispetto all'Eire. Scordatevi i paesini minuti e gli spazi verdi pecoreggianti. Qua siamo in Regno Unito come ci fa capire la regina sulle banconote. Anche se il passato burrascoso e la lotta tra nazionalisti e unionisti è ormai alle spalle in realtà si notano ancora dei residui già dai nomi delle città... Derry o Londonderry? [caption id="attachment_6787" align="alignright" width="300"] Mussenden Temple[/caption] Con la viabilità granbretagnese Martimarti si sente a suo agio, prende il comando e imposta la rotta verso Mussenden Temple dimora romantica del... Vescovo di Derry. Il tempio a strapiombo ...

Deutschland weekend

Postato da Vlao IL 25 novembre 2014 - 16:54 1 Commento
Berlino-2014-026 (Large) A Vlao i tedeschi non sono mai andati troppo a genio, con quella lingua che sa proprio di nazista... non è che li digerisce troppo. Vlao insulta Claudia Schiffer ogni volta che dice “è tedesca” e per uscire dal parcheggio multipiano si affida alla tecnologia teutonica che, con un solo pulsante, le permette di discendere con la sua Mokka una rampa che si potrebbe fare comodamente a folle con un triciclo. Pensateci bene, le pubblicità del made in deutschland sono tra le più odiose... pensate agli slogan crauti... das auto... wir leben autos... oppure il massimo  “supremazia tecnologica tedesca”… secondo voi con questo motto Vlao comprerà mai pneumatici Continental? ...

Irlandairlanda – Episodio 5: Connemara e Donegal

Postato da Vlao IL 11 novembre 2014 - 17:47 Aggiungi Commento
Irlanda 2014-0891 (Large) [caption id="attachment_6796" align="alignright" width="300"] Slieve League - belvedere[/caption] Ed ecco a voi la shower. Dopo anomale giornate di sole è il momento per fare conoscenza con una delle piogge tipiche del paese del trifoglio. Come sanno bene Vlao e Martimarti bastano 200 metri di passeggiata sotto questa pioggerellina per diventare fradici dalla testa ai piedi. Caratterizzata da finissime quanto fitte goccioline a forma di ago, questa vera e propria doccia vaporosa, riesce ad inzuppare i vestiti in profondità andando ad intaccare persino gli indumenti intimi. rendendo necessario il cambio d’abito in corsa per evitare la probabile polmonite. L’unico modo per difendersi è chiudersi in ...

Castagnata alternativa

Postato da Vlao IL 3 novembre 2014 - 20:02 Aggiungi Commento
castagne L’intenzione era di quelle buone... non c’è che dire… una bella spedizione in cerca di castagne con tanto di partenza mattutina, guanti e sacchette al seguito. Punto Plus, tra i più intraprendenti, si era anche preoccupato di procurarsi pass speciali per il castagneto privato. Gli altri, più o meno motivati, non si sono tirati indietro ed hanno aderito di buon grado all’iniziativa allettati, più che altro, dal lauto pranzo promesso. Tutto bello sulla carta, ma le cose sono subito cominciate ad andare storte, già dall’appuntamento! Infatti, grazie al Cometa, che si presenta munito di bicicchie negli occhi e in colpevole ritardo, la partenza ...