Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
Vlao il 27 luglio 2016 - 18:48

Aeroporto di Male – Maldive. Il gruppo scatta scatta atterra in perfetto orario su una striscia di asfalto circondata dall’Oceano Indiano. Appena l’aviogetto della SriLankan Air Lines tocca terra si presenta subito la “simpaticissima” corrispondente Zareena a prendere in ostaggio il gruppo su di un natante fino a che non viene perfezionato il pagamento.

La nostra ancora

La nostra ancora

Con un rigoroso rito le banconote americane, di ultima emissione senza segni, strappi e scritte, passano di mano in mano, prima le conta Vlao, che le passa al cassiere Lidlman che le controlla a sua volta per poi trasmetterle a Zareena che le esamina attentamente e le trasferisce alla sua guardia del corpo che le riconta per la quarta volta. Quando tutto quadra, dopo aver sostituito qualche banconota sporca di sangue, la signora se ne va senza nemmeno un saluto lasciandoci in dote dieci casse d’acqua e la promessa di qualche birra.

Il taxi acquatico ci porta alla nostra barca, la Marina. Durante il tragitto ci illudiamo più volte che possa essere uno degli yacht ormeggiati e un paio di volte rabbrividiamo sfiorando bagnarole poco accoglienti… alla fine decidiamo di chiudere gli occhi e di affidarci al destino….

Tutto sommato… poteva andarci peggio… Saliamo a bordo e facciamo conoscenza con l’equipaggio che si occuperà di noi per la prossima settimana. Il Capitano, Aman e i tre scagnozzi di cui uno dovrebbe essere il nostro cuoco.

Dato che si è fatto tardi, siamo costretti a passare la notte ormeggiati al porto e rinviare il nostro primo bagno. Siamo un po’ dispiaciuti, ma non ci abbattiamo più di tanto, decidiamo di occupare il tempo che manca alla cena con un rapido giro sulla terra ferma alla ricerca delle birre! Il tour ci conferma che qua sono mussulmani di quelli tosti… non riusciamo a trovare nemmeno una lattina alcolica di contrabbando! Ci rassegniamo ad attendere quelle promesse da Zareena.

Il nostro primo bagno!

Il nostro primo bagno!

Finalmente iniziamo la nostra esplorazione dell’arcipelago che in qualche giorno ci porterà all’atollo di Felidhoo e ritorno. La velocità di navigazione è pari a quella di Thiago Motta quando giostra nel centrocampo azzurro e non capiamo perché il Capitano tenga costantemente d’occhio l’orizzonte visto che il panorama cambia al ritmo di crescita di un bonsai.

Per fortuna Vlao allieta l’atmosfera facendo sorbire al gruppo tutta la sua fornita playlist di mp3, ricca di composizioni di Dente, Colapesce e Vasco Brondi, in modo che la navigazione scorra via senza intoppi, tra giochi di carte e dormite rilassanti.

Giunti al primo stop, però, tutti in piedi, prendiamo confidenza con pinne, maschera e boccaglio e ci immergiamo entusiasti tra i coralli ricchi di colori e brulicanti di vita.

Questo sarà solo il primo di una lunga serie di bagni, infatti il programma delle prossime giornate è semplice e chiaro e prevede in ordine: sveglia, colazione, bagno, pranzo, bagno, té coi biscotti, bagno, cena.

Vlao, prende la palla al balzo, chiude la cassa comune, si dimette irrevocabilmente da coordinatore, si tappa il naso e si butta in acqua! Plufff!

LANKAMALE 2016

Indice

Episodio 1 Uno-due-tre e via! Anuradhapura link
Episodio 2 Aukana, in carro coi buoi e Polonaruwa link
Episodio 3  Sigirya, dal no-canfora e Kandy link
Episodio 4 Kandy le piantagioni di té e Nuwara Eliya link
Episodio 5 Adam’s Peak, l’impresa e l’orfanotrofio degli elefanti link
Episodio 6 Maldive e la barca Marina Sei qui
Episodio 7 Plastic Beach e le sfide serali link
Extra Photo Album link
Share |
Categorie: all, sciapate, viaggi

Lascia un commento