Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
Vlao il 11 luglio 2016 - 19:56
Portogallo campione

Portogallo campione

Alla fine con grande sorpresa, il Portogallo si aggiudica il torneo a discapito dei transalpini padroni di casa grazie ad un gol ai supplementari del più classico dei panchinari, il centravanti spilungone Eder… non l’”italiano” chiaramente… che con un tiro da 40 metri al 110° scippa la coppa ai francesi.

Impresa vera e propria quella di Ronaldo e soci, capaci di aggiudicarsi il torneo vincendo una sola partita nei tempi regolamentari. Grazie anche al tabellone super sbilanciato sono arrivati difatti in finale dopo 3 pareggi nel girone, un 1-0 alla Croazia ai supplementari, un 4-6 ai rigori sulla Polonia e un’unica vittoria 2-0 al Galles in semifinale.

La Francia dopo aver silurato la Germania 2-0 in semifinale aveva già preparato il pulmann scoperto per i festeggiamenti, e al 20° del primo tempo quando Ronaldo è uscito infortunato, i cugini d’oltralpe avevano già cominciato ad addobbare gli Champs Elysee a festa. Alla fine però Pogba & C. si sono dovuti accontentare di una medaglia d’argento decisamente poco ambita.

L’avventura italiana, invece, si è fermata ai quarti dove, dopo aver chiuso ufficialmente il ciclo della Spagna con un perentorio 2-0 (Chiellini, Pellè), la nazionale ha affrontato la Germania.

Una partita combattuta dove gli azzurri, con caparbietà, hanno riacciuffato, con un rigore di Bonucci, il goal tedesco di Ozil. Purtroppo, come spesso ci accade, la lotteria dei rigori ha avuto esiti nefasti e nonostante fossimo ad un tiro dal festeggiare sono stati i crucchi a passare il turno, interrompendo una serie consecutive di batoste che durava da anni.

Il pulman della Francia di corsa verso lo sfasciacarrozze

Il pulman della Francia di corsa verso lo sfasciacarrozze

Questo europeo 2016 è andato avanti un po’ come la filastrocca della fiera dell’est finché non venne il Portogallo… che bruciò la Francia… che picchiò la Germania… che morse l’Italia… che si mangiò la Spagna… che come seconda al girone passò.

Di questo torneo ricorderemo anche, oltre ai rigori di Zazza e Pellé, l’avventura del Galles, capitanato da Bale che ha raggiunto alla prima partecipazione la semifinale, e soprattutto la favola dell’Islanda che accompagnata allo stadio dal 10% della sua popolazione ha steso al tappeto gli inglesi e ha reso celebre il Geyser Sound, il coro a base di Huu indegnamente usurpato… per poco a dire il vero… dai francesi.

Ci piace proprio riporre negli armadi questo Euro 2016 con la foto del pulman dei blues che corre in direzione sfasciacarrozze

Merci beaucoup, à la prochaine!

Share |
Categorie: all, sciapate, sport

Lascia un commento