Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
Vlao il 31 agosto 2012 - 15:41

Diario di bordo – giorno 7

*narrazione a cura di Alì Baba

Svegliarsi a Marrakech è un’emozione incredibile, soprattutto se hai dormito 8 ore in una pittoresca stanza marocchinamente arredata dove la temperatura è stata rigidamente imposta da una condizionatore “Made in Fes” senza telecomando: 17 gradi centigradi costringono la maggior parte degli avventurieri a riposarsi sotto un caldo piumone di dromedario alla faccia del resto dell’umanità.

Palazzo della Bahia

Palazzo della Bahia

Alle 8:30 siamo tutti in piedi e ci ritroviamo nel cortile dell’albergo per gustare una frugale colazione a base di spugne e burro. Rifocillati nel corpo e nello spirito attendiamo con pazienza certosina l’arrivo della nostra guida e, attoniti, ci accorgiamo che al nostro gruppo manca un elemento fondamentale: Il chuck norris della maremma si è dato alla macchia per protesta contro lo stile capitalistico del viaggio avventura!

Alle ore 9.00 si presenta al portone un tale che vanta discendenze berbere ma che sembra provenire da Napoli tanto buono è l’italiano masticato dal simpatico magrebino. Ci dirigiamo a passo svelto verso la nostra prima meta: il palazzo del Gran Visir meglio conosciuto come il palazzo della Bahia, un grottesco agglomerato architettonico fatto costruire da un trombatore marocchino in epoca non pervenuta per deliziare le sue venti mogli a suon di orchestrine e cene luculliane. La nostra guida cerca di farci ridere con battute dal dubbio gusto ma i 50 gradi all’ombra ci annebbiano il senso dell’umorismo e ci predispongono a malmenare il malcapitato.

Subito dopo veniamo catapultati dalla solerte guida nel vecchio ghetto ebraico per vedere negozi chiusi e venditori di carne imputridita dal sole.
E’ da notare che Vlao in questa circostanza nota da lontano il giovane banchiere in fuga (chuck norris ndr) avventurarsi nel quartiere più malfamato della città, quartiere attiguo a quello ebraico che ci viene vivamente sconsigliato dalla nostra guida dato che chi entra poi ne uscirà sicuramente sodomizzato e spogliato da ogni suo avere. La preoccupazione del gruppo è alle stelle!

Cicogna moribonda

Cicogna moribonda

Rapida visita ad un cimitero, o giardino silenzioso, con tanto di cicogna moribonda palesemente inserita da Carmelo per rendere il contesto più drammatico e donare un tocco splatter alle foto della necropoli. A questo punto non poteva mancare una visita obbligata in un pollaio-farmacia dove, per l’ennesima volta, dei falsi erboristi del deserto cercano di venderci pozioni contro l’impotenza e creme per l’acne giovanile. Nessuno compra nulla e la guida un po’ si incazza.

E’ ora di pranzo e cerchiamo un kebabbaro che possa rifilarci un panino a base di topo ma scopriamo con disappunto che il Marocco non disponde di kebabbari (l’unico disponibile sarà quello di Urbino ma questa è un’altra storia…). Ci infiliamo in una pizzeria araba dove consumiamo pizzette e bibite gassate. E’ da notare come la protesta che serpeggia tra le fila degli avventurieri si possa palesare anche soltanto con l’acquisto di una bottiglia di acqua minerale. Gandhi non avrebbe saputo fare di meglio. Il gruppo digerisce il pranzo a suon di rutti e fa finta di nulla per non venire alle mani.

A questo punto ci si divide. Le ragazze corrono a cercare un bagno turco dove farsi massaggiare la pelle mentre Vlao, Barbara, Paola Veg e Alì Babà si perdono nei vicoli del mercato per acquisti sconsiderati da riportare in Italia. Nota di colore: Alì conosce Michael Jackson e Lady Gaga in una bancarella di profumi chimici e animali defunti. Fotografie testimoniano l’avvenuto incontro.

Michael Jackson

Michael Jackson

Dopo aver raccattato saponi, abat-jour, cuscini e ninnoli cinesi ci ritroviamo con tutte le ragazze che, estasiate, ci raccontano della meravigliosa esperienza dell’Hammam: profumi e massaggi hanno donato loro un’ora di puro relax. Sembrano aver recuperato 10 anni di vita.
Vlao e Alì, titubanti, si fanno convincere e si gettano di corsa alla ricerca del tanto decantato hammam pubblico di Marrakech…

continua…

non perdetevi la prossima puntata dedicata interamente al famigerato hammam pubblico di Marrakech!

Prossimamente sui vostri schermi… (link)

MARRAKECH DISCOVERY 2012

Indice

Giorno 1 Casablanca, Rabat, Meknes link
Giorno 2 Meknes, Moulay Idriss, Volubilis, Fes link
Giorno 3 Fes, Ifrane, Gole dello Ziz link
Giorno 4 Gole dello Ziz, Merzouga, Erg Chebbi link
Giorno 5 Erg Chebbi, Rissani, Gole di Todra e Dades link
Giorno 6 Gole di Dades, Ait Ben-Haddou, Marrakech link
Giorno 7 Marrakech sei qui
puntata speciale L’hammam link
Giorno 8 Marrakech, Casablanca, Roma link

Potrebbero interessarti:

Share |
Categorie: all, viaggi

Un commento

  1. danske scrive:

    devi tenere conto delle necessità del pubblico: più dettagli sulle serpeggianti ostilità! vlao-capopattuglia a morte!

Lascia un commento