Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
Vlao il 16 dicembre 2010 - 20:55

Qua da noi (Ancona ndr) nevica una volta ogni morte di papa… e quando nevica, basta un manto di 0,5 cm per mandare tutto in tilt.

Si possono vedere cose stupefacenti in questi casi limite… gente che esce con gli sci per sfruttare la neve fresca… gente che mangia polenta e capriolo a pranzo, cena e colazione… gente che prende il sole sulla sdraio  con tanto di occhiali da sole anti uv e crema solare… e soprattutto gente che si imbottiglia nel traffico e rimane per giorni senza muoversi di un metro.

Certo, la conformazione geografica anconetana, non aiuta il deflusso, il gomito (in greco ankon) dove sorge il capoluogo, è raggiungibile principalmente attraverso 2 strade, la nazionale e l'asse nord-sud, 3 se vogliamo considerare il Pinocchio una strada. Basta quindi un autobus che si intraversa, o una multipla che si blocca in mezzo alla carreggiata a fermare il traffico in ingresso e in uscita da Ancona per sempre.

L'unica via di fuga praticabile è la ferrovia. L'altro ieri, Vlao, sprovvisto di gomme termiche e men che meno dotato di catene, ha pensato bene di abbandonare l'auto al suo destino e di affidarsi a trenitaliapuntocom per evacuare dal porto.

Martedì c'era un coda che dagli Archi arrivava a + infinito… tant'è che Vlao aveva stimato per il ritorno a casa un tempo di percorrenza pari alla durata della trilogia del Signore degli Anelli.

Grazie ad un'abile intuizione, invece, con un bilgietto da 1 euro e zero5, in pochi minuti, il nostro è riuscito a passare agevolmente dalla Stazione Marittima alla Torrette Central Station. In pratica non ha avuto nemmeno il tempo di mettere a fuoco chi diavolo fosse Frodo Baggins e a che cavolo gli servisse quello stramaledetto anello! Sicuramente se Vlao avesse scelto la soluzione B, sarebbe rimasto incastonato in auto come tutti gli altri ed avrebbe dovuto attendere Il Ritorno del Re prima di ritrovarsi a casa sano e salvo.

Potrebbero interessarti:

Share |
Categorie: all, lavoro, sciapate

10 commenti

  1. NICOLINA scrive:

    Almeno UNA VOLTA (ma SOLO per questa volta) un merito a Trenitalia Diamoglielo!

  2. BARTELT scrive:

    Sarebbe stato bello fare la tua strada di casa contromano sulla neve!!!

  3. Vlao scrive:

    E bè… con la neve ha un altro fascino!

  4. danske scrive:

    mi è piaciuto questo accostamento con la trilogia Tolkeniana, per curiosità, te lo stai a legge?

    io ho fatto un’alzata d’ingegno simile il 24dicembre di un certo anno: ero a MC per shopping e non era possibile raggiungere il centro storico.. così ho park in zona station e ho preso il treno x civitanova, 30mins e 4€a/r, e ero al centro x acquisti, senza problemi di park. devo ammette che ripensandoci quando fai ste cose e ce ‘cchiappi te prende trp be’ 😀

  5. Vlao scrive:

    No niente trilogia… Frodo è al terzo posto nel podio dei personaggi che ucciderei.
    Al secondo ci sono ad ex aequo Tiziano Iron e Harry Potter…
    al primo… lo puoi immaginare… 😉

  6. danske scrive:

    …non puoi odiare un gay e nella stessa classifica mettere uno a cui piacciono le belle donne!

  7. Bartelt scrive:

    perchè il nostro presidente del consiglio è anche gay?

  1. […] che curare come diceva la pubblicità del dentifricio verde… e dopo la cura dell’anno scorso (Il nevò)… peggiore della malattia… possiamo anche aggiungere che l’esperienza […]

  2. […] anconetano puro sangue gliene basta un centimetro per gridare al nevò! (link) Per questo pensare al capodanno in montagna era un po’ strano per […]

Lascia un commento