Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
Vlao il 4 luglio 2012 - 18:18

Eravamo rimasti ai quarti (link) dove l’Italia di Prandelli doveva vedersela con l’Inghilterra di sua maestà la regina.

Una partita abbastanza equilibrata alla vigilia, pendente invece clamorosamente dalla parte azzurra durante i 90 minuti con traverse e occasioni mangiate che hanno malvolentieri costretto i nostri ai supplementari. Anche qui nonostante un netto predominio non riusciamo a buttarla dentro, colpiamo un altro palo e siamo costretti ai rigori. Certo che perdere una partita come questa sarebbe scandaloso.

Il cucchiaio di Pirlo

Il cucchiaio di Pirlo

La lotteria parte male con l’errore di Montolivo, ma come la statistica insegna, sovente chi sbaglia per primo sarà poi il vincente. E difatti, grazie anche al cucchiaio di Pirlo che fa abbassare la cresta al portiere e toglie sicurezza agli anglosassoni, l’Italia  recupera e vince grazie ad una traversa di Young, alla parata di Buffon su Cole e al rigore decisivo di Diamanti.

Gli altri quarti non riservano sorprese: la Germania della Merkel non da scampo alla Grecia 4-2, il Portogallo fa fuori la Repubblica Ceca con un guizzo sul finale di Cristiano Ronaldo e la Spagna vince 2-0 con il minimo sforzo su una Francia senza grinta.

In semifinale pertanto si incontreranno Portogallo vs Spagna e Italia vs Germania.

La prima semifinale tutta iberica finisce ai rigori dopo che i 120 minuti avevano visto una leggera predominanza delle furie rosse. Dal dischetto anche qui si fa valere la regola del “chi sbaglia per primo vince” e cosi è l’errore di Xavi Alonso a spalancare le porte della finale agli spagnoli.

Balotelli al secondo goal alla Germania

Balotelli al secondo goal alla Germania

Dall’altra parte del tabellone Italia-Germania significa tante cose, dal mitico 4-3 del 1970, al 3-0 della finale dell’82, allo 0-2 nella semifinale a Germania ’06, una serie di trionfi azzurri che pesano sui tedeschi come un macigno. E la storia, come si sa, si ripete e anche questa volta sono i teutonici a piangere, due reti nel primo tempo di Balotelli, di cui ricorderemo l’esultanza ingessata, spianano la strada agli azzurri che nonostante le diverse occasioni create non riescono a chiudere la partita che finisce con un non molto esplicito 2-1 grazie ad un rigore che Ozil trasforma a tempo scaduto.

L’Italia caricatissima si avvia verso la finale dove incontrerà la Spagna che a sua volta sogna di inanellare, prima squadra nella storia, due europei e un mondiale in 6 anni.

I favori dei pronostici sono per le furie rosse, ma chi di noi a questo punto non ci crede??? Le ultime due partite l’Italia le ha giocate alla grande e la Spagna non sembra ai livelli degli anni passati.

Ci avevamo sperato...

Ci avevamo sperato…

Ma mai speranze furono così drasticamente spezzate. 14 minuti bastano per portare gli uomini di Del Bosque in vantaggio con Silva. La partita si mette male, Chiellini esce per infortunio, poi vira al malissimo quando Jordi Alba sigla il due a zero al 41′. L’Italia non è la stessa delle partite precedenti e l’entrata di Di Natale ad inizio ripresa è solo un fuoco di paglia. La serata azzurra assume sembianze tragiche quando Thiago Motta dopo 3 minuti dal suo ingresso in campo si accascia al suolo per un guaio muscolare. L’Italia è in 10 e non ha più cambi oltre a non avere più speranza. Gli spagnoli non si fermano e ci impallinano altre due volte con Torres (84°) e Mata (88°). 4-0 il risultato finale di una partita che purtroppo per noi non c’è mai stata.

Un epilogo amaro per un europeo che ci aveva regalato gioie inaspettate. Peccato sia finita così, ma difronte ad un risultato così tondo c’è poco da recriminare…

anche se…

Share |
Categorie: all, sport

4 commenti

  1. bartelt ha detto:

    Hai letto le nostre interviste sul corriere adriatico?

  2. Vlao ha detto:

    No dai… non dirmi che hanno fatto un articolo con quella roba…

  3. danske ha detto:

    avete lasciato il vostro vero nome per le foto? ROBERTO BAGGIO e MARCO MATERAZZI

  4. ormai è andata, comunque hanno giocato benissimo!

Lascia un commento