Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
Vlao il 5 dicembre 2011 - 20:42

Ravanhatta

Mi ero dimenticato di dirvi una cosa… mentre in Laos l’importazione dello strumento musicale era miseramente fallita (lo xilofono), sta volta in India ho centrato l’obiettivo!

Non avevo una missione specifica… e forse è per questo che non l’ho fallita… sta di fatto che non sono tornato a mani vuote e mi sono accaparrato lo strumento tradizionale del Rajasthan… il Ravanhatta.

Per chi non lo sapesse si tratta di una sorta di rudimentale violino… si suona con l’archetto infatti, ha due corde principali e altre nove che suonano per risonanza un po’ come nel sitar… Esteticamente non è un gran che, con quel mezzo cocco come cassa di risonanza, ma il tipo che me l’ha venduto ci tirava fuori melodie interessanti.

 Inizialmente mi aveva proposto copie turistiche dello stesso, fatte di legno, ma io ho preteso il suo, l’originale… quello con cui si guadagnava da mangiare. Spero che adesso possa vivere di rendita con le mie rupie, anche perchè la sua attività di musicista ambulante è interdetta.

Era proprio un bel elemento, non so quanto mi abbia trattenuto per la contrattazione, ma alla fine abbiamo raggiunto l’accordo e siamo rimasti soddisfatti entrambi. Addirittura mi ha inseguito per tutta Jaisalmer per offrirmi la custodia per il trasporto (un sacchetto di stoffa con tanto di tracolla)… spillandomi altre 50 rupie… ma se le meritava tutte!

Adesso il Ravanhatta è in sala, non ha ancora una postazione ben precisa, deve essere a portata di mano perché leorol deve ancora farci esercizio, magari seguendo le apposite lezioni su youtube… eccovi la prima:

Ravanhatta Lesson number 1

Share |
Categorie: all, musica e suoni, viaggi

Lascia un commento