Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
Vlao il 8 giugno 2017 - 18:47
La campagna marchigiana

La campagna marchigiana

Passare un weekend tra le colline marchigiane significa anche entrare a contatto con sapori, odori e colori che molto spesso dimentichiamo nelle nostre città.

E’ una buona scusa per visitare splendidi borghi e assaporare prodotti caratteristici nei luoghi stessi da cui provengono, un fantastico modo per unire in una sola gita natura, cultura e tipicità.

In questo periodo poi, l’avanzato stato di primavera rende tutto più colorato e, passare un paio di giorni spensierati in un B&B disperso nella campagna, è l’ideale per staccare un po’ dalla solita routine.

Vlao e Martimarti hanno perciò pensato bene di concedersi una vacanzetta nelle marche del sud soggiornando per qualche notte nei dintorni di Offida. Programma che ha convinto anche Fabris, Zia May ed i piccoli Grilloparlante e Pinocchietta che hanno raggiunto le Marche nientepopodimeno che dalla capitale.

La piazza di Offida

La piazza di Offida

Tutti quanti, in pochi giorni, si sono fatti una cultura sui vini tipici della zona… vitigni come Pecorino e Passerina non hanno più segreti… e dato che il weekend non era solo eno, ma anche gastronomico, hanno acquisito anche una profonda conoscenza dei salumi e dei formaggi da abbinare ai calici.

Hanno girato le locande in lungo ed in largo e se volete consigli su dove degustare… sentite loro, saranno sicuramente in grado di darvi preziose informazioni.

Anche di cartoccetti se ne intendono oramai, quelli pieni di olive chiaramente, che dalle parti di Ascoli si trovano ovunque ci sia un po’ d’olio per friggere. La scorta takeaway che i romani hanno acquistato prima di tornare a casa, ad oggi, risulta già esaurita ed ha creato una dipendenza tale che si stanno già cercando possibili canali per approvvigionamenti futuri.

Piazza del popolo Ascoli

Piazza del popolo Ascoli

Salutata l’allegra famiglia, Vlao e Martimarti sono rimasti in solitaria per un ulteriore giorno ed hanno concluso il tour facendo un salto nel vicino Abruzzo, a Civitella del Tronto, dove hanno visitato la spettacolare roccaforte che ha fatto poi da scenario alla debacle della Juve in Champions.

Infine, per chiudere in bellezza, prima di tornare all’abituale dimora di Ancona i due si sono concessi una giornata all’Abazia di Fiastra dove, con un picnic abbinato ad una sgambata, hanno chiuso in bellezza aggiungendo il relax alla tre giorni enogarstronomica.

Potrebbero interessarti:

Share |

Lascia un commento