Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
Vlao il 21 febbraio 2010 - 20:49
Siccome non bisogna perdere le buone abitudini, anche se con un po’ di ritardo vi segnalo il best of delle mie letture 2009. Un anno non prolifico come il 2008, ma sufficientemente ricco per formare un’ottimo podio.
 
Cronaca di una morte annunciata di Gabriel Garcia Marquez
Di solito se qualcuno ti racconta la fine di un romanzo o di un film si merita di essere mandato a quel paese… in questo casò però la situazione è un po’ diversa visto che è lo stesso autore a dirti, già dal titolo, che Santiago Nasar è destinato a tirare le quoia. Il problema in questo caso non si pone perchè l’importante non è come andrà a finire ma tutto quanto il resto.
 
Il Cinese di Henning Mankell
Comincio a pensare che in Svezia ci sia una sorta di incentivo statale agli scrittori, a patto che facciano libri da 600 pagine. Ormai il formato mattone è caratteristico dei romanzi svedesi, avrei potuto consigliarvi “Uomini che odiano le donne” il primo del trittico del carpentiere di Stieg Larsson, ma mi sembrava un po’ troppo inflazionato. Così vi segnalo questo. E vi assicuro che immergervi in questo thrillerone ambientato tra America, Africa, Svezia, Inghilterra, Danimarca e soprattuto Cina… non vi annoieà. E poi al limite lo potrete sempre usare a complemento dell’ultimo tavolo IKEA quello con uno zampo più corto di 600 pagine.
 
Castelli di rabbia di Alessandro Baricco
Baricco è un mito, potete dire che scrive pagine e pagine di niente… ma dovete anche ammettere che lo fa maledettamente bene…
Se la vostra intenzione è di vagare senza meta perdendovi in un incrocio di storie e di personaggi memorabili, siete nel posto giusto. Vi assicuro pure che troverete come minimo una frase da salvare tra le citazione preferite.
Share |

2 commenti

  1. utente anonimo ha detto:

    /// "Castelli di rabbia" è l’unico bel libro di Baricco, insieme a "Seta", che però alla fine dei conti è più un racconto. Il resto in effetti sono seghe. Nel senso più lato del termine. IMHO
    /// Marquez non tradisce mai.
    /// Mi sembrava di avertelo già suggerito. In caso te lo ripeto. "Q"… devi leggere "Q". Non aggiungo altro. Mi dirai quando lo avrai finito.

    danco

  2. Vlao ha detto:

    Ok Q me lo segno…

    Cmq il più bello di baricco è Oceano Mare… solo il pezzo del naufragio vale il biglietto!

Lascia un commento