Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
Vlao il 19 gennaio 2011 - 15:43

vignetta_vauro_censurata_dal_corriere_della_seraAnche per la saga di Silvio I da Arcore stiamo giungendo ai titoli di coda e come per ogni serie che si rispetti impazza il toto-finale.

La previsione è sempre difficile, perchè è proprio a questo punto che si nasconde il colpo di scena. Ragionandoci un po’ su, ho comunque buttato giù tre conclusioni alternative…

Finale #1: Silvio ormai braccato dai magistrati decide di costituirsi, ma nel tragitto che lo porta dalla villa di Arcore alla Procura della Repubblica, grazie ad un bliz delle Forze della Libertà, riesce a divincolarsi e a sgattaiolare via nell’oscurità. Si nasconde nel bagagliaio dell’auto di un uomo di sua fiducia che lo porta segretamente a Milano 2. Nel  suo bunker antiatomico si prepara a passare indisturbato gli ottantadue anni che gli restano da vivere in compagnia delle sue damigelle e di tutte le ricchezze che ha rub… che ha guadagnato in una vita piena di rinuncie e sacrifici. A poco a poco però, tra intercettazioni abusive e tradimenti vari, il cerchio comincia a stringersi attorno a lui fino a che un bel gior… fino a che un giorno le Forze Alleate  bussano alla porta blindata della sua suite imperiale. A quel punto Silvio il pavido decide di inghiottire la pillola col cianuro portando con se nella tomba tutti i suoi segreti… per sempre.

Finale #2: Silvio riesce con una sapiente campagna acquisti ad assicurarsi la maggioranza alla Camera e al Senato. In 24 ore approva la legge retroattiva sull’innalzamento della maggiore età, portando il limite a 12 anni, ma solo per le donne, converte a tempo indeterminato tutti i contratti a progetto delle sue dame, lascia la fidanzata e arresta tutti i giudici, i magistrati  e gli aspiranti tali prendendo ad interim la presidenza del neoistituito Ministero della Verità. Porta avanti l’Italia per altre 5 legislature, si dimette da Presidente del Consiglio all’età di 103 anni e diventa Presidente della Repubblica fino a quando non lascia la vita terrena 33 anni dopo aver assunto l’incarico. Al funerale la sua bara viene portata in processione per tutto il mondo, un po’ come la torcia olimpica, viaggiando però sulle spalle delle badanti delle sue escort storiche, ormai appassite dagli anni. L’Italia dopo un lungo periodo di stasi per la commozione generale piomba nell’era più nera della sua storia moderna.

Finale #3: Silvio viene sfiduciato dal parlamento ed è costretto a dare le dimissioni, si rassegna a presentarsi in tribunale, viene svergognato  su tutti i fronti, piange davanti alle televisioni e diventa lo zimbello di tutto il mondo occidentale. Ma il giorno prima della sentenza finale, fingendosi un talent scout del Milan e sfruttando le offerte last minute di Ryanair sale su un volo per le Isole Andamane dove, appena sceso a terra, chiede asilo politico alla prima tribù che incontra. Il santone del posto glielo concede immediatamente non appena udita la storia della setta delle toghe rosse che attende l’ex premier per offrirlo in sacrificio agli Dei. Silvio dopo aver fatto un po’ di campagna elettorale, viene eletto imperatore ad honorem e gli viene somministrata la pozione della vita eterna. Dopo aver atteso per anni che la prescrizione abbia fatto il suo effetto, decide di tornare in Italia pronto a scendere di nuovo in campo per riportare il paese nei binari giusti… giusti per lui ovviamente.

Beh… voi che dite??? Che finale preferireste???

Scordatevi ad ogni modo l’happy-endSilvio in galera non lo vedrete mai e poi mai!

Share |
Categorie: all, opinioni, sciapate

3 commenti

  1. NICOLINA ha detto:

    Il SECONDO…è decisamente (AhiNoi) più realistico! Ahahaha…

  2. Punto Plus ha detto:

    E lascialo stà a quel “poromo”…dopo tutto el bè che t’ha fatto!!!!
    Sei veramente irriconoscente…

  3. BARTELT ha detto:

    Ti do il 4: si va alle elezioni, gli italiani votano silvio e si ricomincia tutto da capo….pm comunisti, riforma giustizia, bunga bunga, promotori della libertà, comunisti in cashmere, il milan, e così via….

Lascia un commento