Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
  • Australia Pt.7 – Canguri e spese pazze l’ultimo giorno a Melbourne

    Chi l’avrebbe mai detto che il modo migliore per vedere i canguri sia recarsi ad un golf club? Invece è proprio così, la Lonely Planet non mente, ed è così che Vlao e Martimarti, a bordo di una macchinina elettrica, hanno provato l’emozione di avere un incontro ravvicinato con questi bipedi saltellanti. Vagando per le 18 buche, tra un green ed un bunker hanno potuto stalkerare una nutrita famiglia di canguri, avvistando anche la mamma col marsupio occupato. Ora si che […]

  • #Covid19: due settimane di quarantena

    Far passare due settimane di quarantena non è poi così facile, qualcosa bisogna inventarsi… Vlao e Martimarti, rinchiusi tra le quattro mura domestiche insieme a Nespola, si sono impegnati in vari campi con alterne soddisfazioni SERIE TV finalmente c’è tempo in abbondanza per una full immersion che consenta di non perdere il filo del racconto The Man in the High Castle. Archiviata anche la stagione 2 di questa serie tratta da un romanzo di P.K.Dick, scrittore tra i più presenti […]

  • Cronache del Coronavirus

    Saranno stati i primi di febbraio quando Vlao coglie la notizia di un virus che sta mietendo vittime in una città sperduta della Cina, Wuan. Città per modo di dire, in realtà è una metropoli di 11 milioni di abitanti, che i cinesi stanno mettendo in quarantena per arginare il rischio contagio. Video di strade deserte, posti di blocco per entrare ed uscire dalla zona, ospedali in costruzione con decine di ruspe in movimento sincronizzato. Sembra un film. Alcuni ipotizzano […]

  • Top of the Rock ’19

    Per iniziare il nuovo anno discografico per prima cosa bisogna tirare le somme di quello passato. Per questo Vlao non si esime nemmeno questa volta nello stilare la sua personalissima classifica che contiene gli album nati nel 2019 e che gli hanno tenuto compagnia negli ultimi 12 mesi. 10 posizioni per riassumere quel che di nuovo ha colpito il suo orecchio, da vecchi marpioni tornati alla ribalta, a nuove band tutte da scoprire, una classifica più rock rispetto alle ultime […]

  • Il podio acquisti memorabili 2019

    E’ tempo di classifiche e, mentre ancora dovete attendere qualche giorno per l’immancabile chart musicale, in quest’epoca di consumismo sfrenato ho deciso di rendere ufficiale il podio degli acquisti memorabili dell’anno trascorso. Non c’è un criterio univoco per l’assegnazione dell’agognato premio, infatti alcuni oggetti si sono meritati la menzione per il loro incomparabile rapporto qualità/prezzo, altri per la loro innegabile utilità e altri ancora per il loro fantasmatico costo, ma ognuno dei tre eletti ha il merito di aver segnato indelebilmente […]

Info & Disclaimer

Postato da Vlao IL 12 Febbraio 2012 - 17:28 3 Commenti

Ogni blog che si rispetti ha una pagina di presentazione… una pagina con i contatti… una pagina in cui si mettono le mani avanti sui contenuti e su tutto quello che potrebbe offendere qualcosa o qualcuno… ora anche Vidrar Vel Til Loftarasa ce l’ha!

Vlao - foto di repertorio

Vlao – foto di repertorio

Vlao non esiste? Vlao sono io? Dipende… quando viaggia potrei essere io, in effetti le foto degli album assomigliano proprio alle mie… quando dice sciocchezze invece agisce di sua spontanea volontà ed è fuori dal mio controllo. Chiaramente mi dissocio preventivamente da tutto quello che scrive… se pensate che Vlao abbia copiato, denigrato, offeso, elogiato troppo qualcosa o qualcuno prendetevela direttamente con lui… io non c’entro niente.

I riferimenti a persone esistenti o a fatti realmente accaduti che potete trovare in queste pagine sono puramente casuali… tranne alcuni… e la maggior parte degli avvenimenti qui narrati sono frutto della fervida immaginazione di Vlao… ma non tutti…

Vlao stesso comunque ci tiene a puntualizzare che per la produzione di questo blog non sono state maltrattate piante, nè animali, nè tanto meno persone…

Se pensate di riconoscervi in personaggi menzionati in questi post, è possibile che soffriate troppo di protagonismo, state certi che Vlao non si abbasserebbe mai a scrivere di voi… anche se questo vi farebbe piacere… confessatelo.

Vlao è pronto al confronto su tutto e con tutti… è per questo che sono liberi i commenti… anche se nessuno li usa… se invece avete la necessità di complimentarvi con lui o di insultarlo in privato ecco l’email che potete tranqullamente utilizzare: vlao@vlao.it

Usate questo mezzo tecnologico anche per chiedere informazioni, Vlao vi risponderà appena troverà un minuto libero del suo prezioso tempo… se volete parlare con me… già è più difficile, provate magari a chiederglielo… ma visto che è geloso… vi dirà sicuramente che io non esisto… e che tutto questo è opera sua!

Tipi da neve

Postato da Vlao IL 7 Febbraio 2012 - 19:52 Aggiungi Commento

Escono dopo la nevicata come fanno le lumache dopo l’acquazzone… sono tanti i loschi figuri che vagano inquietanti per le vie imbiancate delle nostre città:

Scaffali vuoti dopo il suo passaggio

Scaffali vuoti dopo il suo passaggio

Il disastrofobico: comincia a fare provviste di cibo, acqua e generi di prima necessità appena vede qualche fiocco bianco cadere. Continua ad accaparrarsi ossessivamente derrate alimentari assaltando i supermercati a intervalli regolari. Entra in competizione con gli altri clienti fiondandosi con veemenza sull’ultimo ceppo d’insalata rimasto nella cassetta e sgomita energicamente per far incetta di lievito di birra, ingrediente fondamentale per poter sfornare giornalmente pane casereccio. E’ un rinomato collezionista di salumi, e nessuno ha idea di quello che può nascondere nel sarcofago congelatore che tiene nascosto in cantina. Vive con il dubbio di essersi scordato qualcosa di essenziale alla sopravvivenza… è per questo che è sempre pronto per un blitz all’emporio. La sua auto è riconoscibile perché è l’unica senza un filo di neve sopra… è munita di gomme chiodate e catene sulle quattro ruote motrici… e ha sei taniche di benzina sul portapacchi. Non crede alle previsioni del tempo che dicono che la perturbazione passerà in qualche giorno, è fermamente convinto che possa arrivare da un momento all’altro una nuova era glaciale. Vuole trovarsi pronto per quel momento, sa che può stare rinchiuso in casa per anni, autosufficiente, ma si lascia sempre una via di fuga per ogni evenienza. Sa già che quando arriverà quel giorno tutti lo invidieranno, e si pentiranno di averlo preso per il culo fino ad allora.

I suoi incantevoli doposci pelosi

I suoi incantevoli doposci pelosi

Il disastroinvocatore: domani alle 19.00 nevica diceva Mercoledì, domani alle 19.00 nevica diceva Giovedì, domani alle 19.00 nevica diceva Venerdì… finalmente il Sabato ha nevicato. Il disastroinvocatore si sveglia alla mattina, apre la finestra e si bea dei 10 cm di cristalli di h2o ammassati al suolo… finalmente ha l’occasione per prelevare dagli armadi la sua attrezzatura da neve anni 70. Si lascia il pigiama di lana sotto e comincia ad indossare i suoi capi tecnici, maglione alto a girocollo, giacca a vento attillata, occhiali a specchio e doposci pelosi. Esce nella tormenta facendo un’ampia perlustrazione delle vie più pendenti che il suo paese possa vantare. Saggia la neve soffice appena caduta e comincia istantaneamente a pensare allo sperduto scaffale dove può aver riposto la sciolina. Continua il suo giro fino a che non trova la sua pista ideale… non ha dubbi… è lei… una lunga scoscesa discesa libera che porta dritto dritto sulla strada statale…  sta già elaborando mentalmente il tracciato… mimando le curve con le mani. Torna a casa eccitatissimo. Prende la chiave della cantina… scende nelle catacombe… apre il lucchetto… toglie il chiavistello… rovista tra gli oggetti accatastati… ecco… tra il barbecue… e il sacco a pelo… E’ finalmente giunta l’ora! Motivato e sorridente imbraccia il suo bob rosso fiammante e parte di corsa pronto per una nuova avventura!

La sua macchina era la terza!

La sua macchina era la terza!

Il disastroindifferente: qualsiasi cosa succeda lui non ne viene scalfito… che faccia freddo o caldo per lui non cambia niente. Non guarda la televisione, vede giusto i colori che si muovono, non legge i giornali, guarda solo le figure stampate. Ha passato il week-end poltrendo sul divano e progettando i suoi piani malvagi per il Lunedì di lavoro. Le notizie gli pervengono per passa parola… ha sentito certamente dell’arrivo di una perturbazione siberiana… ma questa è una delle tante news a cui non da peso… è un po’ come quando gli comunicano che Ibrahimovic ha beccato tre giornate… o che lo spread è sotto quota 400… o che Silvio ha un’udienza a Milano… tutto questo non gli cambia di certo la vita. Come ogni Lunedì esce di casa alla solita ora 7.31… e, con il suo mocassino scamosciato, si avvia verso la macchina… rischia di stramazzare al suolo un paio di volte… c’è un po’ di neve… e che vuoi che sia… riesce comunque a trovare la sua macchina al terzo cumulo bianco che sonda. Entra, gira la chiave, la batteria c’è! Parte al primo colpo. Le catene invece mancano all’appello, delle gomme da neve nessuna traccia, ma non importa, questa è una sfida! Riesce a stento a muoversi dal parcheggio, poi però riesce a prendere il via, prende la rincorsa e sale sulla rampa dell’asse attrezzato. Questi piccoli imprevisti non possono di certo rallentarlo. Senza catene, con le gomme lisce e con lievi sbandate qua e là, riesce ad arrivare in perfetto orario al lavoro. Come sempre! E’ forse il primo addirittura… c’è solo la sua macchina nel parcheggio innevato. Va verso l’ingresso spedito, ma il portone è chiuso… si guarda in giro e nota un cartello… per ordinanza del sindaco la scuola è chiusa… cazzo! Niente compito in classe a sorpresa oggi!

Allarme meteo: pronti al peggio

Postato da Vlao IL 31 Gennaio 2012 - 18:03 1 Commento
Sta volta non ci frega nessuno… sta volta lo sappiamo in anticipo… sta volta è già tutto pronto. Le gomme termiche o le catene le abbiamo comprate… sono pronti 12 mezzi spazzaneve… il piano di criticità viaria è scaricabile qua (link)… per adesso manca solo la neve. Nel frattempo tutti gli edifici scolastici sono stati dotati di pale e di una scorta di sale. E’ stata organizzata anche una speciale fornitura di derrate alimentari nel caso in cui il trasporto dei pasti non fosse possibile. Siamo pronti al peggio. Prevenire è meglio che curare come diceva la pubblicità del dentifricio verde… e dopo ...

Gennaio concertistico

Postato da Vlao IL 23 Gennaio 2012 - 19:18 Aggiungi Commento
Parte di slancio l'anno concertistico... una tripletta in Gennaio non si era mai vista. Nessun grosso nome, ma una buona fetta del sottobosco alternativo italiano... Le Luci della Centrale Elettrica, Dente e Bud Spencer Blues Explosion nel giro di un paio di settimane, sono un'ottimo inizio e se il buon giorno si vede dal mattino... questo 2012 live promette proprio bene. Con già in cambusa il biglietto per il concerto di Firenze dei Radiohead, con in fase di valutazione altri appuntamenti vedi Mark Lanegan a Bologna... Sigur Ròs in caso di eventuale tour per il nuovo disco previsto a primavera... e perchè ...

Costa Concordia… alla faccia dell’inchino

Postato da Vlao IL 19 Gennaio 2012 - 18:58 2 Commenti
Chissà quanti idioti nel mondo possono guidare un palazzo galleggiante di 15 piani lungo come 3 campi da calcio e pesante come 110 Boeing 747? Speriamo che sia, o meglio, sia stato soltanto uno, l'ormai illustre Schettino Francesco. [caption id="attachment_2793" align="alignright" width="300"] La Costa Concordia si inchina al Giglio[/caption] Lo conoscete dai... quel povero capitano che oltre ad aver rischiato la propria vita inciampando e finendo miracolosamente in una scialuppa di salvataggio è stato pure, ironia della sorte, accusato di aver abbandonato la nave! Si si... lui... quello dell'ormai mitico invito "vada a bordo"... diffuso ormai in eurovisione che lo ha sbugiardato ai quattro venti. Povero ...

Top of the Rock ’11

Postato da Vlao IL 16 Gennaio 2012 - 19:06 5 Commenti
1. J Mascis - Several Shades of Why Per chi non lo sapesse, J Mascis è il frontman dei Dinosaur Jr, ma qui parliamo di tutt’altro genere. Niente distorsioni, niente sferzate elettriche, niente batteria. Solo voce e chitarra con rare escursioni elettriche. 10 canzoni per una quarantina di minuti senza nessun passo falso e con punte di eccellenza, già l’iniziale Listen to me per non parlare di Where are you o Can I. Tutte canzone che crescono ascolto dopo ascolto. 2. Danger Mouse & Daniele Luppi - Rome Un disco cinematografico si potrebbe definire, una colonna sonora per un film che non c'è e che ognuno può ...

2011: l’anno in blog

Postato da Vlao IL 7 Gennaio 2012 - 17:32 2 Commenti
Se ne è già andata l'Epifania... ed è dunque ora scossa di occuparsi del resoconto post per post del 2011... è sempre un'emozione guardare a ritroso le pagine del blog e rispolverarne il meglio della produzione. Per orientarmi tra gli svariati componimenti degni di nota ho deciso per quest'anno di introdurre una suddivisione per categorie: Avvenimenti storici, Viaggi e vacanze, Umorismo e sciapate, Missioni più o meno compiute ed Eventi mondani. All'interno di ciascuna categoria, la giuria formata da me e Vlao, ha provveduto a scegliere tre nomination tra le quali siete obbligati a scegliere il post dell'anno 2011. Attraverso il sofisticato sistema di ...

R: R: R: R: Re: R: Re: R: info baita

Postato da Vlao IL 3 Gennaio 2012 - 15:09 2 Commenti
[caption id="attachment_7480" align="alignright" width="300"] la tavola imbandita[/caption] Sotto sotto sapevamo tutti che il rudere proposto dalla Singer sarebbe stata la soluzione prescelta, ma le sterili polemiche via mail servivano ad allietare gli ultimi giorni del 2011. Alla fine un'accozzaglia di personaggi si è aggregata in quel di XXX (capoluogo di provincia delle Marche che non è AN, PU, MC, FM) addirittura c'è chi ha fatto 600 km da Atalanta per non mancare al famigerato partialrudere... altri hanno fatto meno di 300 metri, ma con tanto di cuscino e piumone sotto braccio... Ognuno ha contribuito all'evento, chi ha portato i casoncelli, chi i salumi e lo sciroppo, chi la ...

Famoso per un giorno

Postato da Vlao IL 28 Dicembre 2011 - 18:28 2 Commenti
[caption id="attachment_7482" align="alignright" width="204"] Corriere Adriatico del 28.12.11[/caption] Mi sono sempre chiesto come facciano i giornali a riempire le loro pagine tutti i sacrosanti giorni... a parte le solite tattiche tipografiche... un titolone qui, una doppia interlinea là, un Times New Roman 12, escamotages che fanno lievitare una tesina da 20 a 60 pagine (l'esperienza insegna)... aggiungeteci pure un po' di pubblicità e qualche foto... ma comunque una base deve per forza esserci. Certo i giornali del varesotto non hanno problemi... avete fatto caso che un assassinio su 2, 2 stupri su 3, e in generale il 60% della cronaca nera proviene da quelle ...