Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
  • Il podio acquisti memorabili 2019

    E’ tempo di classifiche e, mentre ancora dovete attendere qualche giorno per l’immancabile chart musicale, in quest’epoca di consumismo sfrenato ho deciso di rendere ufficiale il podio degli acquisti memorabili dell’anno trascorso. Non c’è un criterio univoco per l’assegnazione dell’agognato premio, infatti alcuni oggetti si sono meritati la menzione per il loro incomparabile rapporto qualità/prezzo, altri per la loro innegabile utilità e altri ancora per il loro fantasmatico costo, ma ognuno dei tre eletti ha il merito di aver segnato indelebilmente […]

  • Vlao mercante in fiera

    Ultimamente Vlao si è dato alle compravendite. Da un lato è un fedele seguace del gruppo telegram Sconticina che offre dritte per gli acquisti a buon prezzo o addirittura ad errore di prezzo e, dall’altro, è diventato un attivo utente Ebay piazzando sul mercato web pezzi archiviati in cantina da anni. Il suo primo exploit da venditore provetto è stato un gioco da tavola anni 90, conservato perfettamente fino ai giorni nostri, uno scatolone con su scritto Starquest che è giaciuto impolverato […]

  • NORVEGIA: Cinque cose da fare e cinque cose da non fare alle Lofoten

    Le Lofoten insieme alle Vesteralen sono delle isole sperdute nel nord della Norvegia, si trovano ampiamente entro il circolo polare artico e sono meta rinomata per gli amanti della natura e degli sport. Noi abbiamo scelto di andarci d’estate per ammirare appieno gli splendidi paesaggi e i pittoreschi paesini, ma ci riserviamo di tornarci in inverno quando regna la neve, il buio e l’aurora boreale. Dalla nostra esperienza estiva intanto vi possiamo segnalare 10 dritte per affrontare il vostro soggiorno […]

  • Nespola… Nespolina per gli amici

    Un uragano si è battuto a casa di Vlao e Martimarti. Il suo nome è Nespola la gattina che è entrata a far parte della famiglia e che da subito ha preso possesso dell’appartamento. Con i suoi 900 grammi di giocosità ha fatto ingresso dalla porta principale e dopo una breve fase di esplorazione ha cominciato ad abituarsi agli ampi spazi messi a sua disposizione. In paragone con la stanza della casa colonica, nella quale viveva con i suoi fratellini trovatelli, Nespola […]

  • Australia PT.6 – Great Ocean Road, koala, achidna e animali vari

    La Great Ocean Road è un tratto panoramico di strada costiera che si trova a sud est tra Melborune e Adelaide. Viaggiare su questa tratta è un vero piacere, la mitica Hunday Accent accarezza l’asfalto e Vlao e Martimarti, alternandosi alla guida, pennellano dolci traiettorie. Grazie alla dettagliata mappa recuperata all’info point i due pianificano in tempo reale il da farsi e possono scegliere d’istinto. Se hanno fame optano per una sosta culinaria come quella ad Apollo Bay rinomata cittadina del […]

Costa Concordia… alla faccia dell’inchino

Postato da Vlao IL 19 Gennaio 2012 - 18:58 2 Commenti

Chissà quanti idioti nel mondo possono guidare un palazzo galleggiante di 15 piani lungo come 3 campi da calcio e pesante come 110 Boeing 747?

Speriamo che sia, o meglio, sia stato soltanto uno, l’ormai illustre Schettino Francesco.

La Costa Concordia si inchina al Giglio

La Costa Concordia si inchina al Giglio

Lo conoscete dai… quel povero capitano che oltre ad aver rischiato la propria vita inciampando e finendo miracolosamente in una scialuppa di salvataggio è stato pure, ironia della sorte, accusato di aver abbandonato la nave!

Si si… lui… quello dell’ormai mitico invito “vada a bordo“… diffuso ormai in eurovisione che lo ha sbugiardato ai quattro venti.

Povero capitano, lui che aveva fatto di tutto per allietare i suoi 4.000 passeggeri con il suo famoso inchino all’Isola del Giglio tanto apprezzato dal vecchio commodoro che seguiva in diretta telefonica e dalla misteriosa moldava in cabina di pilotaggio.

Mettiamoci nei suoi panni… forse inizialmente lui l’avrebbe pure dato l’ordine di abbandonare la nave… però sai che figura… magari qualcuno dall’alto gli avrà consigliato di andare avanti, senza fare tante sceneggiate, che per una piccola bozzetta sulla fiancata sarebbe bastata la prima carrozzeria per strada…

Sicuramente non è stato subito chiaro che la bozzetta era uno squarcio di 70 metri con tanto di scoglio conficcato… un piccolo fuori programma che ha trasformato l’inchino in un capitombolo… in acqua bassa fortunatamente, fortunatamente non per tutti però!

Top of the Rock ’11

Postato da Vlao IL 16 Gennaio 2012 - 19:06 5 Commenti
J-Mascis200 1. J Mascis – Several Shades of Why

Per chi non lo sapesse, J Mascis è il frontman dei Dinosaur Jr, ma qui parliamo di tutt’altro genere. Niente distorsioni, niente sferzate elettriche, niente batteria. Solo voce e chitarra con rare escursioni elettriche. 10 canzoni per una quarantina di minuti senza nessun passo falso e con punte di eccellenza, già l’iniziale Listen to me per non parlare di Where are you o Can I. Tutte canzone che crescono ascolto dopo ascolto.

daniele-luppi150 2. Danger Mouse & Daniele Luppi – Rome

Un disco cinematografico si potrebbe definire, una colonna sonora per un film che non c’è e che ognuno può farsi da se. Una strizzata d’occhio al maestro Morricone e il cameo di ospiti d’eccezioni quali Jack White e Nora Jones fanno di questo album un’ottima compagnia per tragitti stradali.

dente150 3. Dente – Io tra di Noi

Sta diventando troppo famoso, si sta affacciando al mainstream, per questo molti snob storcono il naso. Vlao no e il disco di Dente gli piace, anche se si ritiene comunque snob!  Peccato solo per quella canzone punto puntoevirgola puntinidisospensione che proprio non gli va giù…

Black-Keys-El-Camino150  4. Black Keys – El Camino 

Disco ideale per rockeggiare come dice Homer Simpson. Con una manciata di pezzi da incorniciare e qualche riempitivo i Black Keys continuano sulla falsa riga di Brothers disco che era sfuggito ai radar vlaoviani nel 2010. Forse qui siamo una spanna sotto, ma il quarto posto in classifica ci sta tutto.

bon-iver150  5. Bon Iver –  Bon Iver 

Se non fosse per quella voce un po’ così, Vlao l’avrebbe messo più su. Ma forse c’è bisogno di tempo per assimilarla bene… diciamo che è particolare. Per il resto Buon Inverno ha fatto un gran bel disco!

radiohead_TKOL150  6. Radiohead – The King of Limbs 

Fare un goal in rovesciata da fuori area al novantesimo minuto non capita tutti i giorni. Loro di rovesciate così ne hanno fatte due come minimo (OK Computer e Kid A), questa invece è solo una punizione sotto il sette… ordinaria amministrazione per piedi buoni come i Testa di  Radio.

 joan-as-police-woman150  7. Joan as Police Woman – The Deep Field

Prima donna in classifica… e che donna… una Donna Poliziotto. Un po’ soul, un po’ funk, un po’ psichedelica, comunque rock. Un bel sound di quelli che ci piacciono… pieni e corposi… e una voce da sottolineare.

anna_calvi_anna_calvi150  8. Anna Calvi – Anna Calvi 

Che si può dire davanti ad un debutto così??? Brava Anna come minimo. Anche se gorgheggia un po’ troppo per i gusti di Vlao, l’aver perso il suo concerto alla Mole di quest’estate è da considerarsi una delle più grosse pecche dell’anno passato.

 mogwai_hardcore_will_never_die150  9. Mogwai –  Hardcore Will Never Die, But You Will

Di fronte ad ogni album dei Mogwai Vlao non rimane impassibile, a confronto del 1° posto attribuito a The Howk is Howling del 2008 però questa potrebbe sembrare una bocciatura… ma non lo è… è solo che l’attuale periodo musicale vlaoviano non è pienamente compatibile con il post rock.

destroyer_kaputt150  10. Destroyer –  Kaputt

I Destroyer al contrario dei Mogwai nel 2008 si collocarono al 10° posto della classifica con Trouble in Dreams, quel disco poi però salì di gradimento e oggi si sarebbe piazzato molto più su. Chissà l’effetto che farà questo album tra un po’, per adesso si merita giusto la menzione.

2011: l’anno in blog

Postato da Vlao IL 7 Gennaio 2012 - 17:32 2 Commenti
Se ne è già andata l'Epifania... ed è dunque ora scossa di occuparsi del resoconto post per post del 2011... è sempre un'emozione guardare a ritroso le pagine del blog e rispolverarne il meglio della produzione. Per orientarmi tra gli svariati componimenti degni di nota ho deciso per quest'anno di introdurre una suddivisione per categorie: Avvenimenti storici, Viaggi e vacanze, Umorismo e sciapate, Missioni più o meno compiute ed Eventi mondani. All'interno di ciascuna categoria, la giuria formata da me e Vlao, ha provveduto a scegliere tre nomination tra le quali siete obbligati a scegliere il post dell'anno 2011. Attraverso il sofisticato sistema di ...

R: R: R: R: Re: R: Re: R: info baita

Postato da Vlao IL 3 Gennaio 2012 - 15:09 2 Commenti
[caption id="attachment_7480" align="alignright" width="300"] la tavola imbandita[/caption] Sotto sotto sapevamo tutti che il rudere proposto dalla Singer sarebbe stata la soluzione prescelta, ma le sterili polemiche via mail servivano ad allietare gli ultimi giorni del 2011. Alla fine un'accozzaglia di personaggi si è aggregata in quel di XXX (capoluogo di provincia delle Marche che non è AN, PU, MC, FM) addirittura c'è chi ha fatto 600 km da Atalanta per non mancare al famigerato partialrudere... altri hanno fatto meno di 300 metri, ma con tanto di cuscino e piumone sotto braccio... Ognuno ha contribuito all'evento, chi ha portato i casoncelli, chi i salumi e lo sciroppo, chi la ...

Famoso per un giorno

Postato da Vlao IL 28 Dicembre 2011 - 18:28 2 Commenti
[caption id="attachment_7482" align="alignright" width="204"] Corriere Adriatico del 28.12.11[/caption] Mi sono sempre chiesto come facciano i giornali a riempire le loro pagine tutti i sacrosanti giorni... a parte le solite tattiche tipografiche... un titolone qui, una doppia interlinea là, un Times New Roman 12, escamotages che fanno lievitare una tesina da 20 a 60 pagine (l'esperienza insegna)... aggiungeteci pure un po' di pubblicità e qualche foto... ma comunque una base deve per forza esserci. Certo i giornali del varesotto non hanno problemi... avete fatto caso che un assassinio su 2, 2 stupri su 3, e in generale il 60% della cronaca nera proviene da quelle ...

Top of the Books ’11

Postato da Vlao IL 18 Dicembre 2011 - 17:45 Aggiungi Commento
Siamo ormai a metà dicembre... è tempo di bilanci annuali... niente stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa... niente ratei e risconti... quelli si fanno a mezzanotte del 31.12 come da manuale di ragioneria... Qui parliamo di classifiche... per quella rock è ancora presto, c'è bisogno tempo per assimilare le ultime uscite, ma nell'attesa posso deliziarvi con la top of the books edizione 2011 sperando magari di darvi qualche spunto di lettura per il 2012. Come al solito la mia classifica dei libri si limita alla presentazione del podio, non ho così tanto materiale per stilare una top ten, però in questo ...

Per le olive

Postato da Vlao IL 10 Dicembre 2011 - 12:45 2 Commenti
Ho fatto i documenti falsi... ora sono Pinco Pallino, ho 31 anni, vivo a Nontelodico, in Via Fattigliaffari Tuoi 3... mi sono procurato occhiali da secchione con naso e baffi incorporati... ho camuffato la targa della macchina nascondendo con un adesivo di Radio Conero la sigla AN... Non ho tralasciato niente... in modo da non essere intercettato ho schermato il cellulare (forse troppo a dir la verità...), ho fatto anche un corso accelerato di dialetto di Castel di Lama e sono partito... Un po' come un'agente segreto mi sono spinto dietro le linee nemiche... con la collaborazione della basista Singer... abbiamo attraversato il fiume su un ponte ...

Ravanhatta

Postato da Vlao IL 5 Dicembre 2011 - 20:42 Aggiungi Commento
Mi ero dimenticato di dirvi una cosa... mentre in Laos l'importazione dello strumento musicale era miseramente fallita (lo xilofono), sta volta in India ho centrato l'obiettivo! Non avevo una missione specifica... e forse è per questo che non l'ho fallita... sta di fatto che non sono tornato a mani vuote e mi sono accaparrato lo strumento tradizionale del Rajasthan... il Ravanhatta. Per chi non lo sapesse si tratta di una sorta di rudimentale violino... si suona con l'archetto infatti, ha due corde principali e altre nove che suonano per risonanza un po’ come nel sitar... Esteticamente non è un gran che, con ...

Boicottiamo Ticket One

Postato da Vlao IL 25 Novembre 2011 - 15:13 4 Commenti
Vlao ha fatto un tacito accordo con i suoi gruppi preferiti… in realtà è stata una sua decisione unilaterale… ma visto il silenzio assenso degli interessati… l’accordo è diventato definitivo. Vlao giura di non comprare dischi originali, se non sfruttando clamorose opportunità tipo 5 x 24 euro (Il CD non ha senso di esistere) o calamità del genere, e si impegna a devolvere i suoi soldi agli artisti essenzialmente mediante la sua partecipazione ai concerti. Chiaramente Vlao si riserva la facoltà di scaricare tutto in maniera illegale, ma solo allo scopo di ampliare i suoi orizzonti musicali e poter quindi foraggiare attraverso ...