Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
Vlao il 9 dicembre 2013 - 21:01

Sono passati undici mesi da quando Vlao e Zander salutavano Cologno Monzese con la bocca sporca di mascarpone e cioccolato (link). Da lì non c’era stata più occasione di riunire lo zoccolo duro del gruppo LaosCambogia.

Il viaggio in Birmania, allora progettato per inizio 2013, sfumò miseramente per cause ancora da accertare, lasciando ognuno libero di andare per conto suo, chi in Burma… ma sconosciuta, chi in Burma… dolce, chi in Nepal e chi a casa.

Duomo di Milano

Duomo di Milano

Il finto ponte dell’8 Dicembre era l’ultima occasione del 2013 per serrare i ranghi e Mrs.Postamat e Mr.Linux non si sono fatti sfuggire la ghiotta opportunità anzi… hanno raddoppiato… proponendo un alternativo multiraduno dove, oltre agli abituali laotiani e al redivivo Armando, erano convocati anche nuovi personaggi made in Birmania.

L’obiettivo del multietnico gruppetto era la Fiera dell’Artigianato, ideale sintesi di quello che si può trovare di caratteristico in giro per il mondo. Centinaia di stand e prodotti provenienti da ogni parte del pianeta. Cianfrusaglie di ogni fattezza rigorosamente organizzate per bandiera. Certo, comprare qui non dà la stessa emozione che importare un testone direttamente da Siem Rep, ma comunque è divertente riconoscere acquisti fatti in giro e appuntarsi promemoria per i prossimi gadget.

Dedichiamo la mattina a girare il mondo poi… passiamo all’Europa. Ammiriamo il bue allo spiedo che rotea maestoso alle spalle del guarnitore di panini. Sorseggiamo una birra tedesca assistendo allo spettacolo del crucco che compone melodie agitando sapientemente campane da mucca. Resistiamo alle offerte speciali di salami e insaccati vari lasciandoci trasportare della folla magmatica che scorre tra i corridoi del padiglione.

Cominciamo ad essere stanchi, ma manca ancora l’Italia da visitare. Un’infinità di stand regionali che occupano i 3/4 della fiera. Ogni regione mette in mostra il meglio della sua produzione… per la gran parte culinaria… capiamo che è questo il vero made in Italy. Vaghiamo traballanti tra i vari allestimenti passando con nonchalance dalla Puglia al Trentino, dal Molise al Veneto odorando e ammirando le produzioni mangerecce locali

il mitico bue allo spiedo

il mitico bue allo spiedo

Sfiniti decidiamo di fare basta e con la metropolitana, schivando sapientemente le interruzioni per suicidio, torniamo alla base per rilassarci un po’ e dar fondo alle scorte di cibo di casa Postamat.

A cena si aggiunge un’ulteriore avventuriera compagna di viaggio di uno dei compagno di viaggio dell’ultimo viaggio dei coniugni sandonatomilanesi… che poi scopriamo essere, a sua volta, compagna di viaggio del viaggio estivo del nostro amico viaggiatore Sasùcom’è piccolo il mondo!

Ci cibiamo di ogni bendiddio compresi i pizzoccheri che Mrs.Postamat ha preparato con cura certosina per i suoi ospiti.

L’indomani siamo pronti per affrontare un’altra fiera quella degli Oh bej! Oh bej! Il mitico mercatino natalizio milanese che a sant’Ambrogio allieta il centro della città. Con il clima invernale e la nebbia come da depliant gironzoliamo intorno al duomo, in galleria e per le vie più vip della città ammirando i buttafuori neri a guardia dei negozi superlussuosi.

Il nostro weekend è ormai finito… ritorniamo a casa che è ormai scuro… manca ancora un po’ di strada da fare, e nonostante il metanaro si opponga a farci ripartire, riusciamo a rimetterci in viaggio per ridiscendere lo stivale ad orario decente.

Dopo 2 anni e mezzo (link), o quattro secondo i conti di qualcuno, il gruppo Laos è più vivo che mai… l’ennesimo meeting ne è la prova… e sappiamo con sicurezza che ci saranno altre occasioni per riunirlo… e altri piatti da assaporare insieme…

Share |
Categorie: all, sciapate, viaggi

Lascia un commento