Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
Vlao il 9 maggio 2012 - 14:52

“Arrivati all’ingresso che dà sulla strada digitate il codice 1252 ed entrate nel portone… salite le scale e al primo piano troverete una porta… digitate il codice 4214 per aprirla…  una volta varcato l’uscio vedrete di fronte a voi una busta con su scritto un nome di vostra conoscenza… aprite la busta e all’interno troverete le vostre chiavi

Con la speranza che seguendo alla lettera le suddette istruzioni avremmo evitato di passare la notte all’addiaccio, siamo partiti motivatissimi per Stoccolma o meglio per Skavsta, ridente cittadina in mezzo alla tundra svedese, sede di una pista per aerei dove Rayanair spedisce i suoi passeggeri a prezzi vantaggiosissimi.

Stoccolma

Di li, con un comodo bus, si percorrono i 100 e passa chilometri che rimangono per raggiungere Stoccolma, la capitale della Svezia, nonché sede di assegnazione dei premi nobel, nonché città con la più alta accisa sull’alcol al mondo, nonché conglomerato urbano con il più grosso galeò vivente sulla faccia della terra.

L’arrivo a tarda notte, nonostante sia little sunday, ci lascia poche alternative al pasto mcdonaldiano, e poi non vogliamo perdere troppo tempo in quisquilie, moriamo dalla curiosità di sapere se il codice 4214 sarà la nostra salvezza o la nostra condanna.

Ma come potevamo dubitare di questi nordici? I letti ci sono, anche la finestra, e il bagno pure… condiviso… come da depliant. Non ci resta che pianificare il nostro scarso tempo. Diamo retta alle previsioni che danno neve per il Venerdì e sfruttiamo il Giovedì per macinare i chilometri dell’itinerario verde, di quello rosso e di quello blu, ci pappiamo le aringhe fritte e le polpette di renna, quatris di dolci e anche uno whisky da 11 euro per i più abbienti.

Chiaramente il giorno dopo non nevica, salta perciò la sfida a pallate tra Area Gestione Tributi e Contenzioso/Marittima

Ripieghiamo sul piano B che prevede visita mattutina al Galeò, giro sull’arcipelago per ammortizzare appieno il nostro biglietto Hop-On Hop-Off, esplorazione del palazzo reale, hot dog alla francese, polpette di alce e giro dei bar fino a tarda notte… o quasi.

Ultima mezza giornata libera con raggruppamento fissato per il cambio della guardia. Ultime ore svedesi dedicate allo sperperamento delle restanti corone in beni di prima necessità… poi via alle procedure di ritorno… l’Ufficio chiama, la dogana non sa stare senza di noi… dietrofront… bus… SkavstaFalconara… casa… e tutti pronti per nuove avventure…

Share |
Categorie: all, sciapate, viaggi

Lascia un commento