Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
Vlao il 18 dicembre 2011 - 17:45

Siamo ormai a metà dicembre… è tempo di bilanci annuali… niente stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa… niente ratei e risconti… quelli si fanno a mezzanotte del 31.12 come da manuale di ragioneria…

Qui parliamo di classifiche… per quella rock è ancora presto, c’è bisogno tempo per assimilare le ultime uscite, ma nell’attesa posso deliziarvi con la top of the books edizione 2011 sperando magari di darvi qualche spunto di lettura per il 2012. Come al solito la mia classifica dei libri si limita alla presentazione del podio, non ho così tanto materiale per stilare una top ten, però in questo modo andate sicuri sulla qualità delle mie “prescrizioni”:

Il Ciclo delle Fondazioni

il-ciclo-delle-fondazioni-180Non avevo letto nient’altro di Isaac Asimov a parte qualche racconto, ma visto il mio debole per la fantascienza era una macroscopica lacuna che dovevo assolutamente colmare. In realtà Il Ciclo delle Fondazioni non è un libro… ma una raccolta di ben quattro romanzi: Prima Fondazione, Fondazione e Impero, Seconda Fondazione e L’Orlo della Fondazione. Per me, però, conta come uno visto che una volta iniziato non sono stato in grado di interromperne la lettura. Difficile riassumerne una trama che si sviluppa lungo centinaia di anni e che coinvolge l’intera umanità. Tutto ha inizio quando Hari Seldon, scienziato inventore della psicostoria, si accorge che, anche se il singolo individuo è imprevedibile, le reazioni delle masse possono essere studiate statisticamente. E più grandi sono le masse considerate, più precisi saranno i calcoli. Seldon prese in considerazione tutti i milioni di abitanti della galassia e vide che le equazioni dicevano chiaramente che l’Impero Galattico sarebbe crollato e che ci sarebbero voluti trentamila anni di miseria e sofferenza prima che sorgesse il Secondo Impero. L’unica possibilità per ridurre questo periodo a soli mille anni era quella di modificare alcune delle condizioni esistenti. Per questo Hari Seldon fondò due colonie di scienziati, le Fondazioni, che di proposito collocò ai lati opposti della Galassia e a cui affidò il compito di ridurre la strada che portava al Secondo Impero Galattico.

Non Lasciarmi

non-lasciarmi-180Al secondo posto dell’annata 2011 metto senza dubbio Non Lasciarmi dello scrittore inglese, nonostante il nome, Kazuo Ishiguro. Nel romanzo è Kathy che ci racconta la storia della sua vita e di quella dei suoi amici di infanzia Ruth e Tommy. Cresciuti come orfani in un centro d’educazione chiamato Hailsham, a sedici anni vengono trasferiti nei “Cottages” per il completamento della loro formazione che li porterà prima a diventare assistenti e successivamente dei donatori. Un percorso già scritto per loro e per tutti gli altri compagni, che nonostante abbiano sentimenti, anima e sensibilità artistica per il mondo non sono altro che cloni umani creati in laboratorio con l’unico scopo di donare gli organi. Un triste destino dal quale non si può fuggire?

L’Uomo a Rovescio

Vargas---L'uomo-a-rovescio-180

Terzo gradino del podio per L’Uomo a Rovescio della scrittrice francese Fred Vargas. Chi ama le storie di investigazione non può assolutamente perdersi quelle dell’ispettore Adamsberg, curioso commissario che questa volta si trova coinvolto in una storia di lupi mannari. Si perchè le pecore sgozzate, e i segni delle mandibole lasciate sulle vittime fanno pensare ad un grosso lupo… o a qualcosa di più inquietante. Per risolvere l’arcano partono all’inseguimento del sospetto, a bordo di un carro bestiame, Camille ex fiamma di Adamsberg, El Guarda e Soliman, ma sarà solo con l’intervento del commissario che riusciranno alla fine a risolvere l’enigma.

 pulsante books 08

pulsante books 09

pulsante books 10

Share |

Lascia un commento