Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
Vlao il 21 luglio 2011 - 20:00

E’ fatto acclarato che nella pubblica amministrazione gli sprechi non mancano… gli enti inutili si contano col pallottoliere e ci sarebbero mille modi per risparmiare qualche soldo… se solo si volesse. Dimezziamo i parlamentari? riduciamo le autoblu? cancelliamo le provincie??? facciamo lo stretto di Messina??? queste sono solo alcune delle tante proposte per raggiungere il pareggio di bilancio.

logo_dogana_itaE’ con questo spirito che qualche hanno fa, per risparmiare qualche poltrona, si è deciso di unire le vecchie Circoscrizioni Doganali con gli Uffici Tecnici di Finanza… creando i cosiddetti uffici unici. Adesso convivono nella stessa casa i dazi e le accise, il TULD e il TUA.

Due scuole di pensiero praticamente agli antipodi.

Da una parte ci sono i doganali, sommersi dalla carta e dai modelli, sempre muniti di timbri e conalbi. Stanno in mezzo a traffici di ogni genere e hanno a che fare con tutti dal contrabbandiere, al finanziere, dal camionista Turco, alla Commissione Europea. Dall’altra abbiamo invece quelli delle accise, schematici, ingegneri, con tanto di bizzarri strumenti di misura, e con la loro bibbia, il testo unico delle accise, sempre a portata di mano. Benzina, alcol o metano non fa differenza… tutto per loro funziona in percentuale, tutto è schedato e archiviato, e tutto deve essere autorizzato.

Due fazioni difficili da amalgamare, chi è nato doganale è un osso duro da convertire, e gli exUTF rimangono tali anche ad anni dalla scomparsa di quella sigla. Quelli entrati nel post-unione, come Vlao gli altri exCFL, si sono schierati, o meglio sono stati schierati già dal primo giorno!

Vlao è doganale, il suo pane sono i dazi. Certo non lo troverete in posa sulle pagine dei giornali come Cinallo, sempre in prima linea a sconfiggere i cattivi, ma è Vlao che si occupa di riscuotere ed è lui che contribuisce attivamente a combattere il deficit dello stato, è lui che insieme a Silvi combatte la messa a disposizione!

ciliegia_visciolaSolo certe volte capita che Vlao venga spinto più in là… e venga catapultato nell’arcano mondo delle accise. Vi entra titubante… in punta di piedi… ma in fin dei conti è affascinato dai controlli agli stabilimenti di produzione… distillerie e birrifici su tutti… Vlao è un po’ come un sub che scopre fondali e grotte inesplorate dalle quali però rifugge bene dall’addentrarsi… troppo altro il rischio di rimanervi intrappolato per sempre.

Vlao è un doganale e non può tradire i suoi colleghi! Ciò nonostante le nozioni apprese in questi tre giorni di corso full immersion sulle accise andranno ad arricchire la sua cultura personale e il prossimo anno, alla festa dell’uva, non avrà più alcun dubbio sul perchè il vino di visciole si trova meglio sotto banco!

Share |
Categorie: all, lavoro, sciapate

Un commento

  1. danske ha detto:

    il vì de visciole compero non se strozza… è bono solo quello del contadì!

Lascia un commento