Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
Vlao il 21 marzo 2017 - 17:13

Per Vlao non è facile, dopo un lungo viaggio intercontinentale, presentarsi ai compagni proponendo subito, brutalmente, senza pietà una partenza alle sette del mattino.

Tuttothai-0049

Maeklong railway market

Ma dalla sua ha valide ragioni e, per trasferirle agli altri, decide di avvalersi di una buona cena e di una capatina allo Sky Bar a due passi dall’albergo.

La tattica del bastone e della carota porta i suoi frutti e il golden mango che chiude il pasto abbinato alla vista dal terrazzo a picco sulla città fa digerire al Gruppothai la severa sveglia mattutina.

Con questa scelta Vlao si gioca gran parte della sua credibilità, arrivare dopo il treno al mercato sui binari di Maeklong nonostante l’alzataccia sarebbe un fallimento, ma come dice Ligabue, “chi si accontenta gode… così così” quindi è automatico che il programma del Gurppothai non può limitarsi al solo mercato galleggiante, ma deve osare di più!

Stipati a forza i bagagli nel pulmino si parte a palla di cannone affidandosi alla guida del buon Dio, così si chiama il nostro primo driver, che come obiettivo ha quello di anticipare il mitico treno, che secondo gli orari di TreniThai è dato in arrivo per le 8:30.

Per fortuna, nel tragitto, tutto fila liscio e c’è il tempo anche per una passeggiata tra le bancarelle prima che la comparsa del pendolino faccia ritirare in quattro e quattr’otto tutta la mercanzia agli scattanti ambulanti.

Tuttothai-0104

Floating market – Damneon Saudak

Ripristinate le bancarelle è ora di ripartire verso Damneon Saudak, il mercato galleggiante, tra i cui canali scorrazzeremo con due long boat dotate del tipico motore di derivazione stradale abbinato ad un lungo timone al cui termine rotea minacciosa una vorace elica.

Nel caos galleggiante, contrattiamo frutta fresca e scattiamo foto cercando di schivare la selva di turisti che popola i canali. Anche se con il tempo avrà sicuramente perso parte della sua autenticità questo luogo non lascia comunque indifferenti.

Andiamo con Dio verso la nuova tappa, il parco di Erawan dove c’è modo di rinfrescarsi a dovere con un bel bagnetto al 5° livello con tanto di pescetti affamati delle pellicine dei nostri piedi sudati. Il nostro cassiere sardo, Jean, si rivela un indemoniato bagnante e comincia a tuffarsi dai gradoni incurante degli scogli acuminati che si potrebbero nascondere sott’acqua.

Tuttothai-0163

Ayutthaya

Quando i guardaparco ci intimano di andare ci rivestiamo e proseguiamo il nostro itinerario che prevede la conquista dell’antica capitale del Siam: Ayutthaya.

Trovato per miracolo il nostro hotel ci abbuffiamo in un ristorante tipico della zona che propone ben quattro piatti: zuppa di pollo grande spicy, zuppa di pollo grande not spicy, zuppa di pollo piccola spicy e zuppa di pollo piccola not spicy. Purtroppo i ravioli al vapore raffigurati nel menù sono finiti.

Scegliamo i piatti tra l’indecisione generale e, dato che non si servono birre nel locale, il personale ci consiglia di rivolgerci all’immancabile Seven Eleven per il beverage alcolico.

L’irrisorio conto intacca in maniera minima la cassa comune, ma ha scarsi effetti anche sullo stomaco dei più voraci che optano, senza pensarci tanto su, per una seconda cena prima di raggiungere l’albergo.

Le rovine di Ayutthaya testimoniano il passato glorioso di questi luoghi e la visita mattutina tra i vari siti offre un ottimo set per il progetto che il nostro compare ravennate Davide vuole portare a termine entro la fine del viaggio, ritrarre la Laura in 10.000 location diverse.

Quando il sole comincia a farsi troppo cocente per i nostri visi pallidi significa che è giunta l’ora di andare, un’altra tappona ci aspetta, la prossima notte dormiremo a Sukothai!

TUTTOTHAI 2017

Indice

Episodio 1 Il mercato galleggiante, le cascate di Erawan e le rovine di Ayutthaya Sei qui
Episodio 2 In bici a Sukothai e poi rotta verso Chiang Mai link
Episodio 3 Doi Suthep, Masterchef Thailandia e il Trekk link

Potrebbero interessarti:

Share |
Categorie: novità, sciapate, viaggi

Lascia un commento