Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
Vlao il 19 aprile 2016 - 17:17
La caratteristica roccia di Sigiriya

La caratteristica roccia di Sigiriya

Continuiamo nel nostro itinerario express con Lalith che ci porta a Sigirya una imponente formazione rocciosa sulla quale sorgeva un palazzo a cui si entrava passando tra le fauci spalancate di un leone di pietra del quale ora non rimangono che le zampe.

Ci inerpichiamo sulla roccia sotto il sole cocente, Mrs Postamat rischia il sequestro dello smartphone per aver immortalato senza autorizzazione gli affreschi delle tettone. Purtroppo per noi il vigilante cancella solo le foto incriminate e restituisce lo strumento alla proprietaria che lo trasformerà, di li a poco, in un micidiale attrezzo di tortura.

Arrivati in cima, attraverso scale a chiocciola di epoca coloniale, ci godiamo l’agognato panorama. Nello stesso tempo cancelliamo, colpevolmente,  la quiete che regnava da decenni in quel luogo quando una stecca telescopica si unisce al telefono dissequestrato che comincia a selfare a destra e a manca.

I componenti del gruppo rimangono stupefatti dalla tecnologia a controllo vocale che permette autoscatti al grido di “scatta!“. Purtroppo lo smartphone non è in grado di riconoscere il timbro vocale della sua padrona… una falla software sfruttata da hacker buontemponi che con raffiche di “scatta! scatta! scatta!” in pochi minuti intasano la memoria del cell e, nello stesso tempo record, frantumano le scatole ai turisti presenti nel mitologico luogo.

Un campione dei buddha di Dambulla

Un campione dei buddha di Dambulla

Archiviata Sigirya non ci resta che procedere verso sud, prossima tappa Dambulla. Qui portiamo le nostre offerte floreali alle centinaia di statue del buddha che popolano le grotte. Martimarti e il Professore colgono anche l’occasione di bersi un cocco, nonostante gli esperimenti precedenti non avevano generato grande soddisfazione.

Per la strada verso Kandy ci concediamo un’ultima pausa presso il venditore di spezie, detto il no-canfora. Un tipo grottesco dall’italiano fatto di nomi e verbi all’infinito. Con il suo ampio vocabolario di termini tecnici ci elenca le proprietà curative delle mille spezie srilankesi che combinate tra loro promettono di risolvere qualsiasi disturbo.

Senti cannella? Vanillia… ecco sciroppo… no frigo… 10 anni. Per sinusite, cattarro… Limone, chiodi di garofano, pepe, aloe… mescolare bene… Vene varicose? Olio massaggio.. no canfora… 2 volte mese, 1 anno stop dolore. Conosce occhi secchi??? No??? Occhi secchi… prende cumino, sandalo, cardamomo…. Mescolare, applicare… 1 volte al giorno… 6 mesi… stop dolore.

Il gruppo scatta scatta (ormai sapete il perché del nome) segue attentamente le istruzioni per le pozioni magiche proposte durante la mezzora di monologo. Il picco di vendite all’erboristeria però si ha quando parte dello stinco di Vlao viene depilato al contatto con una sostanza non meglio identificata. In vista delle Maldive un’ottima ceretta naturale (?!?) è quello che ci vuole, le donne del gruppo si fiondano per lo shopping al negozio ufficiale, non prima però di aver scroccato un massaggio cervicale dai tirocinanti in ayurveda.

L'acquazzone monsonico che ci colpisce a Kandy

L’acquazzone monsonico che ci colpisce a Kandy

Acquisite scorte di miscugli curativi srilankesi sufficienti per il resto della vita, ci dirigiamo verso Kandy che raggiungiamo giusto in tempo per provare l’ebrezza di un acquazzone monsonico che colpisce il pulmino blumarine in transito per la principale via cittadina.

Con l’acqua a catinelle germoglia istantaneamente un traffico micidialePer percorrere gli ultimi fatidici 4 km che mancano al nostro albergo belvedere ci mettiamo più di un’ora. Un ritardo che ci fa oltrepassare l’orario della cena. Sta volta però non ci sono tedeschi a contenderci il pasto… per queste due notti saremo gli unici ospiti di quest’hotel inerpicato sulla collina.

Dal terrazzo ammiriamo una suggestiva vista delle luci della città, città che dovrebbe essere Kandy, secondo le indiscrezioni e, anche se del lago non c’è traccia, diamo la notizia come buona. Domani verificheremo più da vicino.

 

LANKAMALE 2016

Indice

Episodio 1 Uno-due-tre e via! Anuradhapura link
Episodio 2 Aukana, in carro coi buoi e Polonaruwa link
Episodio 3 Sigirya, dal no canfora e Kandy Sei qui
Episodio 4 Kandy le piantagioni di té e Nuwara Eliya link
Episodio 5 Adam’s Peak, l’impresa e l’orfanotrofio degli elefanti link
Episodio 6 Maldive e la barca Marina link
Episodio 7 Plastic Beach e le sfide serali link
Extra Photo Album link

Potrebbero interessarti:

Share |
Categorie: all, sciapate, viaggi

Lascia un commento