Vidrar Vel Til Loftarasa

Ora Vlao abita qui

bookmark bookmark
Vlao il 26 dicembre 2008 - 18:50

Come da tradizione, dopo Natale è ora di stilare la tanto attesa classifica musicale… mancano cinque giorni a chiudere il 2008, ma ormai le posizioni sono delineate. Ho preparato per voi una musicassetta che raccoglie il miglior brano (secondo me) dei primi album in classifca, chissà che non vi possa dare qualche suggerimento…

   

1. MogwaiThe Howk is Howling Si potete dire che fanno sempre la stessa roba… ma cavolo… trovatemi qualcuno che la faccia meglio. Un po’ come i cappelletti della nonna… e in questo caso pergiunta non c’è nemmeno lo svantaggio di avere il lesso per secondo! Canzoni dai cinque minuti in su come piacciono a me… tutta musica… niente testi… da ascoltare rigorosamente a casa sullo stereo… per farsi trasportare da queste cavalcate fragorose.

2. Sigur RósMeð Suð Í Eyrum Við Spilum Endalaust Sul podio li dovevo mettere per forza, magari non sarà il loro migliore album, ma nel panorama generale è sempre una spanna sopra gli altri. Più che una svolta possiamo definirlo una variazione sul tema, disco un po’ più spensierato e felice del solito… meno riflessivo e introverso del passato… che aggiunge qualche sfumatura alla produzione del gruppo. Certo il loro meglio sta da altre parti, ma fortunatamente si può dire che non si sono svenduti al mainstream.
3. Le Luci della Centrale ElettricaCanzoni da Spiaggia Deturpata Chitarra, voce e poco altro… ingredienti semplici, ma capaci di creare qualcosa di speciale. In questo caso i testi sono essenziali… riescono a costruire paesaggi reali impregnati di rabbia e delusione, dove la speranza forze non è stata l’ultima a morire… Un debutto interessante, restiamo in attesa degli sviluppi sperando che il buon Vasco, Brondi si intende, riesca a fare un passo avanti.

4. CalexicoCarried to dust La macchina della copertina potrebbe essere la stessa di The Black Light, 10 anni sono passati, ma non è ancora ora di rottamarla… Quale mezzo migliore per attraversare il deserto… tra polvere, città fantasma e feste mariachi? Più di un ascolto è necessario per comprenderlo appieno e non fermarsi alle apparenze che a volte possono risultare fuorvianti.    

5. PortisheadThird

Undici anni di silenzio che cominciavano ad essere più di una pausa di riflessione… e invece contro ogni pronostico eccoli di nuovo. Alfieri del Trip-Hop insieme ai Massive Attack negli anni ’90 ripercorrono ancora quella via… alcuni pezzi sono senz’altro da ricordare (Silence e The Rip su tutti) ma sulla lunga distanza… non mi convincono appieno… è dura arrivare all’ultima traccia!

6. Gatto Ciliegia Vs il Grande FreddoDisconoir

Bhè con un nome così come facevano a non attirare la mia attenzione??? Se vi piacciono i film gialli e le atmosfere poliziesche questo disco fa per voi…

 

7. The NotwistThe Devil, You + Me

Anche questo si tratta di un ritorno dopo sei anni di silenzio, dopo quel Neon Golden che era impossibile da superare… Resta insuperato infatti anche se di sicuro non è un disco da buttare. Se solo avessi avuto il tempo di dare a questi teteschi di germania più ascolti… magari sarebbero stati più in alto in classifica!

8. HeliosCaesura

La copertina ci dice tutto… Paesaggi innevati visti dal finestrino di un treno… in un viaggio solitario nell’incontaminato… niente di più. E vi sembra poco???

 

9. AnathalloCanopy Glow

Il nome è greco, l’ho letto da qualche parte ma non mi ricordo che significa e non ho volgia di cercare su Google… propongono un indiepop corale che potrebbe piacere al nostro amico Danco. Originale… meritano un approfondimento.      

10. DestroyerTrouble in Dreams 

Non conosco i loro precedenti lavori, ma leggendo in giro questo non è di sicuro il loro migliore. A me non dispiace, anche se non è niente di sconvolgente… meritano comunque una mensione.  

Potrebbero interessarti:

Share |

9 commenti

  1. danco scrive:

    Bella lì! Qualche analogia c’è. Ora tocca a me…

  2. Danske scrive:

    le motivazioni che hai apportato alle ultime posizioni sono troppo approssimative secondo me.

    E’ un 2008 strano visto che in classifica ci sono parecchi cd che non rappresentano il miglior prodotto di un artista ma solo uno dei tanti (buoni) lavori… sigur e notwist su tutti.

  3. danco scrive:

    Fatta… Con estrema fatica, ma l’ho fatta.

    Che annata strana…

  4. TuttoFaMedia scrive:

    gran bella classifica. segno subito quelli che non conosco, cioè helios e anathallo.

    il disco dei calexico è un gran, gran disco.

    peccato che tra pochi giorni mixwit esalerà l’ultimo respiro.

  5. Vlao scrive:

    @danco: della tua classifica conosco due dischi (che sono anche nella mia…) per il resto mi procurerò Hello Saferide che mi è sfuggito, e Tv on the Radio anche se il penultimo mi faceva pena… Baustelle mi rifiuto!

    @danske: diciamo che per gli ultimi posti c’è stato un ballottaggio tra tanti… ma dovevo arrivare a 10. Attendiamo la tua… non mettere primi i GhiaccioElezione per favore!

    @TFM: non sapevo questa cosa di Mixwit… cmq io ho usato MixPod… magari sopravvive!

    Stiamo organizzando il trasfertone a Bologna per i Calexico… vero ragazzi???

  1. […] a freddo, senza troppo tempo per digerire le nuove uscite. Riguardando le vecchie top ten (2007-2008-2009-2010-2011) adesso, a distanza di tempo, Vlao farebbe scelte diverse perché ci sono dischi che […]

  2. […] ecco a voi la Top of the Rock edizione 2013 che va ad aggiungersi alle vecchie list targate 2007-2008-2009-2010-2011-2012 nella scia del bel vizietto che Vlao si porta dietro da un po’ di […]

  3. […] ARCHIVIO: Le top of the rock degli anni passati  2007-2008-2009-2010-2011-2012-2013  […]

  4. […] ARCHIVIO: Le top of the rock degli anni passati 2007–2008–2009–2010–2011–2012–2013–2014–2015 […]

Lascia un commento